Cerca: project financing

Risultati 1 - 10 di 19

Risultati

Ad aprile "Forme di procurement innovativo in Sanità": l'originale corso organizzato da Forum PA e FederSanità ANCI

Per preparare dirigenti e funzionari delle strutture della sanità pubblica all’adozione dei nuovi strumenti per l’acquisizione di innovazione, per fugare i loro timori per l’uso di forme di procurement poco diffuse in Italia, FORUMPA e FederSanità ANCI propongono un originale percorso di formazione, dal titolo Forme di procurement innovativo in Sanità. L'evento è stato annullato per ragioni organizzative.

Leggi tutto

Nuove forme di dialogo pubblico-privato per il settore Ict

Pubblica amministrazione e imprese devono trovare delle modalità di dialogo che facilitino il loro rapporto e consentano di adottare forme contrattuali adeguate al settore Ict e ricerca. Questo settore, infatti, ha delle particolarità per cui un progetto Ict non porta solo all’acquisizione di singoli strumenti innovativi, ma fa parte spesso di progetti più complessi: l’Ict in sé è portatore di conoscenze e innovazione, produce benefici diversi rispetto all’infrastruttura classica.Leggi tutto

Il project financing nel settore Ict

Il project financing è una tecnica di finanziamento che nasce specificamente attorno alle opere pubbliche, agli appalti di dimensioni considerevoli, ed è una tecnica relativamente nuova in Italia. Come calarla nel contesto dell’Ict e come farla funzionare nel nostro Paese? Questo il quesito posto da Maria Grazia Filippini, che nel suo intervento illustra i vantaggi del project financing per la PA e le opportunità che questa tecnica potrebbe offrire per la realizzazione del piano di e-government.Leggi tutto

Ict, project financing e gare pubbliche

Nel suo intervento, Martucci riprende diversi spunti emersi nel corso della tavola rotonda “Pubblico e privato insieme per uscire dalla crisi con l’innovazione”: le difficoltà nell’applicazione del project financing all’interno del settore Ict, i meccanismi di finanziamento alternativi che possono servire per sostenere progetti pubblici di ampia portata, il risk sharing, il ruolo di controparte forte che dovrebbe avere la PA nella gestione dei contratti con le aziende, la semplificazione nella definizione e gestione delle gare, la necessità di diminuire il numero dei contenziosi improduttivi, Leggi tutto

Innovazione: quali sfide per il rapporto pubblico-privato

Tilia riassume le sfide da affrontare nel rapporto pubblico-privato: la semplificazione e omogeneità delle gare; la riduzione del contenzioso; il project financing e lo sviluppo di nuovi modelli di interazione; la ricerca di sinergie. Come possibili strade da percorrere, Tilia cita: il concetto del riuso applicato alle gare; la dematerializzazione; il ruolo forte dell’Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici; una maggiore competenza della PA nell’impostare politiche e strategie di gara; la capacità da parte del privato di fare un’accurata analisi sulla sostenibilità dell’offerta.

Project financing in sanità, Lombardia ai vertici

Sono 19 gli interventi di edilizia sanitaria che in Lombardia sono finanziati da capitale privato e hanno un valore complessivo di 1,27 miliardi di euro. Questo uno dei dati principali emersi al convegno "Finanza e sanità" e resi noti dall'Osservatorio nazionale sul project financing in sanità.
Risulta così che il 32% delle 49 aziende monitorate in Lombardia hanno aggiudicato o hanno in corso un'iniziativa di project financing.

Leggi tutto

La questione delle partnership sotto il profilo della democrazia economica

Giuseppe Tripoli sottolinea come il confine dei settori che rientrano nell’ambito del pubblico sia in realtà molto variabile nel senso che al di là delle aree indicate dai teorici dello Stato minimo ci sono esigenze che ad un certo punto emergono e che non si possono non considerare come pubbliche, cioè come dimensioni che coinvolgono la collettività.

Leggi tutto

Il Ruolo delle Imprese Private nella Realizzazione delle Infrastrutture Urbane

Giancarlo Cremonesi è molto critico rispetto all’impostazione generalmente seguita dalle Amministrazioni Pubbliche nel partenariato pubblico/privato perché esse dovrebbe fare programmazione strategica e controllo, cosa che invece per lui non fanno. Cremonesi sottolinea anche la necessità di offrire agli investitori privati regole chiare e tempi certi e l’importanza di utilizzare alcuni beni pubblici (invece che venderli per coprire i buchi di bilancio...) come compensazione dei capitali privati investiti per la modernizzazione non più rimandabile del sistema infrastrutturale italiano.

Gli strumenti per un'alta qualità della committenza e della fornitura ICT in Italia

Dopo aver analizzato approfonditamente le caratteristiche e i risultati dell’investimento pubblico italiano in ICT Fabio Pistella propone ai rappresentanti dell’offerta e agli amministratori dei diversi livelli istituzionali di produrre insieme al CNIPA una proposta concertata per implementare il settore che si articoli su tre fronti: definizione degli obbiettivi, aggiustamento delle regole e modalità di recupero delle risorse finanziarie.

Il partenariato pubblico-privato: dalla decisione Eurostat al public sector comparator

Per Massimo Coltellacci, il project financing può essere utilizzato anche per quelle opere nelle quali è la Pubblica Amministrazione ad essere utente, direttamente o indirettamente, dei servizi forniti; per ospedali, scuole ed uffici pubblici, infatti, potrebbe essere vantaggioso passare dal modello tradizionale, che prevede un appalto per la costruzione dell’opera, ad un partenariato pubblico-privato. Il Relatore, quindi, spiega in che modo debba essere strutturato tale modello, ed illustra un metodo per il calcolo della convenienza di questa nuova procedura: il public sector comparator.