Cerca: Intervento, Governance, Atti FORUM PA 2009

Risultati 71 - 80 di 86

Risultati

Italia federata / full outsourcing

Nel suo intervento, Giuseppe Tilia ripercorre le idee che hanno guidato la concezione e la realizzazione del sistema SPC, sottolineando le conferme e le criticità emerse a tre anni dalla gara e prospettando gli sviluppi futuri, nell’ottica dell’azienda Telecom

Aiuti a famiglie e imprese: la chiave per risolvere la crisi

Per far fronte ai problemi causati dalla forte crisi economica, il Comune di Reggio Emilia ha individuato due principali categorie di destinatari da sostenere attraverso azioni mirate: le famiglie e le imprese. Il Comune ha adottato misure a sostegno delle imprese, attraverso l'agevolazione al credito, e alle famiglie, attraverso accordi con Istituti bancari per facilitare l'accesso ai mutui a tassi agevolati.

Il ruolo delle autonomie locali per far fronte alla crisi economica

Frieri analizza le criticità esistenti nell'attuale gestione della crisi e degli aiuti rilasciati a famiglie e imprese e spiega quale ruolo possono ricoprire le autonomie locali nella gestione della crisi.

La risposta de Comune di Genova alla crisi

Come fronteggiare la crisi che colpisce così tante famiglie? La risposta del Comune di Genova sta nelle agevolazioni per l'accesso al credito da parte di nuclei familiari con particolari caratteristiche. Lidia Bocca illustra il progetto e le fasi che seguiranno dopo l'individuazione dell'Istituto Bancario attraverso un apposito bando di gara.

Alamaviva per i servizi su SPC

Nel suo intervento Antonio Amati adotta la prospettiva del cittadino, utente finale della pubblica amministrazione. Quali vantaggi poterebbero venire dalla piena implementazione di SPC? Quali nuove modalità potrebbero adottarsi nell’erogazione e nella fruizione di servizi su SPC? Prospettive ed esempi dall’esperienza Almaviva.

Il recupero della città come chiave di volta per la ripresa dalla crisi

In periodi di forte crisi diventa fondamentale la collaborazione tra governo centrale, regioni e enti locali. Nel caso della città di Napoli si è puntanto molto su pacchetti anticrisi studiati e realizzati in armonia tra le parti coinvolte e mirati a problemi concreti. Ma per il rilancio completo dell'economia, tenendo in considerazione le specificità di una città come Napoli, Oddati considera necessario partire dal rilancio della città nella sua complessità.

Circolarità anagrafica e territorio provinciale

Partendo dall’esperienza della Provincia di Brescia, Raffaele Gareri affronta il tema della circolarità anagrafica dal punto di vista dei benefici per il territorio. La finalità è lo sviluppo di servizi diffusi sul territorio provinciale, per cui, a fronte di una serie di fattori abilitanti e in un’ottica di sistema, la Provincia può rivestire un ruolo molto importante.

Infomobilità interregionale, una proposta di lavoro

Lorenzo Capizzi propone un approccio interregionale alla questione dell’infomobilità, sottolineandone opportunità e vantaggi. L’approccio proposto è in via di evoluzione: dall’analisi dei piani regionali all’elaborazione del piano interregionale, dall’elezione di ICAR come sistema di riferimento alla costituzione di gruppi di lavoro per l’individuazione dei task di progetto.

ProDe - Progetto Dematerializzazione per le Regioni

"Franco Gola presenta ProDe - Progetto Dematerializzazione, azione cooperativa finalizzata all’accelerazione del processo di dematerializzazione nelle Regioni aderenti. Si parte dalle diverse esperienze già realizzate per definire un modello comune di riferimento con specifici piani di rilascio regionali. Approfondisce gli obiettivi di progetto, l’articolazione in task centrali e radiali, la governance, la prospettiva di benchmarking e riuso. "

Progetto interregionale Contenuti Digitali

Giancarlo Galardi presenta “Contenuti Digitali”, una proposta di intervento per la realizzazione di interventi integrati per lo sviluppo, l’adozione e l’utilizzo delle tecniche digitali per la valorizzazione dei patrimoni culturali locali in ambito interregionale. Le Regioni hanno un ruolo centrale - spiega - perché possono aggregare i contenuti digitali sul territorio, innescando processi di filiera piuttosto che verticalità regionali. Il sistema operativo e progettuale a cui si fa riferimento è ICAR.