Cerca: Intervento, Città e territorio, Sviluppo e Competitività, Atti FORUM PA 2011

Risultati 21 - 30 di 32

Risultati

Valorizzazione e manutenzione del verde pubblico

Il Comune di Follonica ha affidato tramite asta la gestione degli spazi verdi di sua pertinenza; si tratta di 640.000 mq, con 5.400 alberi d’alto fusto, per i quali il vincitore deve prevedere: un servizio di censimento e anagrafica del verde; la fornitura di un sistema informativo di gestione dell’appalto tramite appositi software; un servizio di pronto intervento e reperibilità h 24 x 365 giorni l’anno; la manutenzione di prati, cespugli e alberi; la pulizia e tutela igienica delle aree verdi; lo sfalcio di banchine e cunette stradali.

Leggi tutto

Introduzione al 5° FORUM NAZIONALE "Patrimoni immobiliari urbani territoriali pubblici"

Paolo Novi introduce il convegno, il cui tema centrale è il Facility Management legato ai Patrimoni Immobiliari Urbani Territoriali Pubblici. L’evento, quinta edizione del FORUM nazionale dedicato a questo tema, è organizzato da PATRIMONI PA net - il nuovo laboratorio fondato da FORUM PA e TEROTEC. Novi sottolinea due elementi: prima di tutto, anche se sembra banale, il fatto che esiste una netta differenza tra il concetto di Facility Management e quello di core business, soprattutto quando parliamo di pubblica amministrazione.

Leggi tutto

La gestione di un patrimonio immobiliare "a rete": l’esperienza di Poste Italiane

Il patrimonio immobiliare di Poste Italiane è particolarmente eterogeneo e diffuso sul territorio, quindi molto complesso da gestire: si tratta di 15.000 immobili (di proprietà e in locazione), che vanno dai piccoli uffici postali ai grandi immobili direzionali a complessi industriali di varie dimensioni. Un patrimonio “a rete”, quindi, sul quale vengono fatti ogni anno circa un milione e mezzo di interventi, tra quelli di manutenzione programmata e quelli dovuti a guasti.

Leggi tutto

"Smart Energy": da La Sapienza alla città

La realizzazione di una smart grid, una rete intelligente per la distribuzione di energia elettrica che consenta di ottimizzare la distribuzione evitando sprechi, è il fulcro dell’azione messa in campo dall’Università la Sapienza di Roma. L’obiettivo è, quindi, applicare su scala reale il concetto di generazione distribuita, con la creazione di isole energetiche tra loro interconnesse alimentate a fonti rinnovabili o ad alta efficienza per assicurare autonomia energetica, efficienza e affidabilità alla città universitaria.

Leggi tutto

Un servizio integrato per l’efficientamento energetico dell’Università di Catania

Circa 80 edifici, di proprietà o locati, costituiscono assieme a un buon numero di parcheggi e aree pubbliche esterne, il patrimonio immobiliare dell’Università degli Studi di Catania. All’interno dei costi di gestione, un peso consistente è ricoperto dai consumi di energia elettrica. Con l’obiettivo di razionalizzare il consumo energetico, migliorare l’efficienza degli impianti, ridurre i costi e tagliare le emissioni di CO2, l’Ateneo ha deciso di fare un bando di gara per appaltare la completa gestione del “loop elettrico” dell’Ateneo.

Leggi tutto

La cultura come ingrediente dinamico del benessere sociale

Dopo aver richiamato l’attenzione sulla scarsezza delle risorse a disposizione, la dr.ssa Recchia sottolinea come il MiBAC debba recuperare una legittimazione a livello di opinione pubblica, da una parte nei confronti di chi protesta per i tagli, e dall’altra di quei contribuenti che non fruiscono di cultura pur partecipando economicamente alla sua produzione.

Leggi tutto

Il patrimonio culturale italiano come vantaggio competitivo

Mario Resca sottolinea come sia finita per l’Italia l’epoca dello sviluppo manifatturiero, e come il Paese debba invece puntare sul più produttivo degli investimenti possibili: la tutela e la divulgazione del proprio patrimonio culturale e paesaggistico. Dopo aver letto un messaggio del Ministro Galan, Resca illustra l’azione della DG per la valorizzazione incentrata sul recupero di quote di mercato nella grande competizione turistica internazionale. Il 2010 ha visto un aumento del 16% dei visitatori nei musei statali, con un conseguente aumento dei ricavi del 7,5%.

Leggi tutto

Passato e presente: animus loci e tecnologie per la promozione culturale

Prendendo come esempio il Museo del Vetro di Murano o la vendita on line di artigianato artistico dalle colline toscane, Scognamiglio sottolinea come sia fondamentale saper coniugare un’ottima valorizzazione dello spirito dei luoghi e un efficace sviluppo dei nuovi mezzi di comunicazione per promuovere veramente il patrimonio culturale italiano.

Leggi tutto

La customer experience e la cura della fruizione culturale

Andrea Granelli concentra il suo intervento sul necessario dialogo tra tradizione e innovazione che si deve istaurare quando si parla di consumo culturale. L’attenzione a come il consumatore entra in rapporto con la cultura è un tema su cui non ci si interroga abbastanza, mentre invece è fondamentale studiarlo per elaborare nuove forme di mediazione e promozione culturale.

Leggi tutto

Il circuito virtuoso della promozione culturale

Paolo Conti presenta e modera l’incontro dedicato alle nuove strategie di promozione culturale e turistica del nostro Paese concentrandosi sull’importanza del posizionamento rispetto alle altre mete turistiche a noi concorrenti. Fondamentale in questo senso è concentrarsi sull’individuazione di standard e di strumenti innovativi di fruizione culturale, come quello della total experience. 

Leggi tutto