Cerca: Intervento, Qualità della vita, Atti FORUM PA 2007

Risultati 1 - 10 di 124

Risultati

DOnne e TEcnologie, una DOTE per l’Italia

L’uso delle tecnologie in Italia e il digital divide, le prospettive di sviluppo per il Paese, il futuro dell’occupazione femminile e il ruolo delle donne nello scenario dell’innovazione. Su questi argomenti è intervenuta Beatrice Magnolfi, sottosegretaria per le Riforme e le Innovazioni nella Pubblica Amministrazione, nel corso del convegno “DOnne e TEcnologie una DOTE per l’Italia”, che si è svolto a Roma il 7 marzo 2008.

Leggi tutto

La Regione Puglia e l’utilizzo del sistema informativo del Demanio Marittimo

Maria Sasso sostiene che uno sviluppo duraturo, dal punto di vista socio-economico, si innesta direttamente nella cultura e negli stili di vita locali per fruire e valorizzare le risorse del territorio. Afferma che per questo motivo la Puglia ha scelto di restituire attenzione alle coste e alle spiagge, attraverso un grande lavoro di concertazione tra le categorie di operatori turistici, le associazioni ambientaliste e di tutela di consumatori, per arrivare ad una proposta di legge condivisa per la tutela delle coste.

Leggi tutto

La genesi dell'esperienza della Provincia di Roma nella raccolta differenziata porta a porta

Gianmario Baruchello introduce la tavola rotonda sull’esperienza della raccolta differenziata porta a porta nella Provincia di Roma. Il Relatore rievoca i primi passi di questo percorso compiuti dieci anni fa dall’amministrazione provinciale e da altre province del Lazio, evidenziando gli importanti risultati raggiunti, anche in termini della sensibilizzazione della popolazione. Tali risultati acquistano particolare rilevanza anche alla luce di un certo scetticismo iniziale sul fatto che la Provincia dovesse avere un ruolo di coordinatore pubblico in questo tipo di processi.

La gestione dei rifiuti attraverso il conferimento di funzioni alle Pubbliche Amministrazioni Locali

Per Camillo Piazza, la Provincia di Roma ha fornito un prezioso indirizzo in materia di raccolta differenziata dei rifiuti. Il Relatore pone in risalto la necessità di uscire dalla logica del commissariamento, soprattutto per Regioni quali Calabria e Campania, attraverso il conferimento di ruoli e funzioni alle amministrazioni locali. E’ necessario, inoltre, fare una distinzione tra ciò che si recupera e ciò che si riutilizza, e dare un forte impulso, anche a livello normativo, agli “acquisti verdi” da parte delle amministrazioni pubbliche.Leggi tutto

Cenni sull'impegno e gli interventi del dipartimento per rafforzare il contrasto della tratta degli esseri umani anche a fini di sfruttamento lavorativo e le attività a tutela delle vittime

Due interventi dal pubblico sul tema della violazione dei diritti umani. Mario Palazzi parla dello sfruttamento in campo lavorativo e del “traffico” della donna. Sottolinea la difficoltà della vittima di violenza a riconoscersi tale, assieme ad un diffuso luogo comune sulla presunta normalità di questo fenomeno. Descrive le azioni del governo del sistema di selezione e finanziamento dei programmi (articolo 18). Parla del ruolo dell’informazione determinata dai media sui temi riguardanti la tratta di esseri umani e lo sfruttamento sul lavoro.

Considerazioni sui processi di gestione differenziata dei rifiuti

Per Corrado Carrubba è evidente che su alcune questioni, che riguardano il funzionamento della raccolta differenziata, è necessario fare chiarezza normativa, al fine di agevolare gli operatori e chi ha il compito di effettuare i controlli sul territorio. Comprendere cosa è la raccolta differenziata, in quali fasi si articola e quali sono le responsabilità giuridiche, permette ai diversi soggetti coinvolti di operare in maniera efficace.Leggi tutto

L'attivazione della raccolta differenziata come risultato della sinergia politico-amministrativa: le esperienze italiane

Attilio Tornavacca sintetizza le motivazioni che hanno portato la Provincia di Roma alla scelta strategica della raccolta differenziata porta a porta dei rifiuti. Le esperienze nazionali dimostrano come per raggiungere il 35% di raccolta differenziata sia necessario introdurre un sistema di domiciliazione del recupero.Leggi tutto

La formazione come leva strategica per i cambiamenti culturali

Silvia Della Monica sottolinea l’importanza della formazione sia interna alle istituzioni che verso l’esterno della società. La ritiene infatti una leva fondamentale per agire sul cambiamento culturale necessario per realizzare politiche di rispetto di diritti e di pari opportunità. Traccia un excursus storico sull’inquadramento istituzionale del testo unico sull’immigrazione e sulla nascita degli organismi che in Italia si occupano di diritti umani.

Luci ed ombre sulla gestione dei rifiuti nella Regione Lazio

Per Lorenzo Parlati l’aspetto più positivo dell’incontro è che sia parlato non delle cose che dovrebbero essere fatte, ma delle cose che sono state già realizzate. 150.000 abitanti che adotteranno il nuovo sistema di raccolta differenziata porta a porta nella Provincia di Roma, non sono un dato irrilevante e Legambiente, da parte sua, ha sostenuto in tutti i modi l’iniziativa sul territorio. Le preoccupazioni dell’Associazione, invece, riguardano la situazione delle discariche e dello smaltimento illegale dei rifiuti in altre realtà della regione Lazio.

La sperimentazione del Comune di Roma in materia di raccolta differenziata

Dario Esposito evidenzia l’importante lavoro che la Provincia di Roma sta svolgendo sulla raccolta differenziata dei rifiuti, attraverso il coinvolgimento dei Comuni dell’area vasta. Il Comune di Roma, pur non partecipando al bando allo scopo lasciare spazio alle altre amministrazioni comunali, ha dato vita ad una sperimentazione presso il quartiere Colli Aniene in collaborazione con l’AMA. Il coinvolgimento dei cittadini, attraverso incontri ed assemblee pubbliche, si è rivelato una componente critica ma fondamentale.Leggi tutto