Cerca: Sicurezza, Atti FORUM PA 2008

Risultati 1 - 10 di 12

Risultati

Sicurezza: tecnologie, risorse e fattore umano

La tecnologia oggi non è un problema: se la committenza sa quello che vuole e offre risorse e tempi di realizzazione certi si possono soddisfare i requisiti più stringenti. A fronte di questi grandi progressi tecnologici, Maurizio Tucci sottolinea due importanti asimmetrie che interessano il tema della sicurezza.

Leggi tutto

Sicurezza: governare le tecnologie in un'ottica di sicurezza partecipata

Le tecnologie sono strumenti fondamentali nell'ambito della sicurezza, ma devono essere governate dall'uomo: vanno scelte e utilizzate sulla base di obiettivi, regole e processi di lavoro ben definiti.

Leggi tutto

SCOUT: soluzione multifunzione per le Forze dell'Ordine

La Sintel Italia è presente in questo mercato della sicurezza da oltre 25 anni, è fornitore delle maggiori istituzioni nazionali e la sua offerta è sempre stata caratterizzata da un alto tasso d’investimento in ricerca e sviluppo e da una costante politica di partnership tecnica e commerciale con i principali operatori nazionali ed esteri di questo mercato.

Leggi tutto

Le tecnologie innovative per la sicurezza partecipata: l'approccio Elsag Datamat

Carlo Gualdaroni, amministratore delegato di Elsag Datamat, illustra alcune soluzioni per la sicurezza messe a punto dal centro di eccellenza Finmeccanica nella progettazione, realizzazione e commercializzazione di prodotti, soluzioni e sistemi altamente innovativi per l’automazione, la sicurezza, la difesa e l’informatica.

Leggi tutto

Comunicazione istituzionale e sicurezza

La comunicazione pubblica come leva strategica per le nuove politiche di sicurezza. Questo il tema della relazione, che parte esaminando la differenza tra il vissuto reale del cittadino e il senso di insicurezza percepito, determinato soprattutto dal racconto indiretto dei mass media, e prosegue esaminando le risposte che la comunicazione può dare in questo contesto di disagio sociale.

Leggi tutto

Tecnologie per la sicurezza: un progetto di connettività in banda larga del CNR

Augusto Pifferi, responsabile ICT del CNR (Area della Ricerca di Roma-Montelibretti) illustra un caso di studio, che emerge dall'attività del CNR nell'area della Sabina e della media-alta Valle del Tevere. La realizzazione tra l'area di ricerca di Montelibretti e l'area di ricerca di Tor vergata di una connessione in fibra ottica, integrata nel progetto Megalab della Regione Lazio, ha offerto lo spunto per offrire ai Comuni del territorio coinvolto la possibilità di avere un collegamento wireless, che permetta all'ente locale di mettersi in rete per dare servizi ai cittadini.

Leggi tutto

Servizio Per la cooperazione Internazionale di Polizia V divisione S.I.RE.N.E.

Il progetto SIRPIT per la verifica delle impronte digitali e delle fotografie, presentato dal Direttore del Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia, Enrico Maria Falcone, si inserisce nell’ambito dell’indagine conoscitiva sullo spazio Schengen nella nuova costruzione europea. L’Italia ha una connessione tra il S.I.RE.N.E. (Supplementary Information Request National Entries) e l’AFIS (Casellario centrale d’identità) al fine di garantire un corretto uso della procedura SIRPIT.

Leggi tutto

Sicurezza: il rapporto tra mondo dei media, comunicazione pubblica e percezione dei cittadini

Il tema della sicurezza occupa un posto centrale nell’opinione pubblica e nel marketing politico moderno al punto che oggi si parla di sicurezza al plurale riferendosi non soltanto al problema dell’ordine pubblico, della microcriminalità e dell’immigrazione ma anche al terrorismo, alla salute, al lavoro, all’ambiente etc. Stefano Rolando introduce il convegno parlando del rapporto tra l’informazione dei media e la percezione della sicurezza da parte dei cittadini.

Leggi tutto

Ruolo e responsabilità dei media nella percezione della sicurezza

Giampiero Gramaglia parla dei processi di selezione delle notizie e sottolinea come l’Ansa sia consapevole della propria responsabilità nell’informazione, soprattutto per ciò che riguarda la percezione della sicurezza. Se pensiamo, tuttavia, che la accentuata attenzione da parte delle agenzie di stampa può contribuire alla diminuzione dei fenomeni (un esempio è quello degli incidenti sul lavoro), tale ruolo da parte dei media può essere considerato in maniera positiva.

Leggi tutto

Comunicare la sicurezza: uscire dai luoghi comuni, evitare spettacolarizzazioni

Stefano Rolando, parlando della sicurezza in generale, afferma che è “… un terreno nutrito dalle patologie che diventa ambito di due sistemi comunicativi in eterno duello: quello (prevalentemente mediatico) centrato sulla “notizia”, quello (prevalentemente sociale) centrato sull’accompagnamento e la spiegazione.” Sottoscrivo, precisando per quanto riguarda lo specifico degli infortuni sul lavoro, prevale quello mediatico e di minor qualità.

Leggi tutto