Cerca: Intervento, Accountability, Atti FORUM PA 2010

Risultati 31 - 40 di 63

Risultati

Un PA ordinata in standard. Effetti del decreto legislativo 198/2009

“Il decreto legislativo 198/2009 introduce uno strumento che in altri tempi (non troppo lontani) sarebbe stato considerato eversivo”.  Così Giovanni Guzzetta introduce il confronto sulla disciplina dell’azione collettiva contro la pubblica amministrazione, formalizzata dopo un acceso confronto tra le parti interessate. “La disciplina ha una sua coerenza e indubbi elementi di novità.  L’intera attività amministrativa, ovvero della pubblica amministrazione e dei concessionari dei servizi pubblici – sottolinea - si troverà ordinata in standard qualitativi ed economici”.

L'open government data, molla dell'economia immateriale

“La trasparenza può davvero far scattare la molla dell’economia immateriale. E’ questo che i politici ancora non si son fatti ben raccontare dai loro consulenti ed è questo che noi i dovremmo riuscire a  spiegargli”. Così Gianluigi Cogo apre la sua presentazione sugli open government data, sottolineandone il potenziale valore economico e di sviluppo. “Dobbiamo lavorare – spiega - fianco a fianco delle amministrazioni per passare da un e-government di stampo fordista - industriale alla vera e propria liberalizzazione dei dati”

Il Barometro della qualità effettiva dei servizi pubblici. Oltre l’efficacia

Nereo Zamaro ripercorre il lavoro che ha portato alla costituzione del Barometro della qualità effettiva dei servizi pubblici, alla cui sperimentazione hanno aderito INPS e ACI. Al centro un indicatore sintetico della qualità amministrativa e dei servizi, in un percorso che, partendo dalla definizione di qualità effettiva, ha portato alla  declinazione in dimensioni e indicatori standardizzati. "L'obiettivo - spiega  - è quello di raccogliere dati confrontabili nel tempo, fornendo informazioni non solo sull'efficacia dei servizi, ma anche sulla reputazione dell'amministrazione".

Gli sviluppi del Manifesto Amministrare 2.0. I Documenti di supporto

“Il Manifesto Amministrare 2.0, frutto dei lavori della non – Conferenza Amministrare dello scorso anno, è sempre aperto, condiviso, emendabile. Il livello successivo che inauguriamo nella non –Conferenza di quest’anno è associare al Manifesto dei Documenti di supporto, degli approfondimenti tematici”. Così Gianni Dominici introduce i lavori della non – Conferenza 2010  centrata sul tema degli Open Government Data, illustrando la metodologia che guiderà i lavori del gruppo durante i mesi successivi. 

L’azione collettiva contro la PA vista dai cittadini attivi

Cittadinanzattiva vede nella disciplina dell’azione collettiva contro la PA pregi e difetti. Teresa Petrangolini li spiega con chiarezza e sintesi, proponendo concrete opzioni di miglioramento della legge.  “Nel frattempo – chiarisce - Cittadinanzattiva  ha scelto di usare la legge cercando di renderla il più possibile favorevole al cittadino e di considerare validi gli standard già esistenti in Carte dei servizi e leggi”.

Processo di programmazione e controllo

Presso la ASLn.3-Umbria ha preso il via un nuovo processo di Programmazione e Controllo con lo scopo principale di tracciare le linee strategiche aziendali e le priorità di intervento, ponendo attenzione alle direttive di programmazione  e controllo regionale.A tal fine è stata definita ed applicata una nuova metodologiadel processo di budgeting, con attenzione alle politiche per il miglioramento della qualità assistenziale nel suo complesso.

Leggi tutto

La legittimazione sociale del ruolo del notaio

Il notaio è una figura professionale che presenta delle particolarità: è un libero professionista ma allo stesso tempo è un pubblico ufficiale. Il limite di questa professionalità si esprime nel fatto che, spesso, le logiche privatistiche predominano sulla logica di servizio alla collettività, disegnando un immagine del notaio arroccato nel proprio ufficio, la cui utilità sociale spesso non viene compresa.

Leggi tutto

Il Progetto Quadrifoglio per la valorizzazione della professione del notaio: dall’analisi alla strategia

Attraverso una indagine sulle aspettative degli stakehorder, cittadini, notai e istituzioni; Methodos, ha cercato di descrivere il contesto nel quale opera il notariato .L’obiettivo dell’analisi è stato quello di identificare la missione, definire cioè lo stato e la funzione del notariato prima di porre in essere gli interventi, e la visione, ovvero gli obiettivi da raggiungere nell’arco di tre/quattro anni.

Leggi tutto

Creare valore attraverso la comunicazione: coesione e rivalutazione sociale della professione notaio

Il notariato si presenta con una struttura piuttosto complessa caratterizzata da 94 distretti territoriali, ramificati e distribuiti sul tutto il territorio e dotati di autonomia. Amministra 5 mila notai, e si avvale della collaborazione di 16 scuole, la cui funzione è quella di favorire l’accesso alla carriera notarile,  e di una fondazione che gestisce la parte scientifica e di approfondimenti culturali. Il centro e la periferia non sono legate da un rapporto gerarchico.

Leggi tutto

La rilevazione delle assenze nella P.A.: La metodologia di analisi e la sintesi dei risultati del monitoraggio

Anna Ceci  presenta il sistema di rilevazione delle assenze per malattia del Ministero della pubblica amministrazione e l’innovazione, delineato nella più ampia riforma Brunetta. A partire dalle norme di riferimento, si sofferma sulla legge 133/08 , per poi descrivere la misurazione dell’impatto e le variabili rilevate.

Leggi tutto