Cerca: PA digitale, Atti FORUM PA 2009

Risultati 61 - 70 di 147

Risultati

Regioni e enti locali per "un'utenza senza confini"

Come intervengono le Regioni in materia di cooperazione e interoperabilità con gli enti locali e centrali? A partire dall’esperienza ICAR e dalla metodologia di lavoro che esso ha introdotto nella PA, Lucia Pasetti propone di individuare in ogni settore uno o più sistemi regionali già operativi e rispondenti ai risultati attesi, di fissare su ciascun settore azioni e scadenze e di coinvolgere cittadini e imprese nei territori.Leggi tutto

Amministrare 2.0: la creativity room di FORUM PA 2009

"A FORUM PA 2009 la creativity room sul tema amministrare 2.0 è stata un po' il naturale proseguimento di quella del 2008, che aveva trattato del futuro delle città digitali. Preso quindi atto della fine di una fase - quella delle reti civiche e dell'interazione con il cittadino attraverso il web e i servizi on line, in una logica di informazione e di servizio – si discute di un nuovo modello interpretativo: quello che vede protagonista una PA che consenta realmente la partecipazione dei cittadini, cercando di coinvolgerli nella gestione dell'amministrazione stessa.Leggi tutto

Piano E-Government 2012: obbiettivo scuola. L’innovazione tecnologica cambia la scuola

Il piano E-Government 2012 prevede, tra gli obbiettivi settoriali, un intervento in ambito scolastico e universitario.Leggi tutto

Introduzione al tema del giorno:sportello unico e informatizzazzione comunale

Il portale "impresa.gov" e il progetto "Impresa in un giorno" rappresentano due iniziative per stimolare l'attività delle imprese. Il primo progetto nasce nel 2003 a seguito di un protocollo di intesa tra Ministero dell'Innovazione, Ministero delle Attività Produttive e Unioncamere ed ha l'obiettivo di facilitare la trasmissione di informazioni della PA per le imprese e di offrire alcuni servizi in via telematica. La seconda iniziativa riprende il progetto dello Sportello Unico, affidato inizialmente ai Comuni.Leggi tutto

Privatizzazione e innovazione tecnologica nel progetto SPC

Riproponendo gli obiettivi di SPC, giunto ormai a un buon grado di implementazione sul territorio nazionale, Caterina Cittadino apre nuove riflessioni: quali funzioni il mercato deve continuare ad espletare? Come definire un governo della rete che ne assicuri piena sicurezza? Quale è la funzione pubblica nel progetto?

Amministrare 2.0: una scommessa da vincere

La rete (aperta e a banda larga) è la condizione necessaria per innovare il territorio e la Pubblica amministrazione ed è indispensabile per poter discutere di cittadinanza digitale. Da qui parte, quindi, Michele Vianello nel suo intervento introduttivo alla creativity room sul tema amministrare 2.0. Una relazione in cui Vianello spiega cosa si intende per cittadinanza digitale e perché questa espressione sia oggi imprescindibile per la PA.Leggi tutto

I cittadini e l'uso di internet: compiti per la politica e il mercato

Mario Valducci definisce quello dell’Osservatorio sul Futuro della rete un ottimo rapporto. Alcuni numeri sono confortanti – spiega – ma emergono delle criticità rilevanti sul versante della domanda. Occorre far capire ai cittadini come la rete può cambiare la loro vita, lavorando per il miglioramento dei contenuti e dei vantaggi economici di chi usa internet. Questo è un compito congiunto per la politica e per gli operatori del mercato tlc.

Il Sistema sanitario nazionale inglese e i social media

In Gran Bretagna i cambiamenti sociali, l'invecchiamento della popolazione e i costi sempre più alti aumentano la consapevolezza di un cambio di cultura e un approccio diverso alla sanità da parte delle persone. I social media possono rappresentare la giusta risposta ai bisogni della popolazione. Sarah Walton ci spiega cosa sono i social media e il loro utilizzo nell'ambito della sanità pubblica.

Presentazione dell’Agenzia per la Diffusione delle Tecnologie per l’Innovazione

L’Agenzia per la Diffusione delle Tecnologie per l’Innovazione è una struttura giovane, operativa dal dicembre 2008, con l’obbiettivo di attivare l’insieme delle capacità innovative, spesso inutilizzate, del Sistema Paese. L'attività dell'Agenzia si articola due fasi. La prima consiste nella realizzazione e nell'attivazione di un rete che permetta all’Agenzia di far parte di progetti di supporto, definizione e trasferimento tecnologico a livello nazionale, europeo e internazionale.Leggi tutto

Green More than More

Come il Green può essere il valore aggiunto in un’economia in crisi per ridurre i costi e migliorare l’efficienza, gestire l’uso dell’energia all’interno dei processi di business e predisporre l’azienda alle nuove normative.