Cerca: accesso al pubblico impiego

Risultati 21 - 30 di 76

Risultati

Le prospettive del pubblico impiego

Michele Gentile propone, per i contratti del pubblico impiego, di ripartire dal Memorandum del 2007 perché ancora nulla è stato fatto per attuare quello che lì c’era scritto. Egli ritiene che in tema di precariato nell’Amministrazione Pubblica si siano fatti degli abusi e che la Finanziaria del 2008 a proposito abbia contenuto dei disegni tra di loro contraddittori.Leggi tutto

Il valore dell’archiviazione elettronica

Un corretto accrescimento degli archivi è l’obiettivo che la dematerializzazione dovrebbe perseguire, ottenendo il duplice risultato di archivi significativi e organici per chi lavora all’interno di ciascuno ufficio e di un servizio pubblico più efficiente erogato al cittadino.

Leggi tutto

Carta Raffaello, la cittadinanza digitale nella Regione Marche

L'introduzione di uno strumento tecnologico raramente riesce a modificare l'organizzazione o la riorganizzazione del back-office: ancora oggi l'ICT viene di norma utilizzata per "l'automazione" di procedimenti prima svolti manualmente piuttosto che per intervenire sui processi e introdurre tecniche di Business Process Reengineering. Ma la Carta Raffello, la CNS introdotta dalla Regione Marche sul suo territorio, ha come punto di forza il fatto di essere inserita in un orizzonte progettuale più ampio e in un contesto di servizi on line consolidato e funzionante.

Leggi tutto

La promozione culturale vista da un artista

L’intervento di Gino Marotta è volto ad esprimere un sentimento di grande ammirazione, nei confronti del Ministero degli Affari Esteri, per l’iniziativa portata avanti mediante il sistema di circuitazione delle mostre e che sta consentendo di esportare l’arte italiana contemporanea nel mondo, ad esempio con la Collezione Farnesina, a dispetto di una disattenzione che la classe politica in passato ha rivolto nei confronti dell’arte moderna e dell’assenza quasi totale che continua ad esistere nei musei comunali italiani.

Il punto di vista della CGIL per un'amministrazione più aperta al cittadino

Michele Gentile espone il punto di vista della CGIL in merito alla Ricerca Giannini; in particolare il suo discorso si basa su tre premesse: il forte interesse della CGIL per un’Amministrazione che funzioni sia per la crescita del Paese che per il rispetto dei diritti dei cittadini/utenti e dei servizi a loro spettanti, l’importanza di una ricerca che prenda in considerazione più elementi e fattori, la necessità di un piano di legislatura affinché la riforma della PA possa ripartire.

Leggi tutto

Il diritto all’accesso alla PA da parte del cittadino

L’obiettivo principale di coloro che lavorano nella PA, afferma Angelo Baiocchi, deve essere quello dell’accessibilità dei servizi e delle informazioni al cittadino e, conseguentemente, della semplificazione. Il cittadino ha il diritto di sapere quali sono non solo i suoi obblighi nei confronti dell’amministrazione, ma anche quali sono le opportunità che questa gli offre. La comunicazione come leva di marketing è importante, ma la Pubblica Amministrazione non deve dimenticare che il suo scopo primario è quello di erogare servizi.

Il giornalismo d'inchiesta nella prospettiva dei diritti umani

Laura Maragnani racconta la propria testimonianza di giornalista d’inchiesta sulle resistenze della carta stampata a trattare argomenti legati allo sfruttamento e alle violenze sugli immigrati. Racconta l’incontro con una donna “trafficata” che è stata costretta alla prostituzione con cui ha scritto un libro. Perché i giornali non ne parlano? I direttori e i vice direttori- i decisori in generale - sono per lo più uomini, bianchi ed eterosessuali. Sono loro che hanno in mano tutta la stampa e la televisione italiana.

Leggi tutto

Best practice nelle reti di ricerca e sistemi di servizio della gestione documentale digitale

Mario Po’ racconta l’esperienza della ULSS n. 8 di Asolo relativamente alle realizzazioni di tecnologie digitali applicate al comparto della sanità. L’ICT può essere uno strumento utile di supporto alle attività ospedaliere perché consente uno scambio e una fruizione immediata dei dati clinici dei pazienti. Per realizzare una rete digitale è necessaria una maggiore organizzazione del lavoro degli operatori stessi ed è quindi fondamentale supportare l’attività formativa.

Leggi tutto

Le linee guida sul trattamento dell'informazione sul tema della tratta degli esseri umani

Roberto Natale descrive l’approccio “parziale” che i media adottano nei confronti delle notizie che riguardano gli immigrati e parla della notiziabilità di eventi ad essi legati, dimostrando la necessità di operare una rimozione degli stereotipi culturali nel mondo dell’informazione. Sottolinea la necessità di una formazione specifica realizzata da gruppi misti di esperti verso i giornalisti sui temi e le tipologie dell’immigrazione.

Leggi tutto

Il Portale della Guardia Costiera

Il Comando Generale della Capitaneria di Porto, spiega Cristiano Aliperta, ha intrapreso il proprio percorso per comunicare con il cittadino già nel 1998, privilegiando i cd. new media e in particolare il web. Le 300 sedi della Guardia Costiera dislocate sul territorio nazionale sono infatti facilmente raggiungibili solo durante la stagione estiva, ed era quindi necessario trovare uno strumento che consentisse di comunicare con il pubblico anche in inverno. Il portale della Guardia Costiera è estremamente accessibile e consente raggiungere con un link i siti di tutte le capitanerie.Leggi tutto