Cerca: Riforma PA, digital divide

5 risultati

Risultati

Gli interventi audio del convegno: Le azioni degli Enti locali contro il digital divide per l’accesso alla rete

L’accesso alla rete va configurandosi sempre più come servizio universale e ciò fa sì che le amministrazioni locali, specie quelle dei comuni più piccoli, debbano consorziarsi ed essere sostenute dalle amministrazioni provinciali e dalle unioni dei comuni per poter scongiurare un digital divide geografico che sarebbe, oltre che inaccettabile sotto il profilo dei diritti, anche pernicioso per lo sviluppo.

Leggi tutto

Donne e ICT

Marzia Vaccari, dell'associazione Orlando, illustra la connessione tra le dinamiche del web e le peculiarità di socialità di genere.

 

Leggi tutto

Reti amiche? Una buona idea se….

L’idea non è nuova, o per lo meno non nuova del tutto. Il Ministro Brunetta propone in 26 articolate e chiare slides una strategia che punta ad istituire “reti amiche” ossia utilizzare reti di sportelli, già capillarmente diffusi sul territorio, privati o pubblici che siano, perché eroghino servizi di base della pubblica amministrazione.

Leggi tutto

DOnne e TEcnologie, una DOTE per l’Italia

L’uso delle tecnologie in Italia e il digital divide, le prospettive di sviluppo per il Paese, il futuro dell’occupazione femminile e il ruolo delle donne nello scenario dell’innovazione. Su questi argomenti è intervenuta Beatrice Magnolfi, sottosegretaria per le Riforme e le Innovazioni nella Pubblica Amministrazione, nel corso del convegno “DOnne e TEcnologie una DOTE per l’Italia”, che si è svolto a Roma il 7 marzo 2008.

Leggi tutto

Il Consiglio di Lisbona e l’importanza del capitale umano

Per il Consiglio di Lisbona il capitale umano è una delle priorità europee, afferma Gaudenzio Garavini, perché è basilare per la costruzione della società della conoscenza. Una recente pubblicazione del Lisbon Council, intitolata ‘Innovation at work: the European human capital index, sottolinea proprio la necessità per la politica di investire sulle competenze dei cittadini.

Leggi tutto