Cerca: Intervento, Qualità della vita, Atti FORUM PA 2011, qualità della vita

7 risultati

Risultati

I-Memo v. 226. La sicurezza digitale nelle nostre mani

Menstecnica srl ha sviluppato un dispositivo portatile per la sicurezza di codici e password che permette a cittadini e imprese di affrontare le azioni di vita digitale e telematica in tutta tranquillità.

L’incontro servirà ad illustrare il dispositivo portatile ed autonomo I-Memo e a fare il punto sulle ultime innovazioni e funzionalità sviluppate che ne amplificano le caratteristiche di:

-         Sicurezza, crittografia, Identity safe e accesso biometrico;

Leggi tutto

Le città al confronto con Mobilità e Logistica: due problemi, una sola soluzione

L'evoluzione della mobilità delle persone, dei mezzi e delle merci all’interno dei contesti urbani, i servizi di informazione all’utenza e la gestione dinamica del traffico sono i problemi che gli amministratori pubblici devono affrontare per rispondere  al desiderio di libertà di spostarsi e fruire delle opportunità offerte dai centri urbani.

Leggi tutto

Indicatori di Corporate Social Responsibility: un terreno d’incontro tra imprese e Sistema statistico nazionale

 Il Prof. Molteni analizza i rapporti tra il benessere sociale e la responsabilità sociale d’impresa, ovvero l’integrazione volontaria delle preoccupazioni sociali ed ecologiche nelle attività aziendali e nei rapporti con gli stakeholder. Da circa dieci anni molte imprese comunicano i propri risultati anche con un bilancio di sostenibilità che contiene informazioni economiche, ma anche sociali e ambientali. Lo scopo è che nel giro di qualche anno si arrivi all’obbligatorietà di un bilancio integrato certificato.

Leggi tutto

Provincia 2020: progetti per una comunità più felice

 

Matteo Ricci presenta il programma lanciato dalla Provincia di Pesaro e Urbino per raggiungere, o almeno avvicinarsi, all’obbiettivo di essere la Provincia leader per la qualità della vita e il benessere delle persone che ci vivono. Due sono le leve – dice Ricci - su cui gli enti locali possono agire per orientare un nuovo modello di sviluppo: la leva urbanistica e la leva dei servizi. Proprio per questo l’architrave di tutto il Programma è il PTC, ovvero piano urbanistico provinciale a cui si devono attenere tutti i piani regolatori comunali. 

Responsabilità politica e misurazione del benessere

 La dr.ssa Salvemini concentra il suo intervento sui processi di individuazione del set delle opzioni da far rientrare nel concetto di benessere. Compito del CNEL e del gruppo di ricerca di cui l’ente fa parte insieme all’ISTAT e a molte associazioni ambientalistiche, di consumatori e di categoria, è quello di provare a capire che cosa in questo momento la nostra società pensa che sia il progresso. Raccogliere questa percezione è fondamentale per offrire alla classe politica una visione che rispecchi il mandato degli elettori.

Leggi tutto

Nuovi indicatori di benessere

 Dopo aver offerto una ricostruzione storica del perché il PIL sia stato per molto tempo l’unico indicatore del benessere delle società, Giovannini illustra le iniziative internazionali che negli ultimi anni si sono concentrate sula ricerca di indicatori più completi per misurare il progresso. Dal Programma OCSE del 2007 agli esiti della Commissione Stiglitz-Sen-Fitoussi voluta da Sarkozy, l’indicazione è quella di analizzare i livelli di quattro forme di capitale: economico, umano, sociale, naturale.

Leggi tutto

La Sicurezza urbana e l’approccio collaborativo: un nuovo paradigma?

Quali sono i confini della sicurezza urbana e il ruolo dell’amministratore pubblico e del cittadino? I servizi e le infrastrutture delle pubbliche amministrazioni possono contribuire a far cooperare pubblico e privato?   Può la pubblica amministrazione utilizzare  i  social network e i differenti servizi di comunicazione, oggi sempre più diffusi e alla portata di tutti, come sistemi abilitanti per migliorare la percezione di sicurezza?

Leggi tutto