Cerca: Riforma PA, direttore generale ente locale

10 risultati

Risultati

Le figure del Segretario e del Direttore, la funzione apicale e il controllo sugli Enti Locali

Riceviamo e pubblichiamo con piacere un ricco contributo da parte di Giancarlo De Maria, Responsabile del Comitato Scientifico di Andigel, sull'opportunità della doppia figura di vertice negli enti locali, in risposta all'editoriale di Carlo Mochi Sismondi "Vertici apicali degli Enti Locali tra risparmi e rischi di corruzione... e se stessimo sbagliando strada?" del 23 febbraio 2010.

Leggi tutto

Vertici apicali degli Enti Locali tra risparmi e rischi di corruzione... e se stessimo sbagliando strada?

Grande confusione sotto il cielo di Roma in questi giorni. Va infatti in scena un bizzarro spettacolo che ha come protagonisti: l’odioso fenomeno della corruzione, che sembra aver decisamente alzato la testa (seppure l’ha mai abbassata); un decreto legislativo ponte sugli Enti locali; due figure come quella del direttore generale e quella del segretario generale che fanno fatica a spiegare agli altri chi vogliono essere. Che fanno insieme questi mal assortiti attori? provo a raccontare la storia a modo mio e vediamo se vi risulterà chiara…

Leggi tutto

La misurazione e i city managers

Misurazione e valutazione sono due cose diverse ed entrambi sono attuabili all’interno della pubblica amministrazione come hanno dimostrato in più occasioni gli enti locali. Questo è il concetto chiave dell’intervista a Michele Bertola, Direttore Generale del Comune di Imola e Presidente di ANDIGEL.

Il Decreto legislativo 150 da molto spazio al tema della valutazione, arrivando ad istituire un Autorità centrale per la valutazione, ma Bertola suggerisce di fare attenzione ai termini che si usano.

Leggi tutto

La scelta di nominare il Direttore Generale: un bilancio dopo dieci anni di esperienza amministrativa

Giordano Conti, Sindaco uscente del Comune di Cesena, racconta la sua scelta, maturata all'inizio della sua esperienza amministrativa, di nominare la figura del Direttore generale per portare avanti un processo di innovazione all'interno dell'ente.Leggi tutto

Il Direttore Generale: un valido strumento per gli Enti Locali che vogliono innovare

Nella fase preliminare del progetto di accreditamento dei Direttori Generali, Fondazione Alma Mater di Bologna ed ANDIGEL si sono interrogate sugli obiettivi e sulle caratteristiche che un ente locale deve avere nel momento in cui decide di implementare la figura del Direttore Generale.Leggi tutto

Il Direttore Generale: percorso formativo, professionale,attività, competenze, relazioni

Il progetto di accreditamento dei Direttori Generali nasce da una collaborazione tra Fondazione Alma Mater ed ANDIGEL ed ha come obiettivi la ricostruzione, attraverso una ricerca preliminare, del profilo professionale del Direttore Generale e delle caratteristiche chiave, in modo da poter poi definire interventi formativi per lo sviluppo di tale professionalità. La valutazione dei profili dei singoli direttori, inoltre, consente sia di descrivere la popolazione dei DG, sia di analizzare lo scostamento individuale rispetto al profilo di riferimento

Il Direttore Generale: funzioni e caratteristiche chiave per garantire il buon andamento dell'ente locale

Gli elementi che contraddistinguono la funzione del Direttore Generale degli enti locali sono il rapporto fiduciario con la parte politica e la distinzione tra indirizzo politico e gestione dell'ente. Qualsiasi intervento legislativo per il futuro deve considerare questi elementi come imprescindibili per poter garantire l'autonomia organizzativa degli enti locali e per permettere quel processo di innovazione del sistema che purtroppo in questi anni non si è compiuto appieno.Leggi tutto

Il progetto di accreditamento dei Direttori Generali: un elenco certificato di professionisti al servizio dell'innovazione

ANDIGEL, sin dalla sua nascita nel 2003, lavora per l'innovazione negli enti Locali: l'Associazione, infatti, non vuole essere un sindacato dei Direttori Generali, rappresentando e a promuovendo in sede istituzionale gli interessi di posizione della categoria; al contrario intende essere un gruppo professionale aperto, al servizio della PA locale. Il progetto di accreditamento nasce per dimostrare che l'innovazione, più che per via normativa, avviene grazie alle competenze acquisite nel tempo ed alle esperienze maturate sul campo.Leggi tutto

Il Direttore Generale come fattore di innovazione dell'ente locale: poteri e strumenti

Il direttore generale svolge una funzione manageriale che sfugge agli schemi consueti della dirigenza pubblica tradizionale: egli va inteso come un professionista che è in grado di affrontare e risolvere, con un approccio interdisciplinare e innovativo, le varie problematiche di governo della città e del territorio nella consapevolezza della complessità politica e istituzionale in cui opera. Egli è pronto a suggerire, proporre, accettare e condividere l’indirizzo politico del sindaco o del presidente della provincia e, nello stesso tempo, punta alla realizzazione concreta delle scelte.

Il Codice delle Autonomie cancellerà il Direttore Generale dell'Ente Locale? Un commento da Andigel

Nell'ultima (?) bozza del disegno di legge sulla Carta delle Autonomie presentato in Consiglio dei Ministri nel luglio 2009 si dedicano poche righe alla figura del direttore generale affermando che sarà possibile avvalersi di tale ruolo e figura solo nei comuni di città metropolitane.

Leggi tutto