Cerca: associazionismo

8 risultati

Risultati

Reggio Emilia, nasce "Coviolo Wireless"

Grazie al forte spirito di partecipazione e alla sapiente intraprendenza dell'associazione di cittadini Coviolo in Festa, che da anni anima la vita della comunità di Villa Coviolo (circa 2.700 abitanti, pari 500 famiglie) ed è sostenuta dalla collaborazione con il Comune di Reggio Emilia che fra l'altro ha dotato la frazione di un Centro polifunzionale (in via Fratelli Rosselli 72/2) sede del centro sociale coviolese, sbarca nella zona

Leggi tutto

I reggiani per esempio. A Reggio Emilia si sperimenta un nuovo modo di fare politica

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questo articolo di Annalisa Gramigna, esperta di comunicazione pubblica.

Un cop de mà

Foto di Jose Téllez

A Reggio Emilia si cambia registro. Va in scena la responsabilità sociale della società civile raccontata da cittadini, associazioni, imprese, scuole e parrocchie che hanno aderito a I reggiani per esempio inviando loro iniziative, progetti ed esperienze.

Leggi tutto

I giovani protagonisti di un'Italia che cambia

Cristian Carrara affronta nel suo intervento alcuni temi che vedono i giovani come protagonisti. Sulla base della sua esperienza sia di portavoce del Forum Nazionale Giovani che di giovane, secondo Carrara oggi è difficile poter definire esattamente cosa siano i giovani; il panorama giovanile si presenta decisamente frammentario per le tante idee che circolano. Finalmente, anche grazie al Ministero, oggi si parla del tema dell’accesso per i giovani come punto di partenza per lo sviluppo sia personale che del paese.

La malattia di Alzheimer. Disagi e ritardi del SSN

Patrizia Spadin racconta la malattia di Alzheimer e i disagi a cui sono sottoposti malati e familiari a causa delle notevoli mancanze e ritardi da parte del Sistema sanitario nazionale, incapace di offrire strutture e mezzi idonei per il sostentamento delle persone affette dal morbo e, conseguentemente, anche delle loro famiglie, costrette a prendersi cura dei loro malati.

Le malattie rare: il ruolo delle associazioni

Renza Barbon Galluppi parla delle malattie rare e delle difficoltà che i pazienti e le loro famiglie sono costrette ad affrontare per ridurre al minimo i disagi da esse provocati. L’intervento offre una visione completa sia del ruolo importate svolto dalle associazioni, dei processi che hanno portato al riconoscimento delle malattie rare da un punto di vista legislativo e degli interventi necessari (ricerca, innovazione, prevenzione, farmaci ecc) a favore dei malati affetti da malattie rare.

Trasparenza e comunicazione verso i cittadini

Giuseppe Tripoli sottolinea la necessità di cambiamenti culturali profondi per arrivare ad una società più liberale. Ritiene che ci sia un turn-over effettivo nel sistema delle piccole aziende che manca nel settore delle grandi imprese. Sostiene che la trasparenza e una chiara comunicazione verso i cittadini siano elementi imprescindibili per un rapporto corretto con i cittadini e a questo proposito sottolinea il prezioso ruolo delle associazioni dei consumatori. Prospetta un ruolo importante dello sportello unico per stimolare i rapporti e l’integrazione interistituzionale.

Il principio di sussidiarietà tra ideologia e realtà

Giuseppe Cotturri in risposta ad una domanda di Spagnuolo afferma che c’è una grande differenza nel ruolo e nell’impegno della cittadinanza attiva tra nord e sud del Paese. Cotturri riflette in maniera critica su alcune rappresentazioni sociali che negano il principio di sussidiarietà e sulla crisi dello Stato. Sostiene che la politica nei secoli non ha potuto assumere altro criterio che quello quantitativo che inevitabilmente ha portato all’affermazione del principio di forza e di dittatura della maggioranza.

Anima per il sociale

Maria Pia Ruffilli presenta l’attività dell’Associazione Anima nell’ambito della coesione sociale. L’obiettivo di Anima è di diffondere tra le aziende del territorio di Roma e Lazio la cultura della responsabilità sociale d’impresa affinché ci sia, da parte delle imprese, una volontà di creare profitti senza dimenticare il benessere comune. Anima collabora con istituzioni e aziende nell’ottica di garantire servizi e soluzioni migliori a problemi concreti soprattutto per le fasce della popolazione più a rischio come gli anziani con progetti mirati.