Cerca: Riforma PA, sistema dei controlli

10 risultati

Risultati

Il diritto alla piena accessibilità come garanzia dell’integrità: la prospettiva della CiVIT

L’eccesso di controlli preventivi non porta ad evitare gli illeciti, per questo – spiega Martone – ci si è spostati ai controlli successivi. Il contrappeso indispensabile all’eccesso anche di questi ultimi – che rischia di portare nei fatti a una mancanza di controllo – è quello della trasparenza, ovvero della piena accessibilità delle informazioni al di là della dimostrazione dell’interesse qualificato. Ciò porta ad un controllo sociale diffuso sull’operato della Pubblica Amministrazione, indispensabile per la prevenzione dei fenomeni corruttivi.

Leggi tutto

Ruolo e sfide dei controlli nella nuova contrattazione

Mario Nispi Landi affronta nel suo intervento le modifiche apportate al sistema dei controlli sulla contrattazione integrativa dal D.lgs. 112/08 e le modifiche successivamente introdotte dal D.lgs 150 del 2009, si concentra  sul raccordo tra i nuovi compiti demandati alla Corte dei Conti e gli altri momenti di controllo e verifica degli andamenti della contrattazione integrativa, e spiega alcune  problematiche metodologiche affrontate nella rilevazione ed aggregazione dei dati provenienti dai diversi enti.

Leggi tutto

Una nuova visione del sistema dei controlli

Enrico Patiti sottolinea due aspetti del cambiamento introdotto dalla riforma Brunetta: misurare e valutare, due aspetti su cui la PA si è sempre interrogata non sempre con successo. La valutazione dei comportamenti operativi in questo senso è valida ed apre uno scenario complesso per tutte le amministrazioni che è quello dell’assunzione delle persone come il centro dei processi dell’ente.

Leggi tutto

I sistemi di programmazione e controllo nell'ambito della Ricerca Giannini

Fabrizio Pezzani si è occupato dei temi di programmazione e controllo nell’ambito della Ricerca Giannini. In Italia si avverte una inadeguatezza dei sistemi di controllo che dipendono da molteplici fattori, fra i quali il contesto nel quale si sviluppano, il livello di autonomia, le norme o i gradi di articolazione di un sistema. Secondo Pezzani è necessario evidenziare le aree di responsabilità e definire lo scenario nel quale operare.

Il ruolo dei comuni nei controlli sull’Ici. Servono maggiore iniziativa e misure più incisive

Claudio Cristofani si interroga sul motivo per cui i Comuni che ricevono gli introiti dell’Ici non siano soggetti più attivi nell’individuare il valore reale dell’immobile e nello scovare gli evasori. Cristofani fa una serie di considerazioni sull’evoluzione del tipo di lavoro dell’impiegato del Catasto dal proprio punto di vista di direttore di un’azienda partner dell’Agenzia del territorio nella realizzazione di progetti informatici. Cristofani domanda al professor Gobbi come riesce a rendere interessante una materia apparentemente poco appetibile per i ragazzi come l’Estimo.

La riorganizzazione del Comune di Reggio Emilia

Mauro Bonaretti, Direttore Generale del Comune di Reggio Emilia, illustra il processo di cambiamento della governance adottato nella sua amministrazione. L’esigenza principale di una riforma è scaturita dalla volontà di far fronte alle mutate esigenze di carattere demografico-sociale, innescando meccanismi decisionali più aperti e capaci di coinvolgere soggetti diversi per arrivare a decisioni di maggior consistenza.

Leggi tutto

L’esperienza della Regione Friuli Venezia Giulia

La Regione Friuli Venezia Giulia ha avviato sin dal 2003, un profondo rinnovamento dei sistemi di valutazione e di controllo, individuando un unico strumento di programmazione, accompagnato da una nuova legge di contabilità. Obiettivi del progetto sono stati quello coinvolgere e far partecipare diversi attori, ivi compresa la classe politica, al processo di rinnovamento per accrescere in essi la consapevolezza e la responsabilità del cambiamento; in secondo luogo, poichè non è possibile fare gestione senza numeri, si è puntato il sistema ad un approccio fortemente quantitativo.

Il Sistema dei Controlli: costruzione di un modello operativo di misura delle performance in una PA

Descrive i sistemi di controllo attualmente in uso presso il Ministero delle Infrastrutture e il Ministero dei Trasporti. Essi si basano su due sistemi che condividono infrastruttura, soluzioni applicative e in cui le banche dati sono state suddivise in modo logico. Molinaro effettua quindi una dettagliata illustrazione della strutturazione e del funzionamento del sistema dei controlli, il quale si appoggia su una piattaforma PaP ed è composto da un Sistema Informativo per il controllo Strategico, uno per il per il controllo di Gestione e uno di Contabilità economico analiticaLeggi tutto

I problemi di efficienza della Pubblica Amministrazione

Prendendo spunto dalla sua esperienza di dirigente nella Pubblica Amministrazione, effettua una denuncia delle discriminazioni a cui la categoria è oggi sottoposta.Leggi tutto

Il principio del merito in teoria e in pratica

Mattarella illustra una proposta di legge che ha lo scopo di introdurre una serie di correttivi all’attuale sistema di valutazione che valorizzino il principio di merito nell’ordinamento. Essa muove da una serie di deficit del nostro sistema normativo in materia di controlli interni, dalla mancanza di norme che prevedano anche un controllo sui singoli e infine alla carenza di indipendenza di coloro che svolgono tali controlli. Viene ipotizzata la costituzione di una authority indipendente che abbia come compito quello di stimolare l’attuazione della legge in questa materia.Leggi tutto