Cerca: Saperi PA, Intervento, Economia, Atti FORUM PA 2007

Risultati 181 - 190 di 263

Risultati

La Regione Emilia Romagna e fattori critici di successo del servizio di e-gov “utenti motori agricoli”

Simona Quarenghi presenta “utenti motori agricoli”, uno dei servizi di transazione realizzati nell’ambito del progetto DocArea. Si tratta di un servizio di e-gov regionale istruito dalla Provincia. Gli utenti sono tutti coloro (singolo agricoltore e grande cooperativa) che ogni anno fanno richiesta di carburante a prezzo agevolato. La mole di domande da gestire è costante e notevole per cui si sono introdotte procedure telematiche per facilitare il processo. Nella maggioranza dei casi sono state le associazioni di categoria a interfacciarsi con la provincia, semplificando l’iter.Leggi tutto

Il contributo di Forum PA al Primo Forum Nazionale sui patrimoni immobiliari e urbani pubblici

Carlo Mochi Sismondi sottolinea come il Primo Forum Nazionale sui patrimoni immobiliari e urbani pubblici sia un’importante novità, che Forum PA intende seguire ed accompagnare nel futuro. Il tenore e la qualità degli interventi hanno confermato che l’intuizione era corretta; l’auspicio per il prossimo anno è quello di valorizzare e di pubblicizzare maggiormente il premio, lanciando un call per far emergere le best practice e le buone esperienze delle Pubbliche Amministrazioni in questo settore.

Il Bilancio Sociale dell’INPS

La redazione del bilancio sociale dell’INPS spetta al CIV, Consiglio di Indirizzo e Vigilanza, spiega Francesco Lotito, che con le proprie linee di indirizzo orienta le scelte strategiche dell’istituto. Per assolvere a questo compito, tuttavia, il CIV si è dovuto confrontare con alcune questioni basilari relative innanzitutto alle modalità di redazione del bilancio di un ente che nel proprio acronimo già racchiude un esplicito riferimento alla funzione sociale.Leggi tutto

Il rapporto tra fondi tematici e fondi strutturali e il ruolo delle Istituzioni centrali

Luca Fornari approfondisce il rapporto tra fondi tematici e fondi strutturali, descrivendo il ruolo delle Istituzioni centrali dei Paesi Membri in questo ambito. Il Relatore racconta come il Ministero degli Affari Regionali abbia avviato una serie di riforme, presentando linee legislative per lo sviluppo del territorio, ed individuando nei fondi strutturali lo strumento principe per formare le Amministrazioni, e per fare in modo che le misure approvate abbiano una concreta e rapida applicazione. In quest’ottica, il P.O.R.E. rappresenta un sostegno imprescindibile per Regioni ed Enti Locali.

Le tecnologie abilitanti

Andrea Taglialatela presenta il consorzio Start come una Business Community che unisce la forza delle PMI con la Governance di una grande impresa. Descrive la mission del consorzio come la creazione di un’aggregazione di aziende di software che diventi il punto di riferimento per le imprese che lavorano nei settori della Difesa e Aerospaziale. Taglialatela introduce il problema dell’interoperabilità tra le applicazioni software, descrive l’approccio “Ontoman” basato sull’ontologia per poi presentarne i vantaggi economici e organizzativi.

Il project financing come strumento di valorizzazione dei beni immobili pubblici

Per Paolo Novi il project financing è diventato, lo dimostrano anche le cifre, uno strumento di valorizzazione dei beni immobili pubblici. Si può parlare di valorizzazione in due sensi: innanzitutto, l’upgrading del valore immobiliare del bene avviene con finanza privata; in secondo luogo, l’incremento del valore si accompagna spesso ad un uso del patrimonio più intelligente e più proficuo per l’Amministrazione.Leggi tutto

I piccoli Comuni e la gestione del patrimonio immobiliare pubblico in Global Service

Per Arturo Manera il discorso sulla gestione del patrimonio immobiliare dei piccoli Comuni assume dei contorni del tutto particolari.Leggi tutto

Linee strategiche e criteri di sviluppo per il Dipartimento Tecnologie dell’Informazione e delle Comunicazioni del CNR

Francesco Beltrame ritrae la dimensione della ricerca scientifica italiana ed europea in tema di ICT. Illustra i volumi di investimento dell’Unione Europea nei vari settori della ricerca. Citando Galileo (“La luce della scienza cerco e il beneficio”) ribadisce come non sia più il tempo della ricerca fine a se stessa. Descrive le linee strategiche del Dipartimento relative a tre pilastri tecnologici e ai relativi settori applicativi e sostiene che per generare valori nuovi il settore dell’ICT ha bisogno di ibridarsi.Leggi tutto

La strategia del Governo in materia di infrastrutture

Per Antonio Di Pietro il Governo precedente a quello di centrosinistra aveva puntato in maniera rilevante sul tema delle infrastrutture, varando la legge obiettivo che ha permesso di compiere il primo passo. Nei primi mesi da Ministro, quindi, si è trattato di effettuare una radiografia della situazione esistente per avere un quadro completo su quello che era stato realizzato e si stava realizzando, e sulle priorità per il futuro.

Leggi tutto

I costi sociali ed ambientali dei mancati investimenti in infrastrutture

Per Mario Ciaccia, non realizzare infrastrutture in Italia avrà un costo stimato di circa 200 miliardi di euro da qui al 2020. In particolare, la carenza di opere funzionali allo sviluppo comporterà un costo pari a 30 miliardi di euro nel comparto ambientale, dove sarebbero necessari 100 termovalorizzatori ed 80 impianti di compostaggio; 40 miliardi di euro nel settore dell’energia per la carenza di investimenti nella rete elettrica funzionale allo sfruttamento ottimale degli impianti di generazione; 133 miliardi nell’ambito della viabilità stradale.Leggi tutto