Cerca: PA digitale, Accountability, trasparenza

Risultati 41 - 49 di 49

Risultati

Openparlamento.it: le tecnologie aprono nuovi spazi di democrazia

Per la prima volta un'iniziativa privata utilizza dati pubblici per offrire un servizio (pubblico) migliore di quello delle istituzioni. E' il sito openparlamento.it che, utilizzando i dati di Camera e Senato, permette agli utenti di monitorare l'attività di ciascun parlamentare e di commentare ogni singolo provvedimento. Abbiamo intervistato Vittorio Alvino, uno dei responsabili del progetto che ci parla delle nuove opportunità di controllo sociale offerte dalle tecnologie del web 2.0.

Leggi tutto

Amministrazioni "Mettiamoci la faccia": a Roma, il 2 luglio, la prima convention

 

Il 2 luglio a Roma si terrà la prima Convention delle amministrazioni di “Mettiamoci la faccia”
Questo incontro sarà l’occasione per fare il punto sulle esperienze in corso, sui primi risultati raggiunti e sulle opportunità di sviluppo del progetto.
Si tratta di un seminario tecnico nel quale si confronteranno le amministrazioni che hanno dato avvio alla sperimentazione e quelle che stanno per avviarla.

 

Sarà presente il Ministro Renato Brunetta.

Leggi tutto

OPENPOLIS: la rete e l’open source per condividere le scelte politiche

OPENPOLIS è un progetto no-profit realizzato dall’associazione d.e.p.p. (democrazia elettronica e partecipazione pubblica) e dalla comunità di persone che ha collaborato e collabora alla sua sperimentazione e alla progettazione partecipata on line. L’obiettivo è promuovere l’uso della rete e del software open source per favorire la partecipazione collettiva al controllo delle informazioni e delle scelte politiche. Un progetto indipendente, quindi, che offre un sistema di documentazione collettiva per rendere la politica trasparente e aperta, cioè controllabile dai cittadini.

Leggi tutto

Trasparenza: le presenze e le votazioni dei deputati da oggi disponibili sul sito della Camera

Sono disponibili da questa settimana sul sito internet della Camera i dati sulla partecipazione alle votazioni in Assemblea dei deputati, relativi all’intera legislatura e fino all’ultima seduta.

I dati sono registrati automaticamente dal sistema informatico dell’Aula nel corso delle votazioni qualificate effettuate mediante procedimento elettronico e non evidenziano se la mancata partecipazione al voto sia dovuta a malattia o ad altre cause giustificate.

Leggi tutto

Chi trae beneficio dai fondi comunitari?

E' stato presentato ieri il sito – motore di ricerca "Sistema di trasparenza finanziaria" (FTS), che permetterà, per la prima volta, il libero accesso ai dati di chi riceve i fondi europei gestiti direttamente dalla Commissione e dalle sue Agenzie esecutive.

Leggi tutto

Un Bilancio web 2.0 come vaccino contro il malaffare

Inizio III giornata di Forum

by Stefano Corso

Leggi tutto

Altroconsumo fa il punto sulle tariffe ADSL

Rispetto a un anno fa, in Italia scendono i prezzi delle tariffe internet a banda larga e aumenta la velocità, ma gli operatori Adsl italiani non si fanno concorrenza e penalizzano chi naviga poco. È quello che emerge dall'inchiesta di Altroconsumo sui costi delle tariffe Adsl (a febbraio 2008) in 8 Paesi europei (Italia, Spagna, Portogallo, Belgio, Paesi Bassi, Germania, Francia e Gran Bretagna).

Leggi tutto

La PA 2.0 è un diritto?

Da anni si parla di innovazione tecnologica degli uffici pubblici, eppure la Pubblica Amministrazione digitale sembra ancora lontana. Nonostante cospicui investimenti e proclami roboanti, il processo di informatizzazione della PA non ha ancora raggiunto gli attesi ed auspicabili risultati; malgrado l’e-government prima e il web 2.0 siano stati visti come la soluzione agli endemici problemi dell’Amministrazione italiana, tali attese sono state spesso (per non dire sempre) deluse. Appare quindi necessario interrogarsi sul perché di questo stato di cose.

Leggi tutto

Amministrazione 2.0: per il Comune di Venezia filosofia “open” (mind & source).

È un nuovo umanesimo, paradossalmente “tecnologico”: oggi la tecnologia, messa in rete, è diventata fruibile al punto tale che ha scatenato nell’uso gente che di tecnologia non conosce assolutamente niente. È il web 2.0, una nuova concezione di cittadinanza digitale: sta segnando il passaggio dell’utente da spettatore a partecipatore attivo, distingue in modo netto il semplice “stare in rete” dall’ “abitare in rete”. Se questo è vero nella nostra vita privata, perché non può esserlo nei contesti di lavoro?

Leggi tutto