Cerca: Intervento, Altro

Risultati 61 - 70 di 316

Risultati

La gestione della transizione verso la città metropolitana a 17 anni dalla 142/1990

Marco Meneguzzo cita uno studio dei primi anni novanta dell’Associazione degli Interessi Metropolitani, che elaborava proposte ed analizzava esperienze di gestione per la transizione verso la Città Metropolitana. A distanza di 17 anni dalla legge 142/1990, le Città Metropolitane non sono ancora state attuate; il Relatore prova a spiegarne i motivi e tenta di illustrare i cambiamenti e gli aspetti ancora attuali di quel primo studio, anche alla luce di nuovi elementi quali le esperienze di pianificazione strategica, le “emergenze metropolitane” ed i riassetti organizzativi dei Comuni.

Gli strumenti gestionali di riorganizzazione della pubblica amministrazione

Stefano Paneforte sostiene che la riorganizzazione dell’amministrazione pubblica passi attraverso due strumenti gestionali: politiche mirate di reclutamento e selezione; la cultura della valutazione. La selezione è una leva strategica. E’ sempre più centrale il comportamento organizzativo delle persone e la responsabilità della valutazione. Nel suo quarto intervento Paneforte si sofferma sul tema dell’oggettività della valutazione e sulla valutazione gerarchica.Leggi tutto

La riduzione degli oneri e dei tempi e la reingegnerizzazione dei processi

La riduzione degli oneri amministrativi, dei tempi e la reingegnerizzazione dei procedimenti sono tre tappe del percorso di semplificazione che vengono affrontate nel piano del Governo. Danilo Del Gaizo sottolinea come, dopo la fase strategica, si tratta di attuare la seconda parte del programma: di intervenire sui gangli vitali della Pubblica Amministrazione, di semplificare tempi e procedure e di misurare la qualità delle azioni.Leggi tutto

Milano 2.0: riorganizzazione dei servizi online e reingegnerizzazione del back office in un'ottica web

Alessandro Musumeci illustra il progetto Milano 2.0, il cui nome suggerisce il tentativo di avvicinare i cittadini alla pubblica amministrazione tramite una modalità diversa di intendere i servizi erogati via web e verso device mobili con una riorganizzazione spinta dall’esterno. Musumeci sottolinea come l’evento Expo 2015 sia un incentivo ad affrontare questa sfida. Descrive le caratteristiche che rendono Milano un terreno fertile per questo processo di cambiamento favorito anche da uno strumento come la Carta Nazionale dei Servizi in possesso di tutti i cittadini lombardi.Leggi tutto

Un cambiamento culturale per le pari opportunità: partiamo dal buon esempio

Renata Polverini ribadisce il profondo cambiamento culturale che occorre intraprendere nella società italiana. Rimarca la persistenza di un profondo divario tra l’impianto normativo e la realtà. Ritiene che il mercato del lavoro e la politica siano i luoghi da cui occorra partire per imprimere un cambio di rotta. Il primo passo da intraprendere è la creazione di un contesto di flessibilità e di strumenti di sostegno alle donne come gli asili nido.

Leggi tutto

Le forze armate di donne: quando le pari opportunità diventano una risorsa per il Paese

Rosa Vinciguerra sottolinea la scelta delle Forze Armate di aprirsi al mercato delle donne. Ritieneche le donne abbiano portato un’iniezione di innovazione organizzativa nelle forze armate e nella cultura della Difesa. Vinciguerra sostiene che la creazione del reparto Risorse Organizzative e Comunicazione, in cui sono state introdotte figure femminili, è stata funzionale al miglioramento della vita del personale e delle famiglie dei militari.

Leggi tutto

La Guardia di Finanza e l’importanza della comunicazione: il nuovo sito internet

Gaetano Scazzeri afferma il ruolo istituzionale dell Guardia di Finanza: garantire la sicurezza economica e finanziaria nel Paese. Sostiene che all’insegna della recente normativa in materia di trasparenza amministrativa e alla luce delle nuove opportunità offerte dalle tecnologie informatiche la Guardia di finanza si è posta l’obiettivo di comunicare la propria identità ai cittadini.Leggi tutto

La Guardia di Finanza: nuove infrastrutture tecnologiche e esternalizzazioni dei servizi logistici

Maurizio Muscarà illustra l’articolato programma di rivisitazione dei processi e dei sistemi informativi intrapreso all’interno della Guardia di Finanza. Si tratta di soluzioni tecnologiche e organizzative che consentiranno di disporre di un’infrastruttura tecnologica integrata per le esigenze di formazione, gestione e trasmissione delle informazioni. Presenta il nuovo sistema che prevede un documento unico matricolare, un protocollo informatico, e uno strumento di raccolta della documentazione finalizzato all’attività di analisi ed intelligence.Leggi tutto

La Guardia di Finanza nella lotta alle irregolarità e alle frodi nell’erogazione di finanziamenti nazionali alle imprese ed in materia di spesa sanitaria.

Alberto Reda illustra il ruolo e le azioni della Guardia di Finanza quale forza di polizia economico-finanziaria a tutela del corretto impiego delle erogazioni pubbliche e in materia di contrasto alle frodi perpetrate a danno del Servizio Sanitario Nazionale. Afferma che nel settore degli incentivi nazionali nel triennio 2004-06 la presenza ispettiva si è consolidata intorno ai duemila interventi operativi per anno, molto più numerosi sono gli interventi nella spesa sanitaria. Reda si sofferma ad illustrare le principali fenomenologie fraudolente.

Esperienze e prospettive dell'accessibilità: un percorso in evoluzione

Carlo Gulminelli parla delle attività della Fondazione ASPHI che da anni collabora con il CNIPA sul tema dell’accessibilità. Attualmente la Fondazione si sta occupando del monitoraggio del livello di accessibilità nel settore privato e nel 2007 ha dato vita al progetto ADAMO che ha lo scopo di approfondire e verificare le condizioni di usabilità dei servizi mobile–wireless, onde evitare possibili esclusioni per le persone disabili.Leggi tutto