Cerca: Saperi PA, Intervento, Economia, Atti FORUM PA 2007

Risultati 81 - 90 di 263

Risultati

Riflessioni sul decreto di riforma dei servizi pubblici locali

Francesco Manna esprime le sue considerazione sulla riforma del Governo sui servizi pubblici locali e mette in luce un problema legato all’enorme differenza tra società per azioni pubbliche o pubblico-private ricche e che producono utili, e tutte le altre piccole società sulle quali il decreto va ad incidere. La trasformazione di queste in aziende speciali si rivelerebbe positiva soprattutto per il reclutamento del personale, che tornerebbe ad avvenire per concorso pubblico, e per la regolazione degli appalti.Leggi tutto

Il "precontenzioso" davanti all'Autorità: prime esperienze e valutazioni

L’esperienza del precontenzioso, spiega Alessandro Botto, nasce dalla constatazione del forte ingolfamento dei tribunali sia amministrativi, sia ordinari, e quindi dall’esigenza di trovare risposte veloci, adeguate e satisfattive della notevole domanda di giustizia che proviene dal nostro ordinamento. In tal senso, rivestono grande importanza i cd.Leggi tutto

La tutela dei cittadini nella riforma dei servizi pubblici locali

Fabio Picciolini formula alcune riflessioni in merito al disegno di legge sui servizi pubblici locali. Innanzitutto, la riforma è un atto necessario, in secondo luogo, l’Associazione Adiconsum non esprime una preferenza rispetto allo statuto pubblico o privato delle società di servizi: a monte di qualsiasi scelta, infatti, deve essere certificato il rispetto delle leggi di tutela per il lavoratore.Leggi tutto

Le Aziende Speciali nella riforma dei servizi pubblici locali

Per Carlo Deodato il tema della riforma dei servizi pubblici locali è un tema politicamente molto sensibile, poiché mette in gioco rilevanti interessi economici da parte degli addetti al settore e dei partiti. Il rischio che le Aziende Speciali vengano gestite con le stesse logiche clientelari e di inefficienza con le quali finora sono state gestite molte società in house esiste.Leggi tutto

PR&IL: Professionalizzazione e Inserimento Lavorativo del capitale umano, un progetto della Città del fare

Antonio Caruso presenta Città del fare, agenzia locale di sviluppo che conta 10 Comuni localizzati a nord-est di Napoli, e il progetto PR&IL con il quale si è cercato di coniugare due mondi in apparenza distanti al punto da non esserci possibilità di dialogo. I suoi elementi chiave sono, infatti, sviluppo produttivo e inclusione sociale.Leggi tutto

La priorità 7 del QSN e il concetto di competitività

Il concetto di competitività, presente nella priorità 7, si riferisce – sostiene il Prof. Sebastiano Fadda – all’incremento della produttività, che è il vero obiettivo dei sistemi locali e nazionali. In Italia si è infatti verificata una perdita di competitività dei sistemi, ovvero un calo della produttività, anche intesa come produttività del totale dei fattori - la cd. total factor productivity. Negli ultimi 5 anni, in particolare, si è registrata una influenza di segno negativo eLeggi tutto

Aspetti positivi e negativi del Rapporto DPS 2006

Il Rapporto DPS rappresenta un documento di eccezionale qualità che affronta tematiche complesse, afferma Gianfranco Viesti. In alcuni ambiti, come la territorializzazione della spesa, ha fatto fare notevoli passi in avanti al nostro Paese, collocandolo al primo posto, tra quelli europei, per la capacità di osservare, misurare e valutare quanto è stato realizzato. È pensato per l’utente, che dal sito può scaricare file utili, ed è estremamente trasparente.Leggi tutto

L’utilità della condivisione dei dati del Rapporto DPS 2006

Tiziana Arista evidenzia la necessità che i dati del Rapporto DPS 2006, pur essendo accessibili a tutti, vengano maggiormente comunicati, soprattutto a coloro che amministrano e governano le Regioni e gli enti territoriali. Le sfasature informative, infatti, sono particolarmente evidenti per chi, in particolare nelle Regioni, ha un ruolo di coordinamento generale e si rapporta sia con le strategie di sviluppo regionale sia con le politiche ordinarie per il Sud.Leggi tutto

Politiche e strategie tecnologiche per la sicurezza del territorio e la gestione delle emergenze

Carlo Mario Guerci illustra le componenti del progetto DigItaly per la sicurezza del territorio e la gestione delle emergenze e ne descrive le ricadute economiche. Illustra i rischi che minacciano il nostro paese e che riducono la competitività dell’economia. Descrive lo scenario europeo in termini di sicurezza e di misure ed investimenti. Spiega che i progetti relativi alla Gestione Emergenze e Sicurezza del Territorio possono consentire importanti benefici, materiali e immateriali. Presenta il sistema ICT del Dipartimento della Protezione Civile.

I percorsi dei territori e delle politiche per lo sviluppo territoriale: il Rapporto DPS 2006

Il Rapporto DPS, ormai giunto al 9° anno, è formalmente parte dei documenti di programmazione, spiega Paola Casavola. La sua missione specifica consiste nell’informare il Parlamento e i lettori interessati, da un lato, sullo stato dei territori e sul contenuto e avanzamento delle politiche di sviluppo regionale, dall’altro, introduce e spiega in quali direzioni ci si muoverà per lo sviluppo. Il Rapporto ha una struttura abbastanza standardizzata, fornisce dati dettagliati, non relativi esclusivamente a macro-aree, ma anche a livello regionale.