Cerca: Sicurezza, Sviluppo e Competitività

Risultati 31 - 40 di 48

Risultati

Sensori fotonici per la sicurezza di infrastrutture sensibili

Il Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione della Seconda Università di Napoli, in collaborazione con l’Istituto per il Rilevamento Elettromagnetico dell’Ambiente – CNR - , ha sviluppato un sistema di sensori fotonici in fibra ottica, utilizzabile per l’ analisi e il monitoraggio della deformazione delle infrastrutture e delle loro vibrazioni, al fine di garantirne la sicurezza. Luigi Zeni presenta i diversi usi della fibra ottica come sensore per la sicurezza delle infrastrutture sensibili.

Welcome ed Agenda convegno “Tecnologie Abilitanti per la Sicurezza: il contributo delle Università e dei Centri di Ricerca”

Selex – sistemi integrati – appartiene al settore dell’elettronica e della difesa di Finmeccanica. Si caratterizza per una produzione ad alta tecnologia a livello nazionale e internazionale, che si fonda sulle collaborazioni con gli istituti di ricerca e le Università. La sua attività, inizialmente focalizzata sulla produzione di sistemi radar, si sta gradualmente spostando sulla Homeland Protection, investendo in ricerca e sviluppo una parte consistente del proprio fatturato.

Leggi tutto

Robotica per la Sicurezza al PRISMA Lab

La robotica cooperante, che consiste nel definire la modalità di controllo di un’insieme di robot nell’esecuzione di operazioni di manipolazione,  è un settore capace di dare notevoli risultati applicabili in ambito sicurezza. Luigi Villani presenta i progetti relativi all’attività di robotica per la sicurezza in svolgimento presso il laboratorio PRISMA.

Nuovi sistemi su base biometrica per il passaggio automatico di frontiera - Sfide tecnologiche e criticità

Il Consiglio Nazionale delle Ricerche profonde un impegno crescente nel settore delle tecnologie orientate alla sicurezza e si presenta uno dei punti di riferimento a livello nazionale nel settore delle tecnologie biometriche,  volte a identificare o verificare l’identità degli esseri umani sulla base di caratteristiche fisiche e/o comportamentali. Mario Sevastano presenta i progetti relativi all’Automated Bording Crossing: l’uso di tecnologie biometriche per il riconoscimento automatico dell’individuo nelle sedi aeroportuali.

Sistemi Multisensoriali Intelligenti per la Sicurezza

La ricchezza del materiale multisensoriale e multispettrale deve concorrere alla costruzione di un sistema intelligente che sia in grado di monitorare e analizzare, possibilmente in tempo reale, una porzione di realtà, definita scena, in modo da poter garantire la sicurezza del cittadino o di un sistema. Arcangelo Distante – ISSA e CNR di Bari – descrive le possibilità applicative dei sistemi multisensoriali.

Cooperazione tra Robot mobili aerei e terrestri per Applicazioni di Sicurezza in ambienti indoor

La ricerca condotta, in collaborazione con SELEX-SI, dal Dipartimento di Ingegneria Aerospaziale della Seconda Università di Napoli è rivolta alla creazione di un modulo robotico terrestre-aereo da integrare nei sistemi di Homeland Protection e  nei sistemi di gestione e controllo delle situazioni critiche in ambienti urbani e indoor.

Leggi tutto

Homeland Security: scenario della minaccia: terrorismo e disastri naturali

A partire dall’attacco terroristico alle Torri Gemelle nel settembre 2001, è nata una nuova disciplina, la Homeland Security, volta a tutelare le infrastrutture reali, le infrastrutture virtuali, le persone e la cultura da attacchi terroristici e eventi naturali, cercando di evitare la militarizzazione del territorio garantendo la privacy. Giorgio Franceschetti descrive l’evoluzione del concetto di Homeland Security, presentando una soluzione tecnologica, ImpSAR sensor Wall, strumento che potrebbe essere d’aiuto alla tutela della sicurezza di uno Stato e della sua Nazione.

Tecnologie TeraHz per la Sicurezza

Aldo di Carlo, Dipartimento dell’Elettronica e dell’Energia dell’Università di Roma Torvergata, presenta i possibili usi della tecnologia TeraHz per la sicurezza.

Tecnologie wireless auto-organizzanti per la Sicurezza globale

La ricerca del Ubiquitous Internet Group dell’Istituto di Informatica e Telematica del CNR di Pisa, si occupa da più di dieci anni dell’implementazione di architetture e protocolli per applicazioni di Mobile and Pervasive Computing e Pervasive Comunication, con particolare attenzione rivolta utilizzo delle tecnologie autorganizzanti in applicazione alla sicurezza. Le reti autorganizzanti sono reti in cui i dispositivi-utenti, grazie ad opportuni protocolli, sono in grado di cooperare e creare un sistema di comunicazione in assenza di una preesistete infrastruttura dedicata.

Leggi tutto

Tecnologie per il mantenimento dinamico e personalizzato della sicurezza in ambienti sensibili

Il dipartimento di Biofisica ed Ingegneria Elettronica dell’Università di Genova, la cui ricerca si occupa di wireless e dell’elaborazione di segnale video applicati al campo della sicurezza e dell’ambiente, sta concentrando parte degli sforzi su progetti di ricerca legati alla sicurezza. L’obiettivo principale su cui si concentra la ricerca del Dipartimento in tema di sicurezza è il monitoraggio di un evento e la comprensione della relazione causa effetto delle entità che interagiscono nell’evento stesso.

Leggi tutto