Cerca: Sicurezza, Atti FORUM PA 2010, tecnologie per la sicurezza

Risultati 1 - 10 di 14

Risultati

Il nuovo Provvedimento del Garante della Privacy in materia di videosorveglianza

Claudio Filippi presenta il nuovo Provvedimento del Garante della Privacy in merito alla videosorveglianza (in G.U. il 29/4/2010). Al suo interno sono disposti numerosi elementi di semplificazione nell’uso dei dati personali da parte del soggetto pubblico: esso può trattare i dati se ciò rientra nella sua funzione istituzionale, non deve acquisire il consenso del cittadino per farlo, e non ha bisogno di alcun testo normativo che preveda un trattamento dei dati personali.

Leggi tutto

Le tecnologie dell’Arma per il controllo del territorio

 

Leggi tutto

L’ausilio della videosorveglianza per l’azione della Polizia Locale a tutela della sicurezza urbana

 

Leggi tutto

Il Patto per Roma Sicura: la base per una sicurezza integrata.

Il Vice Comandante Porta sottolinea l’importanza del coinvolgimento degli Enti Locali nella tutela della sicurezza urbana, approccio rafforzato nel 1999 con l’ingresso del Sindaco e del Presidente della Provincia nel Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica e, in tempi più recenti, con l’introduzione delle Ordinanze Sindacali.

Leggi tutto

La sicurezza nelle architetture Federated SOA

L’intervento di John Sullivan si focalizza sull’architettura Federated SOA e sull’uso che se ne può fare nella gestione della sicurezza. Gli attuali prodotti SOA in IBM sono racchiusi nel framework Tivoli e comprendono applicazioni per il single sign-on, per gestire il ciclo di vita degli utenti, per memorizzare le informazioni sull’identità degli utenti e per offrire un punto di accesso nella fornitura di servizi a terzi.

Leggi tutto

Migliorare. Semplifacre. Innovare

Oggi le Aziende devono fronteggiare importanti sfide: l'aumento del volume dei dati da gestire, la complessa gestione di quelli distribuiti nelle sedi periferiche e il rispetto di un numero sempre crescente di requisiti di conformità normativa.

Inoltre, i costi aziendali che derivano dalla perdita di dati critici, sono spesso penalizzanti ed oggi più che mai si devono adottare strategie di protezione affidabili e piani di Disaster Recovery  efficaci, in grado di garantire la prosecuzione delle operazioni business.

Leggi tutto

Il paradigma On the Cloud

Francesco Palagiano, introducendo gli interventi delle aziende che ne articoleranno più nel dettaglio gli aspetti tecnici relativi all’Homeland Security, offre una spiegazione semplice di che cosa sia il Cloud Computing. Il NIST lo definisce come lo spostamento del computing da un singolo PC/Data Center ad’una infrastruttura complessa basata su una rete geograficamente distribuita.

Leggi tutto

L'esperienza di Microsoft nel Cloud e il programma “Open Government Data Initiative”

Mario Fontana presenta la strategia di Microsoft nel Cloud Computing sottolineandone il nocciolo, che risiede nei concetti di integrazione ed estensione. Molti dei prodotti Microsoft che oggi sono On-Premises sono stati portati sul Cloud, e altri lo saranno presto. A livello di piattaforma, le applicazioni si basano su Windows Azure: un sistema operativo ideato per lavorare On the Cloud che garantisce interoperabilità, sicurezza e privacy.

Leggi tutto

Il progetto RESERVOIR: un’ infrastruttura Service Oriented on demand per i servizi IT

 

Leggi tutto

Tecnologia e sicurezza: un binomio inscindibile per la tutela della privacy e per la lotta alla criminalità organizzata

In un modo globalizzato, la criminalità si caratterizza per la sua  trans-nazionalità e per la capacità camaleontica di trasformarsi e adeguarsi a contesti nuovi, tanto da indurre il Ministero dell’ Interno e l’Unione Europea ad avviare una serie di iniziative che focalizzano l’attenzione sulle tecnologie per la sicurezza. Lotta alla pedopornografia, uso sicuro del web, controllo dei flussi finanziari, progetti pilota per i controlli dei satelliti nel Mediterraneo sono solo alcune delle iniziative intraprese.

Leggi tutto