Cerca: Intervento, Governance, Atti FORUM PA 2009, politiche sociali

9 risultati

Risultati

Le professioni: risorsa per il nuovo welfare

Amedeo Bianco loda l’approccio multidisciplinare al tema della vita buona in una società attiva che è contenuto nel libro bianco e che conferma come un moderno welfare debba essere il punto di sintesi di tante politiche che devono coordinarsi e cooperare: quelle del lavoro, quelle della sanità e quelle dell’assistenza. In questo senso Bianco sottolinea l’importanza dell’apporto delle professioni sanitarie nella governance del sistema e difende il servizio pubblico e il modello Beveridge al quale il sistema di welfare italiano fa riferimento.

Integrazione socio sanitaria e assistenziale per garantire equità e diritti

Nella situazione attuale che caratterizza l'Italia, l'integrazione tra il socio-sanitario e il socioassistenziale rischia di non realizzarsi completamente a causa delle caratteristiche peculiari e differenti dei due sistemi. Naldoni si sofferma sull'importanza del territorio e degli interventi ai vari livelli di governo con un maggiore coinvolgimento degli enti locali e centrali.

Le azioni di governo per arginare la crisi e sostenere le famiglie

Marino espone le misure adottate per sostenere le famiglie in un momento di crisi economica così grave ed esteso nel nostro paese. Nonostante ci siano notevoli difficoltà a creare sinergie tra il governo centrale, regioni e enti locali sulla totalità e complessità dei temi da affrontare, esistono casi in cui si è riusciti a collaborare per portare a termine importanti progetti di sostegno alle famiglie

Donne nella PA: gli ostacoli da abbattere e gli obiettivi da raggiungere

Il basso numero di donne tra i vertici apicali della Pa conferma un dato di fatto inconfutabile: esistono tutt'oggi numerosi ostacoli che impediscono alle donne di crescere professionalmente. Il Governo e il Ministero delle Pari Opportunità lavorano l'uno accanto all'altro per creare le giuste condizioni per facilitare la vita personale e professionale di una donna. Si avverte infatti il bisogno di creare un sistema sociale che aiuti e sostenga concretamente le donne e tutte quelle categorie più deboli.

I nodi da affrontare per realizzare gli obbiettivi del libro bianco

Mengozzi esprime l’apprezzamento di Federsanità per il libro bianco sul nuovo modello di welfare ma sottolinea l’esigenza di capire come passare dai contenuti alle azioni con essi compatibili. Integrazione fra le funzioni sociali e quelle sanitarie, integrazione dei processi nazionali e di quelli regionali, risorse certe a sostegno dei LIVEAS, fondo sociale e fondo sulla non autosufficienza sono alcuni dei nodi che Mengozzi indica da sciogliere per realizzare gli obbiettivi prefissi dal libro bianco.

L'integrazione socio-sanitaria in Campania

Esposito analizza la complessità dei problemi sociali e sanitari della Campania e sottolinea la necessità di declinare i bisogni complessi ed essenziali della cittadinanza in diritti. Purtroppo la situazione economica di questi anni produce effetti nefasti e con l'aumento dei bisogni dei cittadini le risorse diminuiscono sempre più. Esposito presenta il piano e i progetti portati avanti dalla Regione Campania sul tema dell'integrazione socio-sanitaria.

La risposta de Comune di Genova alla crisi

Come fronteggiare la crisi che colpisce così tante famiglie? La risposta del Comune di Genova sta nelle agevolazioni per l'accesso al credito da parte di nuclei familiari con particolari caratteristiche. Lidia Bocca illustra il progetto e le fasi che seguiranno dopo l'individuazione dell'Istituto Bancario attraverso un apposito bando di gara.

Gli interventi dei Comuni a sostegno delle famiglie, imprese e del territorio

Cittalia ha condotto un'analisi rivolta a circa 100 Comuni ai quali è stato chiesto quali misure hanno adottato per fronteggiare la crisi economica che colpisce, famiglie, imprese e territorio. Testa analizza alcuni degli interventi presi a sostegno di privati e imprese mettendo in evidenza anche le maggiori preoccupazioni degli enti locali per il futuro, per il quale si prevede una maggiore domanda di servizi per cittadini e aziende con un aumento conseguente di costi e una riduzione, purtroppo, delle entrate.

Il recupero della città come chiave di volta per la ripresa dalla crisi

In periodi di forte crisi diventa fondamentale la collaborazione tra governo centrale, regioni e enti locali. Nel caso della città di Napoli si è puntanto molto su pacchetti anticrisi studiati e realizzati in armonia tra le parti coinvolte e mirati a problemi concreti. Ma per il rilancio completo dell'economia, tenendo in considerazione le specificità di una città come Napoli, Oddati considera necessario partire dal rilancio della città nella sua complessità.