Cerca: Intervento, Qualità della vita, Atti FORUM PA 2011

Risultati 81 - 90 di 93

Risultati

Un risposta strutturale per l’adeguatezza del sistema previdenziale del futuro

Maurizio Petriccioli propone una riflessione sull’importanza, nelle riforme del  1995, della decisione di salvaguardare la presenza pubblica nel sistema previdenziale e sulla necessità di aprire una discussione condivisa per costruire il sistema del futuro. Un sistema che vada nella direzione di una omogeneizzazione di tutte le contribuzione.

Leggi tutto

Le politiche attive del lavoro per l’adeguatezza pensionistica

Nel suo intervento Domenico Proietti ricorda il ruolo del sindacato all’epoca delle riforme del sistema previdenziale del ’95 sottolineando come la condivisione delle scelte è un metodo che non va smarrito e anzi rafforzato, visto i risultati che dà. Nel momento si è assicurata la stabilità del sistema economico è il momento di passare ad una riflessione sull’adeguatezza delle prestazioni, che non può prescindere, però da uno sforzo dell’azione politica in direzione di una crescita economica dell’intero Paese.

Leggi tutto

Ricostruire il sistema pensionistico adottando un punto inclusivo rispetto alle nuove generazioni

Il sistema previdenziale italiano per Edoardo Gambaccini è all’avanguardia per quanto riguarda la capacità di assicurare una sostenibilità a medio lungo termine ed è stato anche preso a modello per alcune proposte inserite dalla Commissione Europea nel libro verde dedicato al tema delle pensioni. Tuttavia esso genera una serie di preoccupazioni per quanto riguarda la tenuta del sistema sotto il profilo sociale e l’adeguatezza dei trattamenti futuri.

Leggi tutto

Il contributo dell'INPADP alla stabilizzazione del sistema pensionistico.

Paolo Crescimbeni illustra gli interventi avviati dall’INPDAP per dare il proprio contributo alla stabilità del sistema pensionistico, che per lo più si sono concentrati nell’adeguarsi in maniera rapida ed efficiente alle nuove norme in materia di trattamento pensionistico dei dipendenti pubblici. Nella sua analisi Crescimbeni si sofferma sul fatto che nell’ambito del lavoro pubblico la previdenza complementare non è ancora riuscita a decollare ed è per questo che l’istituto sta avviando una serie di iniziative di comunicazione indirizzate ai propri utenti

Lo scenario del sistema previdenziale

Antonio Finocchiaro apre il convegno inquadrando il problema. Tre sono i fattori che da qualche anno a questa parte hanno portato ad una situazione non più governabile, e che deve essere necessariamente gestita in maniera innovativa: da una parte l’allungamento della vita, con il conseguente innalzamento dell’età media, in secondo luogo l’abbassamento del tasso di natalità, ed infine la crisi economica che ha rallentato la crescita del PIL e bloccato la incremento salariale.

Leggi tutto

Efficientamento energetico: acquisizione ed analisi dati per costruire il piano di risparmio

L’efficienza energetica può essere definita come il migliore utilizzo di energia generata per ottenere maggiori risultati (es. in termini di produzione, qualità, o di comfort percepito in caso di edifici civili), ovvero come una riduzione dell’energia generata in presenza di un “sostanziale” mantenimento degli obiettivi e della condizione operativa.

Leggi tutto

Smarter Building - Le nuove prospettive per la PA di valorizzazione e gestione del proprio patrimonio immobiliare abilitate dalla tecnologia

La PA possiede un ingente patrimonio immobiliare che, oltre ad essere una rilevante voce di costo, è complesso da gestire in termini di volumi,  mancanza di specifiche competenze e scarsità di informazioni a disposizione. 

Leggi tutto

Smarter Building - Le nuove prospettive per la PA di valorizzazione e gestione del proprio patrimonio immobiliare abilitate dalla tecnologia

La PA possiede un ingente patrimonio immobiliare che, oltre ad essere una rilevante voce di costo, è complesso da gestire in termini di volumi,  mancanza di specifiche competenze e scarsità di informazioni a disposizione. 

Leggi tutto

Soluzioni Smart per le città: il centro operativo di controllo

Il Centro Operativo per la Città è in grado di controllare l'andamento generale della città o dei dipartimenti all'interno della città, in maniera trasversale, e fornire agli amministratori in tempo reale la situazione, prendendo in esame ambiti quali la distribuzione e gestione delle acque, la sicurezza pubblica, i trasporti urbani, gli edifici e l'energia.

La Sicurezza urbana e l’approccio collaborativo: un nuovo paradigma?

Quali sono i confini della sicurezza urbana e il ruolo dell’amministratore pubblico e del cittadino? I servizi e le infrastrutture delle pubbliche amministrazioni possono contribuire a far cooperare pubblico e privato?   Può la pubblica amministrazione utilizzare  i  social network e i differenti servizi di comunicazione, oggi sempre più diffusi e alla portata di tutti, come sistemi abilitanti per migliorare la percezione di sicurezza?

Leggi tutto