Cerca: Economia, Sviluppo e Competitività, smart city

Risultati 1 - 10 di 18

Risultati

Intervento di Nicola Sciumè

Il progetto di smart city più importante del mondo verrà realizzato entro l’anno prossimo per EXPO 2015: uno smart district evoluto, un quartiere completamente infrastrutturato su più livelli.

Intervento di Ugo Bonelli

Parlando di passaggio da ambito urbano ad ambito regionale, si racconta di un esempio di progettazione partecipata in Calabria, 5 laboratori nelle rispettive province, verso un percorso di integrazione reciproca. Con delle criticità riscontrate che permettono di riflettere anche su altri contesti: 1) frammentazione degli approcci 2) scarso dialogo tra aree urbane 3) eccessiva spinta alla verticalità delle politiche 4) carenza d’ingaggio della società civile 5) eccessiva focalizzazione sul tema del finanziamento.

Intervento di Francesco Molinari

In merito alla smart specialization su scala regionale ci sono spazi da esplorare nelle prospettive delle amministrazioni locali, in particolare in ambito normativo ci sono nuovi strumenti che permettono di immaginare un profondo rinnovamento del territorio.

Intervento di Idoia Munoz

Nuovi approcci delle Regioni alla questione energetica e come convertire difficoltà in beni, prendendo il caso dei Paesi Baschi. GAIA, associazione delle aziende di elettronica e telecomunicazioni dei Paesi Baschi, ha avviato un caso di successo rispetto alla specializzazione smart di una regione.

Intervento di Enrico Sangiorgi

Dipartimento Marconi dell’Università di Bologna si occupa delle tecnologie per le fonti di energia rinnovabili. Nei prossimi anni le città avranno a disposizione nuovi strumenti per il risparmio energetico, partendo dalla centralità del concetto di smart grid.

Sviluppo Territoriale – Menzione speciale #Censimenti Data Challenge

L’analisi spaziale è uno strumento di analisi per superare i confini amministrativi: c’è bisogno di territori (e non solo di città) intelligenti.

INNOPOLIS, la Smart City di Kazan’, Russia e il modello GREEN SMART VILLAGE, Made in Italy.

Si fa oggi un gran parlare di “trasformare” le città attuali in ”smart” e la cosa è, purtroppo, materialmente impossibile, sia per i costi che risulterebbero insostenibili, sia per la mancanza di cultura “Welfare”.

Diverso è il caso di Kazan’, capitale del Tatarstan, nella Federazione Russa, ove a ovest e a sud della città, si stanno edificando ben due Smart Cities, partendo però dal piano di campagna, cioè “ex novo” e quindi utilizzando una progettualità di concezione.

Leggi tutto

progetto: S.A.P.E.

SAPE, Servizio Associato Politiche Europee, composto da 4 enti partecipanti nella Provincia di Ancona, nato per sperimentare un’innovativa forma di governo e di politica pubblica locale basata su un approccio condiviso tra le amministrazioni di tipo bottom-up.

Intervento di Immacolata Battaglia

Un’esperienza informatica nel Comune di Roma orientata alla governance e alla trasparenza, affiancata da una commissione speciale su smart city e beni comuni.

progetto: Gis, statistica, open data: un circolo virtuoso per una città smart

Un progetto di mappatura GIS nel Comune di Cesena che ha dato vita ad un circolo virtuoso integrando le banche dati, verso un percorso di smartness urbana e di integrazione con realtà circostanti.