Cerca: Riforma PA, meritocrazia

Risultati 21 - 29 di 29

Risultati

L'innovazione comincia dalle persone

Abbiamo fatto una chiacchierata con Luca Attias, dirigente dei sistemi informativi della Corte dei Conti, per conoscere un pò più da vicino il vincitore del premio innovatori del FORUM PA 2008 per la categoria "tecnologie". Quello che abbiamo scoperto è un giovane dirigente che in sette anni di lavoro alla Corte dei Conti ha introdotto nella sua area un approccio basato sulla valorizzazione delle competenze, riorganizzando le attività del suo ufficio in funzione delle attitudini dei singoli collaboratori.

Leggi tutto

Una riformina per la PA... senza sconti per nessuno. Il Ministro Brunetta a FORUM PA

Ha scelto il palco del FORUM PA Renato Brunetta, a meno di una settimana dal giuramento come Ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione, per presentare quelle che potremo chiamare le linee guida del suo Ministero.

Leggi tutto

Percorsi di attuazione della rivoluzione meritocratica e di quella digitale

Perché se le Pubbliche Amministrazioni italiane contengono straordinarie risorse di competenze e di dedizione la qualità media dei servizi e delle prestazioni è scarsa? Franco Bassanini sostiene che la questione vada affrontata applicando due rivoluzioni: quella digitale e quella meritocratica.

Leggi tutto

Riforma Brunetta: evoluzione digitale e meritocrazia

La pubblica amministrazione è ormai percepita da chi lavora come una gabbia piatta, senza stimoli, senza percorsi. Per rompere questo sistema bisogna cominciare a lavorare sulla produttività, sul rendimento, sull'efficacia e trovare i giusti incentivi ma anche le legittime sanzioni per distinguere i fannulloni da chi invece opera seriamente e con senso del dovere. È questo il momento giusto per intervenire, altrimenti l’Italia si troverà in una situazione di emarginazione rispetto agli altri paesi.

Leggi tutto

Dalla presenza ai risultati: l’accordo per la distribuzione del fondo per la produttività individuale in Trentino

Quando si parla di meritocrazia e premi di produttività ci si deve rendere conto che la presenza non è un indicatore sufficiente per la valutazione delle prestazioni e dei risultati. Per premiare davvero il merito all'interno della Pa, sono oggi necessarie soluzioni tecniche adeguate: una diffusa informatizzazione, che preveda la transazione a sistema di tutte le attività; una predefinita condivisione delle ore di lavoro occorrenti per la prestazione del servizio; un funzionale sistema di monitoraggio e reporting.

Leggi tutto

La valutazione nel settore pubblico nell'ultima tornata contrattuale 2006-2009

Per affrontare l'importante tema di questo Convegno dobbiamo partire da un dato, la firma nel gennaio dello scorso anno di un importantissimo accordo di concertazione, il famoso Memorandum d'intesa su lavoro pubblico e riorganizzazione della Pubblica Amministrazione. Sono passati molti mesi ma le esigenze espresse in quel documento rimangono sempre attuali ed anzi rivendicano una loro urgente e improcrastinabile attuazione.Leggi tutto

I presupposti, gli obbiettivi e le metodologie di una buona e utile valutazione

Dopo aver analizzato lo stato dell’arte dei sistemi di valutazione all’interno delle PA italiane Giovanni Valotti ne individua le maggiori criticità e definisce i 5 step concettuali che ne dovrebbero costituire la struttura: per valutare è necessario definire la performance, per apprezzare la performance è necessario misurare, per migliorarla è necessario responsabilizzare, per responsabilizzare è necessario assicurare uno spazio d’azione e mettere a disposizione le leve per mobilitare l’organizzazione ed infine è importante

Leggi tutto

Il Premio Qualità PA 2007/2008

Sin dall’inizio del suo mandato, il Ministro Nicolais ha dimostrato come la ricerca della qualità nella PA fosse il suo obiettivo principale, varando una serie di provvedimenti sulla semplificazione, l’organizzazione delle pubbliche amministrazioni e la gestione delle risorse umane. In particolare, afferma Antonio Naddeo, il Memorandum firmato con le organizzazioni sindacali, si richiama a principi che legano la gestione delle risorse umane al miglioramento dell’efficienza della PA e alla valutazione delle prestazioni dei dipendenti pubblici.Leggi tutto

Il principio del merito in teoria e in pratica

Mattarella illustra una proposta di legge che ha lo scopo di introdurre una serie di correttivi all’attuale sistema di valutazione che valorizzino il principio di merito nell’ordinamento. Essa muove da una serie di deficit del nostro sistema normativo in materia di controlli interni, dalla mancanza di norme che prevedano anche un controllo sui singoli e infine alla carenza di indipendenza di coloro che svolgono tali controlli. Viene ipotizzata la costituzione di una authority indipendente che abbia come compito quello di stimolare l’attuazione della legge in questa materia.Leggi tutto