Cerca: Intervento, diritto alla salute

Risultati 31 - 38 di 38

Risultati

La valorizzazione del patrimonio immobiliare sanitario

Per Angelo Tanese non è possibile parlare di gestione del patrimonio immobiliare sanitario, senza approfondire i temi del processo di aziendalizzazione delle USL, del risanamento economico e del rientro dal disavanzo delle Regioni. La valorizzazione del patrimonio all’interno di un’azienda sanitaria è strettamente connessa con la cultura dell’organizzazione e con il tipo di tipo processi che si intendono realizzare: indubbiamente, il processo di aziendalizzazione ha dato un forte impulso al cambiamento ed all’innovazione.

Progettazione di un sistema di workflow documentale a supporto delle attività di accreditamento del centro regionale ECM

Maria Teresa Manoni descrive gli obiettivi del centro regionale per l’Educazione Continua in Medicina (ecm) nato per gestire l’accreditamento delle attività formative realizzate da soggetti pubblici e privati. Manoni illustra le attività e le procedure del centro. Presenta un progetto finanziato del Ministero della Salute per la creazione di un’anagrafe nazionale attraverso il consorzio Cogeaps. Aggiunge che il centro regionale ecm consente di avanzare le procedure per via telematica da parte di ogni utente.Leggi tutto

L’esperienza del Ministero della Salute in materia di Twinning

Il Ministero della Salute si interessa ai Twinning dal 2004 ed ha attualmente in corso progetti con la Polonia, per la valutazione dell’impatto sanitario ambientale, con la Bulgaria, per la riorganizzazione di due aree ospedaliere e il rafforzamento della rete di allerta in caso di malattie epidemiologiche e con la Slovacchia, per migliorare la sicurezza dei trapianti di organo.Leggi tutto

La sindrome dell'edificio malato

Borghesi analizza i problemi di salute e di confort che presentano gli ambienti confinati di tipo non industriale. Tra gli effetti dell’inquinamento dell’aria indoor sulla salute vi è la “Sindrome da Edificio Malato”, una patologia che colpisce principalmente coloro che lavorano in edifici con impianti di ventilazione degradati che, anziché ricambiare l’aria, riciclano aria viziata portando batteri, gas nocivi ed altro materiale inquinante.Leggi tutto

La valutazione economica delle prestazioni territoriali e domiciliari

Angela Testi analizza la questione legata all’assistenza domiciliare dal punto di vista dell’impatto economico partendo da due aspetti: l’emergere di nuovi bisogni e conseguentemente la necessità di nuove risposte. I problemi principali a cui si deve trovare una soluzione sono legati ai modelli organizzativi, ai LEA e all’assenza di informazioni relative al tema. Angela Testi pone l’accento sull’importanza della presa in carico del paziente, operando su vari livelli, includendo anche la famiglia stessa nell’ottica di creare una rete di attori che non sia solo una rete tecnologica.

Una scuola in ospedale

Programmazione ed effettuazione di videolezioni realizzate tra i bambini ospedalizzati e le scuole primarie e secondarie di primo grado. Partecipano inoltre alle videolezioni bambini oncologici dimessi dal nosocomio ma costretti a lunghe degenze a casa tramite l'ausilio di pc portatili acquistati tramite i fondi del progetto.

Trasferimento di know-how e formazione nell’ambito della protezione solare: una collaborazione tra Italia e Brasile.

Microna è una piccola impresa italiana, riconosciuta dal Ministero della Salute e dal Ministero dell’Università e della Ricerca, spiega Silvia Gatti, che si occupa di servizi, tecnologie innovative.

Leggi tutto

Trasferimento di know-how e formazione nell’ambito della protezione solare: una collaborazione tra Italia e Brasile.

La fotoprotezione è un argomento fondamentale soprattutto con l’approssimarsi della stagione estiva, afferma Cecilia Anselmi. Basta ricordare quali siano gli effetti biologici delle radiazioni sulla cute, eventi acuti da una parte, come la pigmentazione, eventi cronici, dall’altra. Studi epidemiologici hanno dimostrato che il problema è particolarmente sentito anche in Brasile, nonostante la popolazione non appartenga ad uno di quei fototipi a rischio 1 e 2, occhi chiari e pelle chiara.

Leggi tutto