Cerca: tavoli di concertazione

9 risultati

Risultati

La Conferenza: uno strumento integrato per affrontare le specificità del territorio Lazio

Daniele Fichera presenta la Prima Conferenza Regionale sulla Sicurezza della Regione Lazio con cui si intende aprire una sede periodica di confronto tra amministratori locali, istituzioni ed esperti per analizzare le informazioni provenienti dal territorio e discutere proposte amministrative e progetti operativi rifuggendo dalla sterile dialettica tra allarmisti e tranquillizzatori.Leggi tutto

Le condizioni culturali e istituzionali per una maggiore considerazione dei beni comuni

Partendo da esempi quali la gestione politica e mediatica della questione sicurezza, le modalità di contrattazione sindacale e le richieste del settore imprenditoriale Mauro Bonaretti analizza come spesso l’attenzione ai processi sia concentrata più sulla fruizione individuale del singolo che su una consapevolezza del valore dei beni comuni.

Leggi tutto

La concertazione necessaria nell'attribuzione di funzioni e risorse ai Comuni italiani

Negli ultimi anni i Comuni - spiega Fabio Sturani - nonostante la riduzione dei trasferimenti dello Stato hanno garantito adeguati livelli di servizi e di prestazioni ai cittadini. Per continuare a farlo e poter affrontare le nuove sfide dei territori è necessario creare delle modalità di concertazione per garantire un quadro interistituzionale che fissi principi e linee di indirizzo sull’attribuzione delle funzioni e delle risorse.

Leggi tutto

SAPIT: Servizio Associato per la Promozione Integrata del Territorio

L’Unione dei Comuni della Valle degli Iblei presenta il SAPIT, Servizio Associato per la Promozione Integrata del Territorio. Dopo aver definito il Tavolo di Concertazione Permanente, organo di indirizzo e controllo delle attività del SAPIT, illustra l’organigramma ed il rapporto delle relazioni, interne ed esterne, del servizio.Leggi tutto

Il tavolo di concertazione a geometria variabile

Il territorio della Murgia Barese si caratterizza soprattutto per le sue risorse agricole e rurali. Questo aspetto ha, però, generato un turismo “abbreviato” che si sviluppa esclusivamente nel fine settimana, creando un’economia diretta inferiore rispetto a quella potenziale.Leggi tutto

Agenzia per lo Sviluppo del Vallo di Diano

La Comunità montana Vallo di Diano ha inteso rinnovare la sua funzione di essere ente sovracomunale di programmazione e coordinamento rendendo il processo di costruzione della mission dell'Ente partecipato e condiviso.

Firenze 2010. Piano Strategico dell'area metropolitana fiorentina

Il Piano ha inteso rispondere ad un bisogno di integrazione e condivisione di obiettivi tra soggetti pubblici e privati, in un momento in cui il tessuto sociale della città era sfilacciato e disaggregato, per trasformare Firenze non in solo città d'arte e di consumo, ma anche in centro delle nuove tecnologie applicate ai beni culturali e centro di produzioni manifatturiere di qualità.

Piano Strategico Comune di Sassari

Il Piano intende riposizionare in modo lungimirante, in uno scenario almeno decennale, la città e l'area in cui è inserita, per assicurare un miglioramento durevole della qualità della vita dei cittadini e uno sviluppo sostenibile della piattaforma produttiva locale.

Polo Finanziario

La vocazione di Verona di diventare un nuovo polo di attrazione per attività finanziarie è emersa in modo evidente fin dalle prime riunioni del Piano Strategico, un processo di pianificazione territoriale che il Comune ha avviato nel marzo del 2003 proprio per definire in modo strategico e condiviso le priorità del territorio di Verona a lungo termine.