Cerca: Cultura e turismo, smartinnovation

Risultati 1 - 10 di 12

Risultati

Teatri comunali, quanto contano per i Sindaci?

Se per biblioteche e musei la spesa media era di €25, l’ammontare scende ancora se si guarda ai teatri comunali. Nelle 15 città più grandi d’Italia ogni anno i Sindaci investono mediamente €21 pro capite per la gestione e manutenzione dei teatri.

Leggi tutto

Biblioteche e Musei, ogni anno spesi dai Comuni €25 pro capite

Se per la cultura la spesa era di €50 per cittadino, la cifra destinata dai Comuni a biblioteche e musei scende a €25 pro capite Nella classifica delle 15 città più popolose d’Italia, guidano Trieste (€65,28), Bologna (€48,84) e Genova (€41,06).

Leggi tutto

Quanto rende la cultura? La classifica dei Comuni italiani

I grandi Comuni italiani sembrano incassare poco dalla cultura. Solo due città guadagnano più di €10 a cittadino: Padova e Verona. Da bilancio, 8 delle 15 città prese in considerazione incassano meno di €1 pro capite. 

Leggi tutto

I grandi eventi come opportunità per un'offerta turistica integrata: l'esempio di Expo2015

Circa 20 milioni di visitatori, di cui circa il 30% stranieri, sono attesi a Milano per Expo2015. Di questi quasi un milione solo dalla Cina. Sarà un evento senza precedenti per il nostro Paese e soprattutto un’occasione unica per ripensare la nostra offerta turistica in chiave digital.

Leggi tutto

Siracusa, tra realtà aumentata e storia vivi l’esperienza a #SCE2014

"La città di Siracusa si è trasformata in un vero e proprio laboratorio", così Vincenzo Raffaelli (CNR) esordisce riferendosi a "Smart Cities Living Lab – Siracusa" il progetto di cui è responsabile e che, primo in Italia, ha sperimentato con successo l’applicazione della "realtà aumentata" alla fruizione dei beni artistici e culturali. A Smart City Exhibition, i visitatori avranno l’occasione di sperimentare in prima persona questa nuova frontiera del vivere – letteralmente – l’anima culturale e artistica della città, dove smartness e patrimonio si incontrano.

Leggi tutto

TDLab fa tappa a #SCE2014: prospettive smart per il Turismo Digitale

Viaggiare l’Italia, così come ogni altro luogo al mondo, è oggi profondamente cambiato. “Il turismo è senza dubbio l’economia che più si è trasformata per effetto della digitalizzazione – ci racconta Edoardo Colombo, responsabile del gruppo di lavoro Interoperabilità di TDLab (Laboratorio per il Turismo Digitale) - l’orizzonte è cambiato nelle modalità con cui si scelgono le destinazioni, ma anche nel modo in cui si viaggia e si fruisce dei luoghi”. Se ne parla a #SCE2014.

Leggi tutto

La rivoluzione digitale cambia il turismo territoriale

Oggi parlare di "turismo territoriale" si traduce semplicemente nella domanda di come organizzare i servizi e la loro comunicazione, secondo la logica digitale. L’avvento di questa rivoluzione apre prospettive solo poco tempo fa inimmaginabili. Infatti la ricerca di informazione costringeva a una raccolta (per altro dispendiosa per chi aveva il compito di stampare e distribuire) di una montagna di carta. Oggi tutto questo può essere fatto in modo più efficiente, rapido e con costi ridotti. Ma lo si fa? Non ancora.

Leggi tutto

L'Italia turistica è migliore dell'Italia: analisi sui social media mondiali

Qual è la reale esperienza turistica in Italia? Quali sono i nostri vantaggi competitivi, le cose che fanno felici i nostri ospiti e quali creano disappunto, critiche e disagi? Per la prima volta la tecnologia semantica, che interpreta i testi pubblicati sui social media, offre un quadro esaustivo, vivo, diretto di come i turisti vedono il nostro Paese.

Leggi tutto

L'Arte di Analytics: usare i bigger data per creare valore nelle arti e nel settore culturale

Gli Open Data possono essere uno strumento per generare valore, ma anche profitto nel settore artistico culturale? Nel nostro Paese sappiamo bene quanto possa essere importante per un teatro o un museo riuscire a far quadrare i conti, mantenendo al contempo alta la qualità della produzione culturale. E se poi si riuscisse anche a fidelizzare il pubblico? Pubblichiamo l'interessante riflessione di Juan Mateos García.

Leggi tutto

Mantova smart region: l'unione fa la forza

Nel territorio mantovano l'iniziativa smart city ha qualcosa di nuovo ed esemplare rispetto ai numerosi casi nazionali e internazionali di città che stanno lavorando a questo tema. Infatti, grazie alla solida guida dell'amministrazione provinciale, in questa iniziativa i rigidi confini che separano le singole aree urbane sono stati completamente cancellati, favorendo la costruzione di un'unica grande community di progetto in cui sono stati coinvolti tutti i Comuni della provincia. In questo contesto, partecipazione e collaborazione sono diventati i concetti chiave che hanno permesso di sviluppare un progetto caratterizzato da un obiettivo condiviso che poteva essere raggiunto solo lavorando come gruppo, e non come singoli: mettere a sistema l'ingente patrimonio culturale e ambientale custodito da ciascun Comune al fine di migliorare la capacità attrattiva dell'intero territorio e le sue modalità di fruizione, promuovendone un'immagine unitaria.

Leggi tutto