Cerca: Intervento, autonomia

Risultati 1 - 10 di 26

Risultati

Mercato del lavoro regionale e le nuove sfide: istruzione formazione, apprendistato e orientamento.

Far in modo che le politiche per il lavoro siano al centro di quelle per lo sviluppo e rinnovare i servizi dedicati, attraverso una sussidiarietà sia verticale che orizzontale. Queste per Marco Lucchetti le sfide che attendono il nostro paese sul fronte occupazionale. In primo luogo è fondamentale passare ad una gestione territoriale anche al sistema dell'istruzione e della formazione professionale, sulla base del titolo V della riforma Costituzionale, secondo le necessità del mondo produttivo e del mercato del lavoro locale.

Leggi tutto

Responsabilità, risorse e competenze delle autonomie locali

Per Giacomo Santini autonomia locale non significa arbitrarietà né gestione indiscriminata di risorse, ma rappresenta un livello di responsabilità che va gestito con oculatezza, onestà e capacità interpretativa delle esigenze dei cittadini e delle comunità. Anche le autonomie più spiccate come quelle del Trentino Alto Adige o della Sicilia rispondono ad un disegno nazionale che va ad incidere sulle competenze dei territori.

Leggi tutto

La piattaforma UNCEM- Legautonomie sulle funzioni fondamentali degli Enti Locali

Da più di dieci anni si assiste a numerose iniziative di riorganizzazione delle funzioni fondamentali degli Enti Locali. In questo percorso, un’occasione importante è rappresentata dalla piattaforma di confronto che UNCEM e Legautonomie hanno voluto promuovere alla fine della scorsa legislatura, con l’obiettivo di formulare proposte e linee di indirizzo utili per una riforma razionale ed efficace.

Leggi tutto

Funzioni di Comuni e Province nel nuovo assetto costituzionale in attuazione del Titolo V

De Lucia parla delle funzioni che Comuni e Province hanno nel nuovo assetto costituzionale. Innanzitutto, la riforma del Titolo V impone che l’autonomia locale si fondi immediatamente sulla base della Costituzione e non presupponga alcun intervento legislativo che possa consentire il dispiegarsi dell’autonomia stessa. In particolare, lo Statuto Locale risulta essere l’atto fondativo della comunità che permette alle collettività ed alle loro esigenze di emergere come vero soggetto di autonomia.

Leggi tutto

L’identità della Regione Sicilia

Dopo la nascita dell’alleanza per il sud il Movimento per l’Autonomia di Raffaele Lombardo ha conquistato un rilievo nazionale e la Presidenza della Regione Sicilia. Partendo proprio dal rapporto tra il contesto politico nazionale e una Regione a Statuto Speciale come la Sicilia il Presidente Lombardo, intervistato da Stefano Rolando, affronta i grandi temi che individua come prioritari per il governo del suo territorio: investimenti, sconfitta della criminalità, grandi opere e fiscalità speciale.

L’identità della Regione Sicilia

Dopo la nascita dell’alleanza per il sud il Movimento per l’Autonomia di Raffaele Lombardo ha conquistato un rilievo nazionale e la Presidenza della Regione Sicilia. Partendo proprio dal rapporto tra il contesto politico nazionale e una Regione a Statuto Speciale come la Sicilia il Presidente Lombardo, intervistato da Stefano Rolando, affronta i grandi temi che individua come prioritari per il governo del suo territorio: investimenti, sconfitta della criminalità, grandi opere e fiscalità speciale.

Policentrismo, autonomia e responsabilità diffusa per l’innovazione del sistema

Giuseppe De Rita parte dalle parole degli ospiti internazionali del convegno inaugurale di Forum PA 2008 per arrivare ad illustrare la sua visione rispetto all’innovazione nella Pubblica Amministrazione italiana. A suo avviso va tolta di mezzo l’idea della grande riforma calata dall’alto, che ripete il modello fallimentare di un’Amministrazione monoculturale, monocentrica, gerarchica e monolinguistica. L’unica chiave per l’innovazione è – nell’analisi del Presidente del Censis – partire dal basso rafforzando l’autonomia decisionale in un sistema di responsabilità individuali distribuite.

I sistemi di programmazione e controllo nell'ambito della Ricerca Giannini

Fabrizio Pezzani si è occupato dei temi di programmazione e controllo nell’ambito della Ricerca Giannini. In Italia si avverte una inadeguatezza dei sistemi di controllo che dipendono da molteplici fattori, fra i quali il contesto nel quale si sviluppano, il livello di autonomia, le norme o i gradi di articolazione di un sistema. Secondo Pezzani è necessario evidenziare le aree di responsabilità e definire lo scenario nel quale operare.

Federalismo fiscale e gestione della finanza degli Enti Locali

Per Santo Grasso, negli ultimi anni, sull’onda della normativa improntata a principi di decentramento amministrativo, si è ricorso sempre più spesso all’applicazione di nuove modalità di gestione di servizi comunali, all’interno di rinnovati assetti costituzionali.

Leggi tutto

La ricerca di Legautonomie ed Unicredit sulle scelte di indebitamento degli Enti Locali

Fabrizio Pezzani illustra le linee guida ed obiettivi della ricerca condotta da Legautonomie ed Unicredit, con lo scopo di monitorare le scelte di indebitamento degli Enti Locali. Il Relatore nel suo intervento sottolinea come il modello federale non sia una scelta politica, ma riguardi la capacità di adattamento ad una realtà economica che muta in maniera rapida ed imprevedibile. In questo contesto gli Enti Locali devono avere un assetto istituzionale ed organizzativo flessibile, in grado di anticipare i mutamenti.

Leggi tutto