Cerca: Saperi PA, Intervento, Economia, Atti FORUM PA 2007, asl

4 risultati

Risultati

Il Project Financing nella Pa. L'esperienza degli Ospedali di Castelfranco Veneto e Montebelluna

Alessandro Vanzetto introduce gli obiettivi della concessione in regime di finanza di progetto per l’ammodernamento dei due ospedali di Castelfranco Veneto e di Montebelluna soffermandosi sui servizi e sulle attività di controllo e monitoraggio del concessionario.

Reingegnerizzazione dei sistemi informativi e di controllo. Il caso degli ospedali di Castelfranco Veneto e Montebelluna

Mario Po approfondisce gli aspetti relativi al Ref-monitor soffermandosi sull’importanza di una integrazione tra il Ref e gli altri sistemi informativi che gestiscono gli altri settori (contabilità, bilancio, tecnologia clinica ecc…); questo consentirebbe, nel caso della tecnologia clinica, un costante monitoraggio dell’attività produttiva e un’analisi della stessa volta al miglioramento dell’organizzazione.

Leggi tutto

Le concessioni di Project Financing

Gino Redigolo presenta il convegno “Reingegnerizzazione della struttura informativa e dei sistemi di controllo di servizi in outsourcing, global service, project financing” introducendo il progetto sulla concessione di finanza di progetto relativo alla ristrutturazione, al completamento e all’ampliamento degli ospedali di Castelfranco Veneto e Montebelluna. Nel secondo intervento Redigolo sottolinea l’importanza e l’utilità della finanza di progetto quale strumento per realizzare obiettivi senza il quale non sarebbe potuto essere possibile.

La gestione in global service del patrimonio ospedaliero ed extraospedaliero della ASL 1 di Brindisi

Vincenzo Corso presenta il progetto di global service per la gestione del patrimoni ospedaliero ed extraospedaliero e, in particolare, per gli impianti del patrimonio immobiliare della ASL 1 di Brindisi. Il progetto, appaltato ad una ATI composta dalle società Manutencoop Facility Management, Cofathec e Consorzio Nazionale Servizi, ha una durata di tre anni e, per un importo complessivo di 38 milioni di euro, comprende: un servizio di gestione integrata dell’energia, interventi di manutenzione straordinaria e lavori di adeguamento e riqualificazione tecnologica degli impianti.