Cerca: Intervento, Atti FORUM PA 2007, Ministero Affari Esteri

10 risultati

Risultati

Nuove tecnologie e promozione culturale

Come sottolinea Vattani, l’operazione vuole essere incentrata sulla visibilità per comunicare al meglio la rete degli Istituti Italiani di Cultura, attraverso azioni di web-marketing. Dopo un primo padiglione sperimentale, grazie alla collaborazione di diversi soggetti che già operano su Second Life, è stato possibile presentare il progetto “Istituto di Cultura”, un ambiente polifunzionale che prevede una presenza costante di uno staff che accoglie e guida i visitatori virtuali nell’esplorazione di mostre ed eventi.

Leggi tutto

I nuovi strumenti della promozione culturale

La promozione culturale, sostiene La Francesca, è una priorità per il sistema Italia. L’obiettivo strategico che si è prefissato il MAE, con la sua rete all’estero, è volto ad offrire una maggiore attenzione alla contemporaneità, rafforzando le iniziative che illustrano l’arte contemporanea, il design, l’architettura e la tecnologia, attraverso il concetto di circuitazione, un sistema in grado di esportare le mostre italiane all’estero riducendo i costi e permettendo un ampio coinvolgimento con le realtà locali.

Leggi tutto

La collezione d'arte contemporanea alla Farnesina

La Collezione Farnesina è un’esperienza, giunta al suo settimo anno di vita, che nasce dalla volontà dell’ambasciatore Umberto Vattani. Rappresenta un’idea innovativa, poiché si basa sulla formula semplice del comodato d’uso, per cui artisti, galleristi e collezionisti cedono per un determinato tempo le loro opere.

Leggi tutto

Le donne e la carriera diplomatica. Piccoli passi per grandi successi

Emanuela D’Alessandro racconta l’evoluzione della carriera diplomatica dal punto di vista femminile. Circa 40 anni fa ci fu la prima donna ambasciatrice; nel 2005 hanno ricevuto l’incarico due diplomatiche. L’abisso tra uomini e donne è enorme e nonostante all’interno del MAE si registri un 46% di presenza femminili, la percentuale scende vertiginosamente al 14% per le donne in carriera diplomatica e al 34% per la carriera direttiva-amministrativa. Rispetto al passato si sono fatti notevoli passi in avanti.

Leggi tutto

Presentazione del nuovo portale del MAE

Ferrara presenta il nuovo portale del MAE, il MAENET, evidenziando gli aspetti fondamentale di ristrutturazione dei contenuti del sito. A seguito di una crescente rilevanza della politica estera nella vita quotidiana, il portale vuole essere uno strumento “customer oriented”, una sorta di sportello virtuale complementare all’attuale URP, che favorisca la fruibilità agli utenti, in termini di velocità d’accesso e reperimento delle informazioni, privilegiando la semplicità di navigazione.Leggi tutto

Accessibilità e usabilità del portale del MAE

Civitelli, nel suo intervento, sottolinea l’accessibilità del nuovo portale MAE quale caratteristica fondamentale del progetto, vista come strumento strategico sia per generare un coordinamento tra le stesse direzioni amministrative che per gestirne la fruibilità da parte del pubblico. Sottolinea altresì come l’aspetto della accessibilità sia stato volutamente rafforzato, in aderenza alla normativa nazionale ed internazionale vigente mediante un collegamento con il Ministero dell’Innovazione e delle Riforme della PA e con il CNIPA, che svolge sullo stesso una funzione di monitoraggio.

Presentazione del portale della Cooperazione allo Sviluppo

La cooperazione allo sviluppo, sostiene Ghirelli, è una parte integrante della politica estera, ma ha una sua autonomia di pubblico e di attenzione, rivolto ad un mondo costituito da giovani, volontari, organismi non governativi e internazionali. Il cuore del portale sta nella raggiungibilità dei progetti di emergenza e di sviluppo nei paesi cosiddetti “del terzo mondo”. Il sito vuole essere una finestra verso tutti i paesi in via di sviluppo, un sito che tocchi le loro culture, un sito di confronto e di dialogo, accessibile anche ad un’utenza che non ha una tecnologia avanzata.

Tecnologia come strumento operativo e di prevenzione per l’assistenza dei connazionali e la tutela degli interessi italiani all’estero

L’intervento mette in luce come negli ultimi anni abbia acquistato importanza sempre crescente la sinergia tra pubblico e privato per quanto riguarda l’assistenza ai connazionali e ai cittadini europei che si trovano in situazioni di emergenza all’estero. Per affrontare le diverse fattispecie di rischio l’Unità di Crisi del MAE ha operato una politica che rende flessibile la struttura operativa e che ricorre alla tecnologia quale strumento più efficace per la protezione di connazionali all’estero.Leggi tutto

L’importanza della tecnologia nel programma Viaggiare sicuri

Il successo dal punto di vista tecnologico del programma Viaggiare Sicuri è che il MAE ha approcciato il problema in maniera manageriale; esso è infatti un esempio di come l’Amministrazione può fare qualcosa che sia d’utilità anche al sistema economico del paese. Mediante esso si è resa possibile la gestione di dati provenienti da diverse reti e sistemi di accesso così da consentirne alle Amministrazioni un loro utilizzo ai fini della sicurezza. In tale ambito la sinergia tra Amministrazioni diventa supporto e strumento fondamentale per assicurare la riservatezza dei cittadini.

Oracle e il progetto "Club"

Enrico Proserpio porta l’esperienza di Oracle che da marzo ha acquisito un prodotto leader nel campo dell’enterprise content management. La best practice che Proserpio introduce è un progetto di e-government realizzato per la PA inglese. Il progetto prende il nome di Club e consente attraverso un unico punto di contatto al cittadino reperire tutti i contenuti della PA. I primi membri sono stati il ministero della Salute e quello della Pubblica Istruzione.