Cerca: Intervento, Altro

Risultati 81 - 90 di 316

Risultati

Il Tribunale di Milano e il decreto ingiuntivo telematico online: un primo passo per snellire i processi

Daniela Intravaia presenta il caso del tribunale di Milano che, su sollecitazione dell’ordine degli avvocati, ha realizzato il decreto ingiuntivo telematico online riducendo considerevolmente i tempi e le procedure per l’espletazione dell’atto. Leggi tutto

Condizioni e monitoraggio dell’outsourcing nella gestione documentale: il caso del Ministero per i beni e le attività culturali

Giovanna Tosatti sottolinea la “volubilità” dell’assetto istituzionale interno al Ministero che, assieme alla sua complessità organizzativa, rende complicata l’adozione di un protocollo informatico. Tosatti spiega i motivi che hanno portato ad una scelta di outsourcing completa e le fasi operative del progetto ESPI partito nel 1998. Aggiunge che il progetto è coordinato da un gruppo di lavoro in cui sono rappresentate tutte le direzioni generali. Tosatti descrive il livello e il contenuto di outsourcing, i costi e le criticità di ESPI.

Produrre salute: il ruolo delle vaccinazioni

Secondo Emilio Mortilla produrre salute significa affrontare un cambiamento di paradigma e passare dalla cultura dell’emergenza alla cultura della prevenzione nella quale i vaccini ricoprono un ruolo fondamentale per assicurare un benessere fisico della popolazione tenendo tuttavia sotto stretto controllo i costi. Mortilla presenta gli obiettivi che Ageing Society vuole raggiungere e le attività future che vuole intraprendere per sostenere politiche vaccinali corrette.Leggi tutto

Introduzione al convegno. La visione del Ministero della Salute

Donato Greco introduce il convegno “Le biotecnologie e le scienze della vita per la promozione della salute” esponendo il punto di vista del Ministero della Salute che guarda, con particolare interesse, all’evoluzione delle tecniche e alle applicazioni in questo campo. Oggi le biotecnologie, e tutto ciò che deriva da esse, sono una realtà dalla quale non si può prescindere.

Il CNIPA per l’interoperabilità: confronto alla ricerca di un denominatore comune per un sistema di qualità

Francesco Tortorelli descrive le motivazioni che hanno portato alla necessità dell’interoperabilità nella pubblica amministrazione. Sottolinea che nel campo dell’informatica il numero delle aziende è enorme e la standardizzazione portata avanti da vari comitati non sempre conduce all’interoperabilità dei sistemi. Sostiene l’esigenza della PA di rispondere a tre principi: la trasparenza; l’essere pronti ad esigenze improvvise; la superazione della frammentazione degli investimenti.Leggi tutto

Oracle e il progetto "Club"

Enrico Proserpio porta l’esperienza di Oracle che da marzo ha acquisito un prodotto leader nel campo dell’enterprise content management. La best practice che Proserpio introduce è un progetto di e-government realizzato per la PA inglese. Il progetto prende il nome di Club e consente attraverso un unico punto di contatto al cittadino reperire tutti i contenuti della PA. I primi membri sono stati il ministero della Salute e quello della Pubblica Istruzione.

Biotecnologie e salute: le ragioni del successo del biotech

Leonardo Vingiani spiega le ragioni del successo delle biotecnologie e il motivo per il quale esse rappresentano un valido futuro per la medicina. Oggi la biotecnologia e i farmaci biotech possono arrivare dove la medicina tradizionale si ferma. I punti di forza delle biotecnologie in Italia sono molteplici; l’alta qualità della ricerca, il rapporto costi e qualità dei ricercatori, buona predisposizione degli Enti Locali a partecipare attivamente allo sviluppo del biotech ecc….Leggi tutto

Inps: servizi online e sinergie in rete

Dionigi Spadaccia illustra le dimensioni dei vari data base dell’Istituto, il patrimonio applicativo e la potenza di calcolo messa in campo dall’Inps. Spadaccia descrive le linee evolutive dell’architettura del Sistema Informativo e i numeri dei servizi online erogati e delle pagine internet visitate nel 2006. Presenta come progetti in via di realizzazione il casellario dei lavoratori attivi e l’archivio dei pensionati italiani. Spadaccia illustra le sinergie telematiche e i progetti con gli altri enti.

L’identità digitale per l’accesso ai servizi e alle informazioni in rete

Ioletta Pannocchia illustra la carenza di cultura sull’amministrazione digitale registrata durante alcuni corsi di formazione nella pubblica amministrazione e sottolinea l’esigenza di rinnovare la pubblica amministrazione per competere in un mercato internazionale. Pannocchia prospetta un unico profilo per il cittadino che si interfaccia con le pubbliche amministrazioni. Descrive poi le condizioni abilitanti che consentono alla PA di erogare servizi online e analizza i vari livelli di interattività dei servizi. Pannocchia offre un quadro normativo sull’amministrazione digitale.Leggi tutto

La PA digitale ha bisogno di passare dalla logica delle sperimentazioni a quella delle implementazioni

Beatrice Magnolfi ritiene che la pubblica amministrazione si trovi in una fase in cui l’informatizzazione non è accompagnata dall’innovazione. Per questo motivo occorre spostare gli investimenti dal front office al back office. Sottolinea il ruolo fondamentale dell’interoperabilità per il dialogo delle amministrazioni e fa riferimento alla Conferenza permanente per la PA centrale per l’individuazione delle priorità da realizzare entro il 2008.Leggi tutto