Cerca: Intervento, Altro

Risultati 71 - 80 di 316

Risultati

Identità digitale federata nella P.A. italiana: il caso del CSI Piemonte

Francesco Meschia offre una definizione di identità digitale. Spiega che il concetto di identità digitale federata nasce dallo spostamento, sempre più frequente, delle persone dai domini. Il paradigma federato costringe a ripensare i ruoli delle organizzazioni nella catena del servizio.Leggi tutto

Per cambiare le regole della politica occorrono coraggio e coerenza.

Nerozzi parla delle modifiche avvenute nel passaggio tra la prima e la seconda Repubblica. Entra nel merito della dicotomia settore pubblico/privato e accenna ad una polemica per alcuni emendamenti che il sindacato CIGL aveva chiesto di inserire in Finanziaria. Nerozzi aggiunge che la CGIL aveva proposto di rendere pubblici la dichiarazione dei redditi di politici e sindacalisti ma la proposta non è passata. Nerozzi ritiene che occorra coraggio politico per cambiare le regole e far sì che quelle esistenti possano essere applicate.

Governance e monitoraggio integrato dei progetti e dei servizi di protocollo informatico e gestione documentale

Maria Pia Giovannini illustra le finalità del centro di competenza per il protocollo informatico e la gestione documentale del CNIPA e spiega la metodologia e gli indicatori utilizzati. Aggiunge che l’attività di monitoraggio è affiancata dalla rilevazione dello stato di attuazione del protocollo informatico e della gestione documentale. Entrambi sono ritenuti strumenti di supporto e non di controllo delle amministrazioni. Offre un quadro dei dati analizzati da cui si evince lentezza nell’adozione dei documenti elettronici da parte della PA.Leggi tutto

L’integrazione documentale telematica e il sistema informativo della Provincia di Salerno

Domenico Ranesi ribadisce il valore dell’informatica come leva che contribuisca a ripensare i processi piuttosto che tradurre quelli già in atto. Ranesi porta la testimonianza del sistema informativo telematico realizzato nella Provincia di Salerno, ne descrive il funzionamento e i servizi offerti. Aggiunge che il sistema di gestione telematica dei documenti consente anche di monitorare i procedimenti amministrativi prodotti e operare un controllo di gestione, il tutto con minimi investimenti economici. Leggi tutto

Come si può parlare di e-gov senza infrastrutture di servizio distribuite in maniera omogenea sul territorio?

Javier Ossandon afferma che fino a quando l’e-government continuerà ad essere rappresentato da pochi casi di successo non si potrà parlare realmente di un sistema di innovazione diffusa ma si rimane nell’ambito delle best practices. A suo avviso sono necessarie, oltre alla banda larga, infrastrutture di servizio distribuite in maniera omogenea sul territorio europeo. Ai relatori chiede se dalla loro esperienza ravvisano l’urgenza di infrastrutture di servizio o meno. Rispondono Giovanni Xilo, Bruno Coppola e Valeria Sborlino.

Le Pubbliche Amministrazioni nelle reti del Sistema Pubblico di Connettività

Gaspare Ferraro parla della società consortile QXN realizzata per garantire l’interscambio dati tra le diverse reti delle PA. Ferraro illustra le componenti strutturali e le funzioni del SPC, la gara per il centro di gestione e il nodo di interconnessione VoIP. Il Cnipa è impegnato sulla gestione dei contratti. LA Ripa (rete internazionale della PA) è in via di completamento. Ferraro illustra i risparmi concretizzati grazie al SPC in un organo complesso come il Ministero della Giustizia.Leggi tutto

I servizi di interoperabilità evoluta del Sistema Pubblico di Connettività

Emilio Frezza illustra le componenti dei servizi dell’interoperabilità evoluta e descrive la suddisione in due lotti della gara bandita a livello europeo. Frezza riporta i dati sulla consistenza del mercato ICT per la pubblica amministrazione nel 2006 e passa ad illustrare i requisiti richiesti al fornitore che realizzerà il Centro Servizi e i siti web.Leggi tutto

L’outsourcing e le sue variabili. La gestione documentale nella pubblica amministrazione

Rosanna Alterisio sostiene che bisogna realizzare una pianificazione oculata dell’ampiezza dell’outsourcing da realizzare tenendo conto delle specifiche esigenze dell’amministrazione. Ritiene necessario predisporre le condizioni contrattuali e organizzative tali per cui l’amministrazione abbia la visione di tutto ciò che accade e abbia poi gli strumenti operativi per incidere nel processo laddove ce ne sia bisogno. Nell’ambito della gestione documentale queste caratteristiche diventano ancora più centrali perché si tratta di un processo estremamente pervasivo.Leggi tutto

Ideali, Fondazione europea delle città, ed il rapporto tra Comuni ed Unione Europea

Ideali, Fondazione europea delle Città, rappresenta la voce dell’ANCI a Bruxelles. Maria Baroni racconta in che modo possa essere interpretato il ruolo di raccordo tra Comuni ed Unione Europea, e come la Fondazione si focalizzi principalmente sulle politiche urbane, perché considera le città motori dello sviluppo. Per la Relatrice, la sfida principale è quella di inviare un messaggio politico forte a Sindaci ed Amministratori locali, perché recepiscano indirizzi, strumenti innovativi e, soprattutto finanziamenti, provenienti dalla Comunità Europea.

Il comune di Anzola e la realizzazione del protocollo informatico: il back-office e le sue problematiche

Patrizia Saggini ha curato nell’ambito del progetto DocArea la realizzazione del protocollo informatico. Si tratta di un’attività che attiene alla gestione del back-office e ha un forte impatto tecnologico e organizzativo. Le leve organizzative in questione sono: l’analisi dei procedimenti, il titolario per la classificazione dei documenti e il manuale di gestione. Sono tutti strumenti di natura archivistica che non appartengono alla cultura degli operatori per cui sulle difficoltà organizzative intrinseche si innestano deficit culturali.Leggi tutto