Cerca: PA digitale, Atti FORUM PA 2009

Risultati 31 - 40 di 147

Risultati

Obiettivi e risultati della nuova procedura di ricorso on-line

Sono numerosi gli aspetti positivi della messa on line di servizi per la gestione dei contenziosi amministrativi: un'ottima infrastruttura del portale, una maggiore integrazione del portale con il sistema operativo interno e la possibilità di censire gli utenti. Chiodo ripercorre le modalità di compilazione dei moduli on line.

Il contenzioso amministrativo in materia tariffaria tra dematerializzazione del cartaceo ed interattività con il cliente esterno

L'utilizzo delle più moderne tecnologie ha reso possibile la realizzazione di procedure per la gestione dei contenziosi amministrativi molto più snelle e immediate rispetto al passato. Questo ha permesso di offrire al cliente un servizio più efficiente con un notevole risparmio di tempo e risorse impiegate. La Toriello analizza criticità ed aspetti positivi del passaggio dal cartaceo al digitale dei procedimenti di contenzioso dagli anni '90 ad oggi.

Contenzioso amministrativo. I ricorsi on line

In un processo di modernizzazione della PA e dei rapporti tra imprese, Pubblica Amministrazione e cittadini, si colloca il progetto dell'INAIL per la gestione dei contenziosi amministrativi attraverso il ricorso on line. Con l'obietto di semplificare le procedure amministrative e di risparmiare tempo e risorse economiche, l'INAIL, grazie anche ad un uso sempre più capillare delle moderne tecnologie, mette a disposizione dell'utente la possibilità di fare ricorso on line attraverso specifiche procedure.

Progetto di realizzazione di una dorsale in fibra ottica in provincia di Belluno

Il contesto territoriale della provincia di Belluno – territorio montano e bassa densità di popolazione – è di fatto una zona a fallimento di mercato. Claudio Costa, Assessore della Provincia di Belluno, presenta i progetti attuati e in via di attuazione nel territorio della provincia per affrontare il problema del Digital Divide.

Le azioni della Community Network Emilia-Romagna contro il Digital e Knowledge Divide

Stefano Alvegna riporta le soluzioni adottate dalla Community Network Emilia-Romagna sul problema del Digital e Knowledge Divide. La Community Network Emilia-Romagna vanta ad oggi una copertura del servizio a bada larga pari al 91% della popolazione, con una stima del 95% entro dicembre 2009.Leggi tutto

Siti web senza frontiere

L'inclusione delle persone con disabilità nella società, come nel lavoro, passa sempre più attraverso un uso corretto delle nuove tecnologie ma anche attraverso una corretta progettazione del prodotto finale. Secondo Guidi la progettazione di un sito web accessibile, che sia di un ente pubblico o privato, presuppone un'adeguata formazione da parte di chi lo crea. I siti web della Pubblica Amministrazione possono essere punti di riferimento per quelli di aziende private per quanto riguarda la loro accessibilità.

La normativa per l'inclusione dell'ICT

De Vanna affronta il tema dell'accessibilità ai sistemi informatici da parte delle persone con disabilità facendo riferimento alla normativa italiana, con particolare attenzione alla legge Stanca. Dall'intervento emergono gli aspetti positivi e negativi della normativa in atto e quali punti possono essere migliorati.

Le diverse prospettive: la tecnologia

Come deve approcciarsi la tecnologia alla disabilità? Obiettivo della tecnologia deve essere la creazione di servizi on line e siti web accessibili tenendo in considerazione le necessità basilari e non di chi non dispone di particolari abilità. Un sito web deve essere funzionale ai bisogni del fruitore. E' necessario che ci sia una maggiore sensibilizzazione al problema sia nella PA che nelle aziende private.

La sfida dell'accessibilità dei corsi di formazione on line

Il CASPUR ha realizzato un sistema di formazione on line seguendo le indicazioni contenute nella legge Stanca (legge n. 4 del 2004). Proietti illustra l'intero progetto.

Aspetti tecnico-organizzativi del portale

Il portale imprese nasce con l'obiettivo di creare un punto unico di accesso per le imprese dove trovare, non semplici informazioni, ma servizi utili all'avvio e alla costituzione di un'impresa. Il portale rappresenta il luogo virtuale in cui interagiscono enti differenti coinvolti nelle operazioni e in cui è possibile effettuare varie transazioni. La Alterisio fa inoltre il punto sulla situazione in Italia rispetto alla direttiva europea nell'ambito dei servizi del mercato interno e fornisce indicazioni su come il paese può allinearsi alle norme europee.