Cerca: Saperi PA, Intervento, PA digitale, Efficienza, Atti FORUM PA 2007

Risultati 41 - 50 di 83

Risultati

La governance dell'innovazione nella PA centrale: ruolo e linee strategiche della Conferenza Permanente per l'innovazione tecnologica

Nella presentare il convegno, Santa Brancati effettua una individuazione delle linee strategiche dell’innovazione tecnologica contenute nel Codice dell’Amministrazione Digitale, soffermando la sua attenzione sugli obiettivi dell’innovazione tecnologica e sulla e sulla modalità di attuare le scelte strategiche contenute nelle direttive Ministeriali.

Leggi tutto

Riforma e innovazione delle Banche Dati

Mazzocca individua le problematiche di carattere tecnologico, giuridico e amministrativo legate alla apertura delle Banche Dati di interesse nazionale nell’ottica della creazione di uno spazio amministrativo unico. Con riferimento alle Banche dati lo sforzo che si sta facendo in questi mesi è essenzialmente quello di dare una nuova dimensione alla loro analisi. La Conferenza Permanente in questo senso tenta di far incontrare la domanda e l’offerta di dati, non sono sotto il profilo quantitativo, ma in termini di usabilità.

Il nuovo sistema catastale integrato

Carlo Cannafoglia parla del nuovo sistema catastale integrato dell’Agenzia del Territorio e dell’anagrafe immobiliare che promuove l’interscambio con altre istituzioni. Traccia le linee evolutive dell’Agenzia del Territorio che riguardano i servizi telematici; il modello unico; il contact center; i modelli Docfa e Pregeo; il portale per fornire dati catastali degli enti.

Leggi tutto

I servizi di interoperabilità evoluta del SPC

L’interoperabilità dei servizi è una realtà già consolidata nella Amministrazione Pubblica centrale italiana, che la interpreta come strumento mediante il quale è possibile sia ottimizzare le risorse economiche che ampliare le libertà di svolgimento dei propri obiettivi strategici.

Leggi tutto

C.I.G.S. – DATA FEDERATION

De Vecchis affronta le problematiche legate alla gestione documentale, alla interoperabilità dei dati e alla portalizzazione relative al Ministero del Lavoro. Dal 2003 il Ministero si è dotato di un sistema di protocollazione automatica dei documenti. La tecnologia proposta si basa sulla costruzione di metadati virtuali e il portale parla su modello virtuale.

Leggi tutto

Il Mercato Elettronico della P.A.. L'esperienza della ASL Roma G

Giorgio Pagano presenta Giovanni di Prilla quale rappresentante dell’ASL Roma G e vincitore della categoria Pubblica Amministrazione comparto Sanità. Di Pilla presenta l’attività svolta dalla ASL per incentivare l’utilizzo del Mercato Elettronico per effettuare acquisti nelle sedi periferiche. Particolare attenzione è stata data alla formazione del personale per un corretto uso degli strumenti informatici.

Le criticità del Mercato elettronico.

Giorgio Pagano introduce il convegno “Il Mercato Elettronico della P.A.: l’esperienza di Amministrazioni e Imprese”. A margine dell’intervento di Luca Mastrogregori, Pagano parla di alcune criticità presenti nel mercato elettronico ed in particolare si concentra sulla semplificazione dei processi, sulle difficoltà della gestione del fabbisogno e della domanda.

Il Mercato elettronico della P.A.. L'esperienza di Amministrazioni e Imprese

Giancarlo Del Bufalo presenta il premio MEPA e le finalità che si vogliono raggiungere ponendo particolare attenzione all’individuazione e al riconoscimento di quelle Amministrazioni e di quei fornitori che hanno mostrato un particolare impegno nell’utilizzo del Mercato Elettronico. Un elemento che si è ripetuto nei vari progetti presentati è stato l’utilizzo del Mercato Elettronico parallelamente ad un processo di innovazione organizzativa.

Il Mercato Elettronico della P.A.. L'esperienza della Guardia di Finanza

Giorgio Pagano legge le motivazioni che hanno portato all’assegnazione del premio MEPA categoria PA comparto Stato alla Guardia di Finanza della Liguria lasciando la parola prima a Massimo Manfredini e successivamente a Marco Nani. Secondo Manfredini il Mercato Elettronico si è dimostrato per la GdF uno strumento necessario per la riorganizzazione delle strutture periferiche, per un risparmio sul bilancio pubblico e per il recupero di Risorse Umane.

Il Mercato elettronico della PA alla luce delle novità previste dalla Finanziaria 2007

Luca Mastrogregori presenta lo stato dell’arte del Mercato Elettronico soffermandosi su ciò che è previsto dalla Finanziaria e sulle norme che lo regolano secondo le quali il M.E. diventa uno strumento obbligatorio per l’acquisto di beni e servizi. Oggi si avverte una forte incentivazione all’utilizzo delle nuove tecnologie per le Amministrazioni sia centrali che periferiche con un volume d’affari in continua crescita.