Cerca: Saperi PA, Intervento, back office

Risultati 11 - 13 di 13

Risultati

Il comune di Anzola e la realizzazione del protocollo informatico: il back-office e le sue problematiche

Patrizia Saggini ha curato nell’ambito del progetto DocArea la realizzazione del protocollo informatico. Si tratta di un’attività che attiene alla gestione del back-office e ha un forte impatto tecnologico e organizzativo. Le leve organizzative in questione sono: l’analisi dei procedimenti, il titolario per la classificazione dei documenti e il manuale di gestione. Sono tutti strumenti di natura archivistica che non appartengono alla cultura degli operatori per cui sulle difficoltà organizzative intrinseche si innestano deficit culturali.Leggi tutto

I bisogni e le aspettative degli utenti alla base delle scelte di interoperabilità

Jean Wodon sostiene che l’organizzazione in fatto di interoperabilità deve essere affrontata allo stesso livello della tecnologia, della semantica e della legislazione. Ritiene che l’organizzazione debba essere analizzata per servizio e per processo invece che per funzione come tuttora avviene. Prima di tutto, aggiunge, bisogna identificare il servizio e i suoi utenti per analizzare il processo nella sua interezza. Tra le aree su cui ritiene occorra investire ci sono l’innovazione e l’efficienza del back office, nonché disporre di una metodologia a supporto di ogni processo.

I progetti di e-government e di e-democracy della Provincia di Roma

Russotto presenta due progetti della Provincia di Roma: la prima iniziativa, in fase di avvio, è lo sportello virtuale che fa seguito al progetto di e-government COMNET; il secondo progetto, che si trova all’inizio della sua fase operativa, è PRODEAS per l’e-democracy. Le maggiori difficoltà nella loro implementazione sono state la difformità e l’eterogeneità dei servizi all’interno dei Comuni della Provincia.Leggi tutto