Cerca: PA digitale, Efficienza, Atti FORUM PA 2009

Risultati 11 - 20 di 56

Risultati

Contenzioso amministrativo. I ricorsi on line

In un processo di modernizzazione della PA e dei rapporti tra imprese, Pubblica Amministrazione e cittadini, si colloca il progetto dell'INAIL per la gestione dei contenziosi amministrativi attraverso il ricorso on line. Con l'obietto di semplificare le procedure amministrative e di risparmiare tempo e risorse economiche, l'INAIL, grazie anche ad un uso sempre più capillare delle moderne tecnologie, mette a disposizione dell'utente la possibilità di fare ricorso on line attraverso specifiche procedure.

Siti web senza frontiere

L'inclusione delle persone con disabilità nella società, come nel lavoro, passa sempre più attraverso un uso corretto delle nuove tecnologie ma anche attraverso una corretta progettazione del prodotto finale. Secondo Guidi la progettazione di un sito web accessibile, che sia di un ente pubblico o privato, presuppone un'adeguata formazione da parte di chi lo crea. I siti web della Pubblica Amministrazione possono essere punti di riferimento per quelli di aziende private per quanto riguarda la loro accessibilità.

Le diverse prospettive: la tecnologia

Come deve approcciarsi la tecnologia alla disabilità? Obiettivo della tecnologia deve essere la creazione di servizi on line e siti web accessibili tenendo in considerazione le necessità basilari e non di chi non dispone di particolari abilità. Un sito web deve essere funzionale ai bisogni del fruitore. E' necessario che ci sia una maggiore sensibilizzazione al problema sia nella PA che nelle aziende private.

La sfida dell'accessibilità dei corsi di formazione on line

Il CASPUR ha realizzato un sistema di formazione on line seguendo le indicazioni contenute nella legge Stanca (legge n. 4 del 2004). Proietti illustra l'intero progetto.

L’organizzazione per un servizio efficiente degli uffici giudiziari

Il principio della buona organizzazione e dell'efficienza della funzione giurisdizionale ha ormai valore costituzionale grazie all’enunciazione della regola della ragionevole durata del processo a seguito della riforma dell’art. 111 della Costituzione e non può ridursi quindi ad un semplice problema di risorse.Leggi tutto

Le eccessive sperimenazioni e la fammentazione sul territorio come fattore di criticità nell'informatizzazione del sistema giudiziario

Per Davide Giacalone la giustizia italiana versa in condizioni di estrema difficoltà con un costo enorme per la collettività anche in termini di mancati investimenti, nonostante il nostro sistema giudiziario sia tra i più informatizzati e telematizzati del mondo con circa 7.000 server dislocati in 169 sedi. Questo perchè l'informatizzazione è avvenuta senza una logica centrale organizzata e ben concepita, sì è infatti frainteso il concetto di autonomia e indipendenza moltiplicando le sperimentazioni e la confusione sul territorio.Leggi tutto

Le tappe della digitalizzazione del sistema giudiziario

Nell'ambito del piano per la giustizia digitale, l'impegno del Ministero per giugno 2009 è quello di avviare le notificazioni telematiche. A Milano il sistema è già operativo e coinvolge 4.000 avvocati con una partecipazione totale dell'ufficio giudiziario. L'attivazione su scala nazionale inciderà su 2 milioni di atti e comporterà una riduzione del 50% dei costi che attualmente si aggirano attorno ai 31 milioni di euro.Leggi tutto

Condivisione di contenuti digitali e uso delle licenze Creative Commons a scuola

Le risorse educative hanno avuto uno sviluppo incredibile con la diffusione di Internet. Questo apre possibilità e opportunità nuove per chi, operando nel mondo della scuola e della conoscenza, produce contenuti educativi che vuole siano condivisi. Il modello di Open Educational Resources, apre la strada all’applicazione di licenze d’uso che consentano ai fruitori delle opere utilizzi più ampi, nel rispetto della normativa sul diritto d’autore.

Leggi tutto

Le novità del piano per la giustizia digitale

Uno dei primi protocolli di intesa per la PA digitale firmati dal nuovo Governo è quello Alfano-Brunetta sul piano per la digitalizzazione della giustizia. Per Luigi Giuseppe Birritteri una tappa fondamentale del piano è la presentazione del disegno di legge sulla digitalizzazione dei processi perchè incide sulla velocità e sui costi dei procedimenti stessi.Leggi tutto

La circolarità del patrimonio informativo della PA

Il concetto di” patrimonio informativo pubblico” apre uno spazio importante di innovazione nelle regole come nelle pratiche. Questo è il centro dell’intervento di Andrea Nicolini, che analizza opportunità e limitazioni alla circolarità del dato in campo normativo e tecnologico, individuando nel CAD il principale riferimento e in SPC uno strumento imprescindibile, sottolineando come i veri possessori del dato siano in ultima istanza cittadini e imprese.