Cerca: Intervento, tecnologie per l'ambiente

Risultati 1 - 10 di 12

Risultati

La politica ambientale come fattore di sviluppo economico

Il rapporto tra ambiente ed economia è al centro di questo intervento, che illustra alcuni spunti emersi dal G8 Ambiente di Siracusa (22-24 aprile 2009), come la necessità, in un momento di recessione mondiale, di indirizzare i provvedimenti anticrisi in chiave di sviluppo sostenibile. Si deve cogliere l’occasione per raggiungere un duplice obiettivo: la ripresa economica e il suo orientamento verso la sostenibilità energetica e ambientale. La rivoluzione della green economy potrebbe essere un volano per lo sviluppo, come lo è stata la rivoluzione informatica.Leggi tutto

Dal G8 di Siracusa alla Conferenza di Copenhagen

"La relazione di Corrado Clini fa il punto sui temi emersi nel corso del G8 Ambiente di Siracusa (22-24 aprile 2009) e lancia alcuni spunti per lo sviluppo della discussione in vista della Conferenza di Copenhagen sui cambiamenti climatici, in programma nel dicembre 2009. L’auspicio è che si possa raggiungere un accordo globale per la riduzione delle emissioni di anidride carbonica, considerando che la domanda globale di energia sta crescendo ed entro il 2030 potrebbe essere del 50-60% superiore a quella del 2000.Leggi tutto

Il computer sostenibile: come evitare di essere sommersi dall’e-waste

Introdotta da Diego Gavagnin, direttore editoriale QE Quotidiano Energia, Giovanna Sissa racconta come è nata l’idea del libro "Il computer sostenibile" e mette in evidenza le problematiche trattate, che coinvolgono la vita di tutti noi. Non è più possibile ignorare le montagne di rifiuti elettronici, i cumuli di spazzatura tecnologica che si vanno accumulando (non solo metaforicamente) nelle nostre città. Negli ultimi anni qualcosa è cambiato nello scenario dell’Ict: ci si è resi conto che anche questo settore inquina, e molto. Non a caso è nato il termine “e-waste”, spazzatura elettronica.Leggi tutto

Come l'information technology puo' aiutare l'ambiente ed aumentare la sua efficenza ed efficacia a supporto del business

Qual è l'impatto dell'information technology sull'ambiente e cosa si può fare per invertire la tendenza al progressivo aumento dell'inquinamento? Cominciando con il prendere coscienza che ognuno di noi produce con le proprie attività una certa quantità di anidride carbonica, si deve riconoscere che una parte non indifferente di questa produzione è legata all'IT.

Leggi tutto

ICT e sostenibilità ambientale: dall’inferno al paradiso?

Oggi siamo finalmente consapevoli che l'ICT può creare notevoli problemi all'ambiente: con l'introduzione del termine e-waste (spazzatura elettronica) si è spezzata la percezione per cui il prefisso "e" potesse individuare esclusivamente parole associate a un senso positivo, di sviluppo, come e-government, e-democracy, e-commerce, e-learning, etc. I computer inquinano: lasciano un'impronta ecologica durante la fase di produzione e di funzionamento, dovuta al consumo energetico e alla produzione di CO2, e anche durante la fase di smaltimento a fine vita.

Leggi tutto

Asti. L’ottimizzazione delle strategie di bacino di gestione dello scarto organico: risultati e qualificazione ambientale degli impianti dedicati.

Enzo Favoino racconta l’esperienza nella provincia di Asti nell’ambito della raccolta di rifiuti soffermandosi sulle strategie utilizzate per la raccolta differenziata dalla società G.A.I.A. e su cosa è stato fatto per ottimizzare gli impianti di compostaggio. Favoino affronta inoltre la questione relativa ai rifiuti anche da un punto di vista legislativo sia in ambito nazionale che europeo. Particolare attenzione è stata dedicata al problema relativo agli odori presenti negli impianti e alle misure intraprese per ridurli al minimo.

Barcellona: la raccolta differenziata gestita da un innovativo sistema pneumatico

Maximiliano Mutti racconta l’esperienza dell’ENVAC nella Città di Barcellona evidenziando i pro e i contro di un sistema di raccolta dei rifiuti altamente innovativo e attento alle esigenze del cittadino e dell’ambiente. Dal 1992, anno delle Olimpiadi, la città ha visto modificare il proprio volto grazie alla realizzazione di un nuovo sistema di raccolta pneumatica.Leggi tutto

Il Car Sharing in pratica: l’esperienza di un’azienda di gestione del servizio. Il Car Sharing a Torino

Flaminio Orazzini presenta l’esperienza del Car Sharing a Torino disegnando lo scenario in cui si sviluppa l’iniziativa e indicando gli obiettivi e i vantaggi offerti sia in termini di mobilità (riduzione numero veicoli circolanti) che in termini economici, ambientali e di versatilità per il suo utilizzo. Orazzini spiega come funziona il servizio di car sharing e le strutture a supporto (parcheggi, punti informazione ecc…). Particolare attenzione viene data agli accordi e alle iniziative intraprese con il trasporto pubblico per facilitare l’utilizzo del car sharing.Leggi tutto

Le politiche per una mobilità sostenibile: il car sharing

Giovanna Rossi presenta le attività svolte dal Ministero dell’Ambiente nell’ambito della mobilità sostenibile nelle aree urbane con particolare attenzione alla nuova politica del car sharing volta principalmente alla riduzione dei veicoli inquinanti. Il Ministero ha realizzato numerosi programmi con l’obiettivo di sostenere la politica della mobilità sostenibile e a tal proposito è stato istituito un Tavolo nazionale.

Sanificazione globale indoor: innovazione e risparmio

Vittorio Collesano affronta il tema della sanitizzazione degli ambienti indoor e della necessità di ridurre i rischi di infezioni e contagio all’interno sia degli ambienti sanitari che in tutti quei luoghi ad alta frequentazione di persone e quindi con maggiori rischi. Oggi è necessario studiare soluzioni mirate per la salvaguardia della salute degli operatori e degli utenti evitando che agenti patogeni entrino in contatto con tali ambienti.