Cerca: Intervento, Atti FORUM PA 2007

Risultati 81 - 90 di 1249

Risultati

Esperienze di mostre circuitanti

La circuitazione, sostiene Renato Miracco, è una proposizione dell’immagine italiana nel mondo dal punto di vista culturale. Distingue una circuitazione di tipo statico da una circuitazione dinamica, prediligendo quest’ultima in quanto permette un’incisione precisa del territorio in cui viene attuata e un confronto della realtà storica locale con la realtà italiana. È necessaria, pertanto, una reinterpretazione del linguaggio dell’arte italiana per meglio esportarlo e confrontarlo con la cultura locale.

La promozione culturale vista da un artista

L’intervento di Gino Marotta è volto ad esprimere un sentimento di grande ammirazione, nei confronti del Ministero degli Affari Esteri, per l’iniziativa portata avanti mediante il sistema di circuitazione delle mostre e che sta consentendo di esportare l’arte italiana contemporanea nel mondo, ad esempio con la Collezione Farnesina, a dispetto di una disattenzione che la classe politica in passato ha rivolto nei confronti dell’arte moderna e dell’assenza quasi totale che continua ad esistere nei musei comunali italiani.

La multimedialità del sito della Collezione Farnesina

Scialotti ha collaborato alla realizzazione del sito della Collezione Farnesina ovviando il problema della ridondanza di informazioni, utilizzando il sistema di mappatura del palazzo della Farnesina e delle sue opere. Un sistema simile al Google Map, che lavorando su diverse tecnologie, offre al visitatore dapprima un impatto razionale – la mappa – un impatto emotivo – la visione di un breve filmato dell’opera – ed infine un approfondimento ipertestuale di immagini e testi per facilitare la fruizione dell’opera anche ai meno esperti.

Rinnovare la Pubblica Amministrazione: ricerca e innovazione come fattore di sviluppo

Giuseppe Pennella concentra parte del suo intervento sulla necessità di rinnovare l’amministrazione pubblica per una maggiore sostenibilità del Paese. A differenza della prima, in cui la Pubblica amministrazione era vista troppo dal suo interno, la seconda fase della Ricerca Giannini vuole un’Amministrazione moderna che guardi al mondo esterno proprio perché una migliore organizzazione e comunicazione porterebbe maggiori investimenti dall’estero aumentando la competitività del Paese.Leggi tutto

Le Raccomandazioni finali della Ricerca Giannini

Marco D’Alberti pone come obiettivo primario della Ricerca Giannini quello di arrivare ad una visione il più completa possibile della Pubblica Amministrazione. Come cambiare la PA per avere una maggiore crescita del Paese? Lo sviluppo di un Paese non è solo maggiore competitività o concorrenza ma è anche potenziamento dei diritti dei cittadini.

Leggi tutto

L'innovazione e una migliore organizzazione per una Pubblica Amministrazione moderna, efficace ed efficiente

Secondo Marco Bonamico i dati contenuti nella Ricerca Giannini dimostrano una Pubblica Amministrazione in forte fermento grazie anche all’intervento del Dipartimento della Funzione Pubblica come supporto alla crescita dell’attività delle amministrazioni sia locali che centrali. Il Formez ha avuto un ruolo importante soprattutto nell’attività di sostegno delle Regioni del Mezzogiorno.

Leggi tutto

Il punto di vista della CGIL per un'amministrazione più aperta al cittadino

Michele Gentile espone il punto di vista della CGIL in merito alla Ricerca Giannini; in particolare il suo discorso si basa su tre premesse: il forte interesse della CGIL per un’Amministrazione che funzioni sia per la crescita del Paese che per il rispetto dei diritti dei cittadini/utenti e dei servizi a loro spettanti, l’importanza di una ricerca che prenda in considerazione più elementi e fattori, la necessità di un piano di legislatura affinché la riforma della PA possa ripartire.

Leggi tutto

Maggiore concorrenza e riconoscimenti per merito per una Pubblica Amministrazione più vicina al cittadino

Secondo Maurizio Beretta la Ricerca Giannini riesce a mettere a fuoco il problema dell’efficienza e dell’efficacia dell’Amministrazione, fattore determinante per lo sviluppo di un Paese e delle imprese. Oggi in Italia il sistema imprenditoriale non riesce a posizionarsi allo stesso livello delle aziende concorrenti e in tal senso sono necessari interventi a largo raggio. Due elementi devono essere presi in considerazione: più concorrenza in una logica di sussidiarietà tra pubblico e privato e maggiori riconoscimenti per merito all’interno della Pubblica Amministrazione.Leggi tutto

I sistemi di programmazione e controllo nell'ambito della Ricerca Giannini

Fabrizio Pezzani si è occupato dei temi di programmazione e controllo nell’ambito della Ricerca Giannini. In Italia si avverte una inadeguatezza dei sistemi di controllo che dipendono da molteplici fattori, fra i quali il contesto nel quale si sviluppano, il livello di autonomia, le norme o i gradi di articolazione di un sistema. Secondo Pezzani è necessario evidenziare le aree di responsabilità e definire lo scenario nel quale operare.

Quale titolo di Stato per quale profilo di investitore?

Maria Cannata propone una serie indicazioni utili a capire quali sono le opportunità di investimento per il singolo risparmiatore. Illustra le cinque categorie di titoli di stato presenti e spiega l’attività del Ministero dell’Economia quale emittente di titoli del debito pubblico. Propone una serie di considerazioni sui cambiamenti nella relazione tra lo Stato e il risparmiatore in seguito alla dematerializzazione. Approfondisce una serie di aspetti tecnici e procedurali che riguardano l’emissione di titoli di stato e concentrandosi sui B.O.T.