Cerca: Intervento, qualità della vita

Risultati 21 - 30 di 61

Risultati

Quali modelli per lo sviluppo della città futura?

Carlo Mochi Sismondi modera l'incontro partendo dalle domande "ha senso parlare della costruzione delle smart cities in questo momento di crisi?" e "Quali sono le priorità e gli ostacoli maggiori in questo processo?"

Punto fermo di questo percorso, sottolinea Mochi Sismondi, è la necessità di liberare la P.A. dai lacci e laccioli che la bloccano e superare l'ancor troppo presente burocratizzazione dell'ovvio. Bisogna mettere in evidenza le nuove frontiere , immaginare il domani e il tema delle smart cities offre uno squarcio in questa direzione.

Cooperative, Unità Complesse di Cure Primarie e presidi territoriali di assistenza primaria

L'integrazione socio-sanitaria non è ancora divenuta una sinergia diffusa sul territorio. L'elemento mancante è che il medico di famiglia non ha messo in piedi un modello organizzativo di carattere imprendioriale. Antonio Di Malta racconta come A.N.Co.M. ha cercato di dare una concreta relizzazione ad un assetto imprenditoriale della medicina generale.

I green jobs nel settore delle energie rinnovabili

Serena Rugiero presenta i risultati della ricerca condotta dall'IRES sulle nuove professionalità nell'ambito della green economy energetica con specifico focus sulle fonti rinnovabili. Si tratta di un settore molto dinamico che consente di toccare con concretezza la green economy energetica per comprendere se essa è in grado di svolgere il ruolo di leva per il rilancio produttivo ed occupazionale coniugando la sostenibilità ambientale con quella economica valorizzando quella sociale.

Leggi tutto

Mobilità intelligente: le sfide di governance per la sostenibilità.

Mario Villa riunisce intorno alla nozione di “sostenibilità” i concetti che contribuiscono a misurare quanta intelligenza viene posta nelle politiche per le città e i territori. In questo senso – dice Villa – occorre programmare la mobilità contestualmente ai progetti di espansione urbana attraverso strumenti che facciano leva sulla cooperazione tra enti, sulla co-progettazione e sulla sussidiarietà,  intesa sia in senso orizzontale che verticale.

Intervento al convegno " Integrazione sociosanitaria per la presa in carico della cronicità: nuovi modelli di servizio per la qualità e la continuità delle cure"

Confcooperative sta attuando dei progetti riguardo la medicina del territorio e la sinergia fra le varie componenti che il territorio esprime cercando di contribuire a creare un concetto di filiera per una presa in carico del paziente che genera una continuità assistenziale di qualità. Da poco è nata la federazione sanitaria di Confcooperative, gli attori che la compongono sono quattro: il comparto medico composto da medici di medicina generale, il comparto delle farmacie, quello delle cooperative ad alta assistenza sanitaria e quello delle mutue.

Leggi tutto

Cooperative banche dati e governo clinico

Giovanni Arpino parte da un'analisi del Servizio Sanitario Nazionale per illustrare la realtà nel corso degli anni del governo clinico.

Passa poi a quelle che sono le proposte delle cooperative per la costruzione di un modello nazionale di governo clinico e alle modalità di applicazione di tali proposte illustrando l'esperienza di Campania Medica, la prima grande banca dati regionale della medicina generale.

Il governo clinico deve rappresentare il faro che guida il cammino di medici e amministratori.

Intervento al convegno "La torsione verde: opportunità imprenditoriali e occupazionali della green economy"

Antonio Strambaci Scarcia parla degli strumenti strategici necessari per una pervasività territoriale di utilizzo sincronico e sistemico delle risorse che purtroppo sono scarse. Non vanno attuati interventi micro ma interventi integrati di grandi dimensioni dove è possibile anche sperimentare le innovazioni tecnologiche. In tali progetti però lo sforzo deve essere rivolto al territorio, cercando di trasferirvi le conoscenze tecnologiche per creare effetti di filiera.

Leggi tutto

Il ruolo centrale dei Comuni italiani per l’innovazione.

Dopo aver sottolineato che sono proprio i momenti di crisi quelli in cui bisogna investire sull’innovazione, Mattero Renzi evidenzia come l’attuale dibattito sul federalismo non stia dando la giusta importanza alla centralità dei Comuni. L’innovazione tecnologica, dice ancora Renzi, non può essere lasciata solo agli addetti ai lavori, ma deve permeare tutti i settori ed essere al centro della proposta politica. Condizione necessaria, però, è che il Parlamento prenda il coraggio per semplificare in modo trasparente le procedure burocratiche immobiliste che stritolano le Municipalità.

Intervento al convegno " Integrazione sociosanitaria per la presa in carico della cronicità: nuovi modelli di servizio per la qualità e la continuità delle cure"

Per giungere all'integrazione bisognerebe partire dall'interazione. La sostenibilità complessiva del sistema sanitario è a rischio, è necessario riflettere accuratemente sulle scelte da prendere. Bisogna definire il ruolo delle cooperative e anche capire quanto la condivisione di linee guida per l'integrazione sociosanitaria può rappresentare rispetto alla sfida costituita dalla sostenibilità, individuare che contributo si puo dare.

Introduzione al convegno "La torsione verde: opportunità imprenditoriali e occupazionali della green economy"

Giuseppe Roma afferma che siamo di fronte ad un nuovo paradigma tecnologico che si fonda su un uso più razionale e prduttivo delle risorse energetiche esistenti. La green economy ha un contatto diretto con la capacità di applicare al mondo delle imprese il progresso tecnologico e scientifico. E' necessario però che cambi l'atteggiamento delle persone e che l'opinione pubblica sia più attenta a questi temi. Bisogna capre se l'Italia vuole "cavalcare" questo nuovo paradigma tecnologico per risollevare il futuro economico e ambientale del nostro Paese.

Leggi tutto