Cerca: Intervento, Atti FORUM PA 2008, tecnologie per i beni culturali

4 risultati

Risultati

Il patrimonio culturale italiano tra esigenze di valorizzazione e di tutela

Il patrimonio culturale italiano, immensamente prezioso per noi e per il mondo intero, costituisce oggi una fonte pressoché inesauribile di ricchezza dal punto di vista economico. Maddalena Ragni analizza come si possano riportare ad unitarietà i concetti di tutela e valorizzazione legando la tutela alla fruizione e la valorizzazione alla promozione della conoscenza.

L'industria informatica e i Beni Culturali

L’intervento di Paolo Vigevano muove dalla questione di modi e spazi di intervento per l’informatica nel settore dei beni culturali. Riflettendo sull’opportunità di costituire uno strumento ad hoc nell’industria culturale, ipotizza la formazione di un consorzio no profit, che non sia sotto un Ministero ma lavori a stretto gomito con la PA.

Leggi tutto

Tecnologie, Made in Italy e Beni Culturali

Livio Barnabò illustra obiettivi e approccio innovativo verso il made in Italy, cogliendone la relazione con le tecnologie e i beni culturali. Alla base la volontà di superare il concetto di distretto per lavorare sulla filiera, seguendo tre linee di politica industriale: approccio al mercato dal tattico allo strategico, terziarizzazione virtuosa del manufatturiero, realizzazione di progetti di benchmarking per il futuro competitivo delle pmi.

Leggi tutto

Fisicità, formazione e immaterialità: l’articolata composizione del valore culturale

“Il più grande lutto dell’antichità è stato l’incendio della Biblioteca di Alessandria”: da questa immagine l’Assessore Mongiu parte per descrivere l’importanza epocale assunta dalle nuove tecnologie per la conservazione e la promozione dei beni culturali. La Regione Sardegna raccogliendo questa sfida si è dotata e sta implementando un’articolata digital library orientata a valorizzare tutti gli aspetti collegati all’immaterialità del patrimonio culturale.