Cerca: Riforma PA, processi decisionali partecipati

5 risultati

Risultati

Cosa c’è e cosa manca nel "Piano d’azione italiano per l’Open Government"

Il Governo Italiano, nell’ambito della sua adesione all’Open Government Partnership (OGP), ha recentemente elaborato con un processo partecipato, aperto anche ad alcune realtà della società civile, un piano di azione per l’Open Government che è attualmente posto all’attenzione dei cittadini e degli addetti ai lavori per una consultazione pubblica. Il piano, dopo una premessa di inquadramento, si articola in tre parti dedicate a partecipazione, trasparenza, integrità e accountability, innovazione tecnologica e in sei azioni specifiche. Leggendo il piano non si può che riconoscere che si tratta di sei azioni utili e importanti, allo stesso tempo la sensazione è che si poteva sfruttare questa occasione per un documento di insieme più vasto, più coraggioso e più inclusivo.

Leggi tutto

Come si riorganizza l'amministrazione comunale per governare la rete

A partire dalla sua esperienza come direttore generale del Comune di Reggio Emilia, Mauro Bonaretti offre una vera e  propria “lectio”, in cui propone una lettura  nuova del ruolo dell’amministrazione locale, nel contesto non facile in cui ci troviamo a vivere.

Leggi tutto

La consultazione e la responsabilità della scelta politica

Come chairperson del convegno, Sandro Mameli presenta i singoli relatori e sintetizza i loro interventi. In particolare, riprende l’intervento di Valeria Spagnuolo relativamente all’esperienza di valutazione sul decreto di attuazione della legge delega n. 15 del 4 marzo 2009 (c.d. legge Brunetta).Leggi tutto

Processi di consultazione e partecipazione: un quadro generale

L’analisi sulle motivazioni che hanno portato, in più parti del mondo, ad avviare pratiche di consultazione parte da una constatazione condivisa da molti: la crisi della democrazia rappresentativa e il conseguente tentativo di rivitalizzarla, introducendo forme di democrazia deliberativa. Marilena Macaluso analizza questo ed altri elementi, come la sindrome NIMBY che blocca le grandi opere, e presenta modalità di consultazione diverse ma con un comune obiettivo: rilegittimare i processi decisionali, coinvolgendo i soggetti interessati, e, quindi, ricomporre il conflitto.Leggi tutto

Il bilancio partecipato nella Regione Lazio

"“A quale ambito di bilancio regionale, secondo te, dovrebbero andare risorse aggiuntive per l'anno 2010?”. Questa la domanda che la Regione Lazio pone ai propri cittadini all’interno dell’iniziativa “Metti la tua voce in bilancio”.Leggi tutto