Cerca: Intervento, Efficienza, PMI

Risultati 1 - 10 di 18

Risultati

Le Agenzie delle Imprese, ovvero come l’intervento di soggetti privati può semplificare i procedimenti amministrativi

In Italia il 70% dei procedimenti amministrativi non sono discrezionali e quindi non c’è necessità che vengano evasi dalla Pubblica Amministrazione. Il D.Lgs. 112/2008 ha decretato che questo tipo di procedimenti possono essere svolti anche da soggetti privati che affiancano o sostituiscono gli Sportelli Unici per le Attività Produttive. Le organizzazioni della piccola e media impresa, aderenti a Rete Imprese Italia, Confartigianato, Confesercenti, CNA, Confcommercio e Casartigiani si stanno muovendo per questo importante appuntamento che sta entrando nella fase operativa.

Leggi tutto

L'Italia a confronto con i paesi avanzati

L’intervento di Siriana Salvi intende fare il punto sulla qualità della regolazione in Italia a confronto con quella degli altri Paesi avanzati partendo dalle molte indagini svolte in materia. Dai benchmarking internazionali emerge come il quadro normativo italiano sia molto avanzato, come in Italia vi sia un elevata capacità istituzionale e di disegno delle politiche, ma come contemporaneamente l’ambiente regolatorio sia molto rigido e si debbano scontare notevoli ritardi dal punto di vista del sistema fiscale, del mercato del lavoro e della giustizia civile.

Leggi tutto

La semplificazione in Regione Campania

 

In Campania si è scelto di non dedicare alla semplificazione un Assessorato ad hoc, ma di tenere la delega all’interno della Presidenza di Giunta per agire più facilmente sulla regia dei processi. Esiste in Regione una forte problematicità legata alla stratificazione normativa dei provvedimenti di semplificazione; Antonio Ferrara illustra gli interventi messi in campo per rafforzare gli strumenti di delegificazione (sono state individuate 480 leggi da eliminare attraverso una nuova legge sulla semplificazione) e avviare un’efficace analisi d’impatto della regolazione.

La nuova agenda della qualità della regolazione: la Smart regulation

La riforma della regolamentazione e la riforma organizzativa dell’amministrazione pubblica sono due mondi che l’intervento di Lorenzo Allio propone di interpretare insieme. Gli strumenti di controllo e coordinamento propri della strategia di better regulation si conoscono, eppure il problema dell’inflazione regolamentativa sembra essere un problema ben lungi dall’essere risolto. Forse però il problema non è solo nella quantità delle regole, ma anche nel modo in cui esse vengono comunicate e integrate tra loro.

Leggi tutto

La semplificazione come Multi-Level policy

 

Dopo aver condotto la sessione mattutina, Silvia Paparo introduce i lavori della sessione pomeridiana della Giornata della Semplificazione 2011. La sessione è dedicata alla condivisione delle politiche di semplificazione tra Stato, Regioni e Autonomie Locali. Oltre che nelle Regioni tradizionalmente all’avanguardia, si stanno sviluppando nuove esperienze anche in territori storicamente meno impegnati in questo campo. Una tendenza – spiega la Paparo – testimoniata anche dalla presenza sempre più numerosa di Assessori alla Semplificazione Normativa nelle Giunte. 

Lo stato dell’arte in Sicilia dopo la Legge Regionale sulla semplificazione

La semplificazione dal punto di vista delle imprese

Confartigianato ha svolto un’indagine con i suoi associati sulla percezione dello sforzo fatto in questi anni per la riduzione degli oneri amministrativi. È emerso un disagio degli imprenditori per la perdurante mancanza di disponibilità di informazioni utili in relazione agli obblighi, un problema che genera la necessità di rivolgersi agli intermediari anche per livelli molto bassi di qualificazione.

Leggi tutto

Il coordinamento tra i diversi livelli istituzionali nelle politiche di semplificazione

Andrea Simi conclude il panel dedicato al ruolo delle Regioni e degli Enti Locali ripercorrendo gli interventi dei diversi relatori e soffermandosi sugli obbiettivi della seconda fase di semplificazione, che deve essere caratterizzata da un’opera di disboscamento normativo a seguito di precise attività di misurazione e dall’adozione di precise metodologie condivise. Una battuta specifica Simi la dedica alla valutazione ex ante delle norme sugli oneri amministrativi, una pratica che a suo avviso sarebbe da rafforzare con urgenza.

L’agenda di governo “Lombardia semplice”

Riorganizzare per semplificare: la sfida di Roma Capitale

Nel febbraio 2011 Roma Capitale ha presentato il primo Piano Strategico di Sviluppo della città, da quest’evento Di Gregorio parte per illustrare le attività di semplificazione portate avanti dall’Istituzione Roma Capitale, ex Comune di Roma. Già questa prima riformulazione istituzionale – che porta ad un territorio amministrato pari alla somma delle 9 maggiori città italiane dopo Roma – è un primo passaggio verso la semplificazione.

Leggi tutto