Cerca: Intervento, Efficienza, ordini professionali

10 risultati

Risultati

Norme chiare, innanzitutto. Le priorità per i geometri

Farncesco Mazzoccoli interviene al convegno “Professionisti e dematerializzazione degli adempimenti”, proponendo una breve riflessione sulla centralità della figura del geometra nei territori italiani e sulle istanze della categoria nel rapporto con gli enti locali. “L’esigenza di norme chiare – afferma – è prioritaria, superando in urgenza e necessità anche quella di strumenti semplici ed efficaci in ambito di dematerializzazione”.

Il processo di dematerializzazione nel settore dell’edilizia

Massimiliano Spada parte da una constatazione: nell’ambito dell’edilizia è molto difficile mantenere la logica del processo. Conseguenza diretta  di questo – osserva - è che i “dirigenti hanno praticamente l’ufficio in procura e i professionisti passano l’80% del loro tempo a sbrigare pratiche amministrative”.  Dunque, dove e come intervenire per sanare la situazione? “Il primo punto – sostiene Spada - è mettersi attorno a un tavolo e stabilire le regole. Nel settore dell'ediliza abbiamo, più che altrove, bisogno di certezza nelle dichiarazioni e nelle responsabilità”.

Leggi tutto

I commercialisti, l’informatizzazione, i servizi telematici, la dematerializzazione

Claudio Bodini sottolinea come gli ordini professionali siano un trait d’union fondamentale sui territori tra pubblica amministrazione e cittadini. Ricordando come l’Italia stia cavalcando, su alcuni temi, l’onda della digitalizzazione dei servizi pubblici,  presenta i primi risultati del progetto che l’Ordine dei dottori commercialisti ed esperti contabili sta portando avanti con il Politecnico di Milano. “Attraverso un software – spiega - andiamo a monitorare gli aspetti della fatturazione elettronica e della dematerializzazione applicata negli studi professionali.

Leggi tutto

La progettazione di SIPEM-ANCITEL, il sistema on line per le pratiche edilizie

Giovanni Guerrieri presenta SIPEM-ANCITEL, il sistema on line per le pratiche edilizie. “Quello che, con collaborazioni importanti, abbiamo messo a punto è un vero e proprio modello finalizzato a rendere la pratica autoconsistente nel suo intero ciclo di vita”. Nel dettagliare le fasi della progettazione, Guerrieri spiega come si è arrivati a questo modello. “Tre sono i punti principali su cui abbiamo lavorato: autenticazione del professionista, divulgazione degli strumenti di autenticazione, responsabilità del dirigente comunale”.

Leggi tutto

Iter certi e certficazione garantita. Cosa chiedono gli architetti alla dematerializzazione

Nella visione di Antonio Gatto, per l’Ordine degli architetti quella della dematerializzazione è una rivoluzione epocale, equiparabile al passaggio dal tecnigrafo al computer. Proponendo un’analisi dello stato dell’arte nel settore di sua competenza, si dice convinto che a mancare non siano tanto le risorse né le competenze tecniche all’interno della pubblica amministrazione locale, quanto piuttosto le sinergie. “Per il nostro settore  - sostiene - nel progettare i processi di dematerializzazione bisogna partire  dalle cose che danno un beneficio a professionisti e cittadini.

Leggi tutto

Professionisti e dematerializzazione degli adempimenti. Il professionista come pubblico ufficiale

Nel suo intervento Matteo Capuani presenta una proposta di collaborazione tra il Consiglio Nazionale Architetti Pianificatori Paesaggisti Conservatori e la pubblica amministrazione locale in un settore ben preciso, che è quello dell’edilizia. L’oggetto è la presentazione delle pratiche relative al Testo Unico sull’Edilizia.

Leggi tutto

Gli ordini professionali, motore della digitalizzazione nella pubblica amministrazione

Anna Ceci apre il convegno “"Professionisti e dematerializzazione degli adempimenti”, sottolineando come nel processo di digitalizzazione della pubblica amministrazione gli ordini professionali siano al tempo stesso testimoni e motori del cambiamento. “Come policymaker – spiega – articoliamo la strategia di digitalizzazione su tre livelli, dal mettere a sistema le esperienze già presenti sui territori al potenziamento normativo, attraverso il nuovo CAD, fino al far leva su chi ha interesse a che le cose cambino”.

Leggi tutto

I Consulenti del lavoro per la dematerializzazione

Pietro Panzetta, intervenendo al convegno “Professionisti e dematerializzazione degli adempimenti” presenta la prospettiva dei Consulenti del lavoro. “Da qualche anno -  spiega  - l’Ordine dei Consulenti del lavoro sta facendo investimenti importanti per la dematerializzazione”.

Leggi tutto

Certezza della norma e semplificazione per una dematerializzazione che funzioni

Giuliano Villi tira le fila di quanto emerso dalle diverse prospettive presentate nel convegno “Professionisti e dematerializzazione degli adempimenti”. “Il minimo comun denominatore – afferma – mi sembra essere il bisogno di certezza delle norme e l’esigenza di semplificazione delle stesse norme e della loro interpretazione”.  Elementi importanti dello sforzo in atto in materia di dematerializzazione - continua - sono l’informazione, la formazione, il commitment politico e un’auspicabile crescita dell’attenzione agli effetti positivi per l’ambiente.

Cassa Italiana Previdenza e Assistenza Geometri per la dematerializzazione

Nel suo breve intervento, Diego Buono propone una disamina degli impegni  assunti da Cassa Italiana di Previdenza e Assistenza Geometri al fine di agevolare i rapporti tra professionista e pubblica amministrazione. Dalla Convenzione con Ancitel e Consiglio Nazionale Geometri, fino a quella con Aruba per assicurare la diffusione e l'uso della PEC, della firma digitale e della certificazione di ruolo. E conclude: “Nell’importante impegno profuso nei processi di dematerializzazione non va dimenticato che un elemento critico è la standardizzazione”