Cerca: Intervento, Atti FORUM PA 2007

Risultati 61 - 70 di 1249

Risultati

Dematerializzazione e gestione documentale nel CNR. Una esperienza su scala nazionale

Mauro Vitale affronta la questione legata alla dematerializzazione e alla gestione documentale all’interno del CNR. Il sistema informativo era costituito da applicazioni verticali a seguito delle quali c’è stata un’evoluzione che ha portato prima ad una integrazione maggiore tra le varie applicazioni poi alla gestione dei processi attraverso il sistema Open Source. Il CNR partecipa al Focus Group Open Source del CNIPA con l’obiettivo di promuovere l’utilizzo e lo sviluppo del software Open Source nell’ambito della Pubblica Amministrazione.

La Regione Puglia e l’utilizzo del sistema informativo del Demanio Marittimo

Maria Sasso sostiene che uno sviluppo duraturo, dal punto di vista socio-economico, si innesta direttamente nella cultura e negli stili di vita locali per fruire e valorizzare le risorse del territorio. Afferma che per questo motivo la Puglia ha scelto di restituire attenzione alle coste e alle spiagge, attraverso un grande lavoro di concertazione tra le categorie di operatori turistici, le associazioni ambientaliste e di tutela di consumatori, per arrivare ad una proposta di legge condivisa per la tutela delle coste.

Leggi tutto

I meccanismi di funzionamento e la diffusione dello strumento del leasing

Fabrizio Marafini sottolinea come il convegno rappresenti per Assilea, un’occasione per tentare di far conoscere al mondo dei rappresentanti della Pubblica Amministrazione lo strumento del leasing, e di far comprendere con quali modalità esso possa essere utilizzato nel settore pubblico. Il Relatore illustra, in maniera dettagliata, i meccanismi di funzionamento del leasing nelle forme della locazione finanziaria e della locazione operativa, così come stabilito nella Legge n. 183/76 e nella Leggi tutto

Innovativi modelli di governance dell’ICT in ambito pubblico

Per Marco Gentili la Pubblica Amministrazione non si innova a colpi di norme, né con il push tecnologico ma con il contributo delle migliaia di dipendenti e dirigenti pubblici. Un intervento costante sulle risorse umane è quindi un fattore abilitante per una visione corretta di governance. Un altro aspetto trattato dall’intervento riguarda l’analisi costi/benefici che l’amministrazione deve operare nell’outsourcing delle attività ICT.

Leggi tutto

Cultura del fare come fattore chiave nel processo di liberalizzazione nel mercato energetico

Nicoletta Rocchi sottolinea come, per avviare i cambiamenti e le infrastrutturazioni indispensabili anche e soprattutto nel settore energetico, sia necessario lavorare sulla cultura del fare da parte della politica e sul consenso consapevole dei cittadini. La Relatrice è ottimista e non condivide le critiche sulle posizioni dominanti che impedirebbero il processo di liberalizzazione. Senza dubbio esistono aziende municipalizzate molto forti, questo, tuttavia, non sempre comporta una mancanza di efficienza ed uno spreco di risorse.

Rispondere alle esigenze sempre più evolute da parte dei cittadini e delle imprese: soluzioni e casi pratici

Il CRM per Oracle ha il compito di supportare il miglioramento della gestione delle relazioni tra azienda e cliente, amministrazione pubblica e cittadinanza, afferma Mauro Corvino. Le soluzioni di CRM devono adattarsi al mutare delle condizioni del mercato, delle tecnologie, delle esigenze del cliente/cittadino, poiché alle variazioni nel campo delle nuove tecnologie segue un cambiamento delle aspettative da parte degli utenti.

Leggi tutto

Sotware libero per le P.P. A.A. utopia o opportunità?

Michele Marchesi presenta il software libero (open source) come valida alternativa ai software monopolistici e chiusi in uso nelle P.P. A.A.. Lo sviluppo del modello FLOSS è stato reso possibile e facilitato da Internet. Oggi, con la Finanziaria 2007, lo Stato ha posto particolare attenzione al software libero incentivando il suo utilizzo. Secondo Marchesi i vantaggi del sw. libero sono numerosi e vede per la PA un’ottima chance di sviluppo.

Censimento degli archivi amministrativi. Il caso della Provincia di Asti

Pasquale Volontà spiega le finalità del progetto di censimento degli archivi amministrativi delle Province e la relativa condivisione dei dati attraverso un sistema informativo online. Descrive le problematiche e le opportunità connesse a questo tema. Sostiene la necessità di stabilire delle regole condivise perché i motori che generano statistiche siano sottoposti ad una procedura certificata. Presenta la scelta operata dalla Provincia di Asti per la gestione dei dati raccolti attraverso un software applicativo.

Il Coordinamento degli Uffici di Statistica delle Province Italiane e il project cycle management

Antonella Primi specifica che il Coordinamento degli Uffici di Statistica delle Province Italiane (CUSPI) del Friuli Venezia Giulia ha deciso di adottare il project cycle management e ne spiega la metodologia. Descrive la funzione della statistica all’interno di questo ciclo. Sottolinea l’importanza di un base informativa comune e spiega gli obiettivi specifici necessari per raggiungerla. Fa riferimento al progetto dei “cento indicatori per cento province” e illustra il ruolo del Cuspi friulano.

Leggi tutto

L’Istat e il progetto per il censimento degli archivi amministrativi delle Province

Ennio Fortunato descrive i cambiamenti intervenuti nel campo della statistica in seguito ai modifiche degli assetti istituzionali. Evidenzia il ruolo strategico degli archivi amministrativi della pubblica amministrazione per scopi statistici. Definisce gli step organizzativi seguiti per realizzare il censimento. Passa poi a descrivere gli scenari entro cui questo progetto si muove. Sottolinea l’importanza del materiale raccolto e della possibilità di confrontare i dati per provincia per razionalizzare le spese dell’amministrazione.