Cerca: Saperi PA, Intervento, Economia, Atti FORUM PA 2007

Risultati 101 - 110 di 263

Risultati

Presentazione del progetto “Rete degli Sportelli dello Sviluppo”

Marco Bonamico presenta il tema dell’incontro che riguarda il progetto “Rete degli Sportelli dello Sviluppo”, nell’ambito del più ampio Programma Empowerment del Dipartimento della Funzione Pubblica. Il progetto rientra nelle competenze specifiche del Formez, ribadite nelle ultime assemblee dei soci, che consistono nell’accompagnamento e nel supporto alle Amministrazioni Locali per accrescere la competitività dei territori.Leggi tutto

Il ruolo svolto dalle Autonomie Locali per accrescere la competitività del Sistema Paese

Nicola Milani illustra le attività di FormAutonomie che da diversi anni lavora come struttura di supporto, di assistenza tecnica e di formazione per migliorare le performance e le competenze delle Pubbliche Amministrazioni. Il Relatore, presentando l’indagine Delphi, realizzata da FormaAutonomie e dalla Società S3 Opus, dipinge lo scenario sulla competitività del Sistema Paese, soprattutto in relazione al ruolo che le Autonomie Locali svolgono per favorire lo sviluppo dei territori ed ai ritardi sugli investimenti e sulle politiche di innovazione da parte del Governo.

Le concessioni di Project Financing

Gino Redigolo presenta il convegno “Reingegnerizzazione della struttura informativa e dei sistemi di controllo di servizi in outsourcing, global service, project financing” introducendo il progetto sulla concessione di finanza di progetto relativo alla ristrutturazione, al completamento e all’ampliamento degli ospedali di Castelfranco Veneto e Montebelluna. Nel secondo intervento Redigolo sottolinea l’importanza e l’utilità della finanza di progetto quale strumento per realizzare obiettivi senza il quale non sarebbe potuto essere possibile.

Le tendenze e gli scenari della indagine“Autonomie Locali e competitività del Sistema Paese”

Felice Paolo Arcuri introduce e coordina la tavola rotonda sull’indagine previsionale “Autonomie Locali e competitività del Sistema Paese”. Il Relatore stimola i partecipanti al dibattito a far emergere le loro considerazioni ed i punti di perplessità sullo scenario futuro e sulle tendenze individuate dagli esperti del panel. E’ importante sottolineare come la ricerca non intenda suggerire cosa sarebbe giusto e meglio fare, ma cosa, nell’opinione degli esperti, succederà nel futuro, lasciando agli amministratori la responsabilità di individuare le politiche e gli interventi più opportuni.

Commenti critici sull’indagine “Autonomie locali e competitività del sistema paese. Scenario al 2013”

Nicola Melideo critica la ricerca “Autonomie locali e competitività del sistema paese. Scenario al 2013”, per il suo carattere “oracolare”. Il rischio è, da un lato, di affermare banalità poiché ciò che non è cambiato negli ultimi anni probabilmente non cambierà nei prossimi sei, dall’altro i processi di trasformazione sono così accelerati che risulta assai facile intuire come andranno a finire. Un altro elemento di perplessità riguarda il fatto che, nonostante il titolo, il tema delle Autonomie Locali non è sufficientemente affrontato.Leggi tutto

Il ruolo del Concessionario

Pier Renzo Olivato presenta il punto di vista della società concessionaria indicando i punti principali che costituiscono la convenzione con l’azienda concedente; in particolare pone l’attenzione su alcuni aspetti innovativi come la scelta delle società erogatrici dei servizi, il valore del Canone, di cui una parte è interamente investita in tecnologia e infine il Nucleo di Valutazione. Altra questione affrontata è l’integrazione tra il sistema informativo dell’Asolo Hospital Center e il sistema Ref della ULSS di Asolo.

Considerazioni sulla ricerca “Autonomie locali e competitività del sistema paese. Scenario al 2013”

Alberto Zito svolge le sue considerazioni dal punto di vista giuridico sull’indagine “Autonomie locali e competitività del sistema paese. Scenario al 2013”. La premessa è che non ci può essere nessun vero processo di rilancio economico e di sviluppo se questo non è accompagnato da un profondo cambiamento istituzionale. Parlando di cambiamento istituzionale è necessario far riferimento a due variabili fondamentali: la qualità della normazione e la capacità di gestione efficiente delle norme stesse.Leggi tutto

La Stazione. Una nuova piazza al centro della città

Gianluca Ferri presenta l’attività di Centostazioni, azienda il cui obiettivo è di riqualificare 103 stazioni italiane attraverso la progettazione dello spazio incentrata sulla funzionalità e sul comfort, la valorizzazione del patrimonio storico e immobiliare e attraverso una gestione corretta degli investimenti puntando su un’alta qualità dei servizi.

Strumenti e standard di monitoraggio attività in concessione

Fabiana Serrecchia affronta la questione relativa ai servizi offerti dagli assuntori di Global Service indicando gli obiettivi e i sistemi di monitoraggio delle attività affidate da Centostazioni a Terzi. I controlli delle 103 stazioni, suddivise in lotti, sono affidati ad un Gruppo di Verifica che ha il compito di effettuare monitoraggi sull’esecuzione dei servizi e sulla qualità. Nel caso in cui la valutazione abbia esito negativo Centostazioni procede alla quantificazione delle penali (ammonizione e penalizzazione).

PPP e Project Finance. Il trasferimento dei rischi e i payment mechanism nei contratti PPP

L’intervento di Cecilia Felicetti verte sui sistemi di monitoraggio e controllo dei servizi e della gestione, e relativi costi, affidati ad un operatore terzo nell’ambito del Project Finance e delle partnership tra Pubblico e Privato soffermandosi sui meccanismi di pagamento (ovvero la ripartizione dei rischi e delle responsabilità in termini finanziari). La Felicetti fa un quadro generale della Finanza di Progetto in Italia ed in particolare facendo riferimento al settore ospedaliero e dei trasporti.Leggi tutto