Cerca: Intervento, Altro

Risultati 61 - 70 di 316

Risultati

Presentazione del mandato informatico della Regione Sicilia

Gloria Giglio presenta il mandato informatico, un progetto realizzato nell’ambito della Piattaforma Telematica Integrata che rappresenta il primo passo per dare un impulso notevole all’innovazione tecnologica nell’ambito del quadro di riferimento dello sviluppo della Società dell’Informazione. L’iniziativa offre una serie di servizi a favore di cittadini ed imprese con lo scopo di migliorare il rapporto tra PA e cittadini per uno sviluppo organico, omogeneo e integrato dell’economia siciliana.Leggi tutto

Divide di genere: una questione aperta

Marisa Ferrari Occhionero spiega cosa si intende per divide di genere o gender divide. Illustra come il gender, a differenza del sesso, sia una costruzione sociale che si manifesta in tutti gli ambiti della società. Ferrari sottolinea come il mercato del lavoro sia ancora poco orientato a rispondere alle esigenze delle donne ed evidenzia alcuni dei fattori che ne penalizzano l’ inserimento. Descrive i modesti segnali di cambiamento rispetto a questo trend. Aggiunge che le donne sembrano rifiutare i paradigmi maschile del potere, ad esso preferiscono altri valori.

Leggi tutto

L’impatto del web 2.0 sulla gestione della conoscenza, l’organizzazione della PA e i servizi ai cittadini

Raffaele Mastrolonardo spiega cosa si intende per web 2.0 e cita alcuni dati, raccolti da società di ricerca e motori di ricerca, che danno conto della dimensione e della tipologia di contenuti presenti su questa rete evoluta. Come possono essere usate queste tecnologie per produrre e gestire la conoscenza nella Pa? Nel secondo intervento esamina le caratteristiche/obiettivo del web 2.0. Nel terzo accenna ai rischi per la PA derivanti dall’identificazione dell’identità e di apertura in modalità “wiki”.Leggi tutto

Il ruolo di Telecom Italia: innovazione tecnologica e protezione del cittadino

Tonussi illustra come la Telecom, mediante accordi Roaming con praticamente tutti i paesi del mondo, sia in grado di erogare servizi VAS in situazione di crisi. In particolare viene spiegato il funzionamento dell’ICC Telecom in caso di segnalazione di crisi da parte delle istituzioni e di come, attraverso la estrazione delle utenze telefoniche mobili presenti in una data area geografica dalla Rete delle liste di clienti Tim si possano fornire in tempo utile informazioni atte a provvedere con notevole riduzione dei tempi alla predisposizione di un efficace servizio di alerting.

Specificità, cultura e tecnologia per un Paese competitivo.

Andrea Pontremoli fornisce tre punti attraverso i quali capire come innovazione, cultura e sviluppo si intersecano: la globalizzazione come esaltazione delle specificità di un Paese su cui puntare per una maggiore competitività in un mercato globale; le conoscenze, il know how, il sapere e la cultura di un Paese e di un popolo come elementi differenzianti; le tecnologie come strumento per realizzare, in modo trasversale, i propri obiettivi tenendo in considerazione il carattere open di una tecnologia.Leggi tutto

La Cittadinanza attiva: una risorsa per il sistema Paese

Gregorio Arena evidenzia la rivoluzione storica in atto nel mutamento del paradigma bipolare (amministratori e amministrati) verso una concezione del cittadino come risorsa. Questo influisce su tutto l’assetto giuridico e amministrativo. Arena individua quattro diversi modelli di amministrazione presenti nel nostro sistema: bipolare tradizionale, bipolare temperato, policentrico condiviso; paritario pluralista. In ognuno di questi quattro modelli il cittadino si configura, in modi diversi, come una risorsa fondamentale per lo Stato.Leggi tutto

La Guardia di Finanza e l’importanza della comunicazione: il nuovo sito internet

Gaetano Scazzeri afferma il ruolo istituzionale dell Guardia di Finanza: garantire la sicurezza economica e finanziaria nel Paese. Sostiene che all’insegna della recente normativa in materia di trasparenza amministrativa e alla luce delle nuove opportunità offerte dalle tecnologie informatiche la Guardia di finanza si è posta l’obiettivo di comunicare la propria identità ai cittadini.Leggi tutto

La Guardia di Finanza: nuove infrastrutture tecnologiche e esternalizzazioni dei servizi logistici

Maurizio Muscarà illustra l’articolato programma di rivisitazione dei processi e dei sistemi informativi intrapreso all’interno della Guardia di Finanza. Si tratta di soluzioni tecnologiche e organizzative che consentiranno di disporre di un’infrastruttura tecnologica integrata per le esigenze di formazione, gestione e trasmissione delle informazioni. Presenta il nuovo sistema che prevede un documento unico matricolare, un protocollo informatico, e uno strumento di raccolta della documentazione finalizzato all’attività di analisi ed intelligence.Leggi tutto

La Guardia di Finanza nella lotta alle irregolarità e alle frodi nell’erogazione di finanziamenti nazionali alle imprese ed in materia di spesa sanitaria.

Alberto Reda illustra il ruolo e le azioni della Guardia di Finanza quale forza di polizia economico-finanziaria a tutela del corretto impiego delle erogazioni pubbliche e in materia di contrasto alle frodi perpetrate a danno del Servizio Sanitario Nazionale. Afferma che nel settore degli incentivi nazionali nel triennio 2004-06 la presenza ispettiva si è consolidata intorno ai duemila interventi operativi per anno, molto più numerosi sono gli interventi nella spesa sanitaria. Reda si sofferma ad illustrare le principali fenomenologie fraudolente.

Il Comune di Mantova e lo sportello telematico polivalente: come cambiano il front-office e gli assetti organizzativi

Paola Dugoni testimonia l’esperienza di riorganizzazione dell’Urp del Comune di Mantova che ha realizzato uno sportello unico di servizi che oltre a svolgere i compiti istituzionali dell’Urp eroga il 70% dei servizi di front office comunali attraverso sportelli polivalenti. Questa soluzione organizzativa che riguarda anche il front office ha avuto una veste tecnologica con la messa online di questo sportello: dalla rete civica si accede allo “sportellone” telematico polivalente attraverso cui il cittadino sceglie il servizio di cui ha bisogno.