Cerca: Saperi PA, Intervento, Altro, Efficienza

Risultati 1 - 10 di 168

Risultati

Presentazione del portale della Cooperazione allo Sviluppo

La cooperazione allo sviluppo, sostiene Ghirelli, è una parte integrante della politica estera, ma ha una sua autonomia di pubblico e di attenzione, rivolto ad un mondo costituito da giovani, volontari, organismi non governativi e internazionali. Il cuore del portale sta nella raggiungibilità dei progetti di emergenza e di sviluppo nei paesi cosiddetti “del terzo mondo”. Il sito vuole essere una finestra verso tutti i paesi in via di sviluppo, un sito che tocchi le loro culture, un sito di confronto e di dialogo, accessibile anche ad un’utenza che non ha una tecnologia avanzata.

Presentazione del nuovo portale del MAE

Ferrara presenta il nuovo portale del MAE, il MAENET, evidenziando gli aspetti fondamentale di ristrutturazione dei contenuti del sito. A seguito di una crescente rilevanza della politica estera nella vita quotidiana, il portale vuole essere uno strumento “customer oriented”, una sorta di sportello virtuale complementare all’attuale URP, che favorisca la fruibilità agli utenti, in termini di velocità d’accesso e reperimento delle informazioni, privilegiando la semplicità di navigazione.Leggi tutto

Accessibilità e usabilità del portale del MAE

Civitelli, nel suo intervento, sottolinea l’accessibilità del nuovo portale MAE quale caratteristica fondamentale del progetto, vista come strumento strategico sia per generare un coordinamento tra le stesse direzioni amministrative che per gestirne la fruibilità da parte del pubblico. Sottolinea altresì come l’aspetto della accessibilità sia stato volutamente rafforzato, in aderenza alla normativa nazionale ed internazionale vigente mediante un collegamento con il Ministero dell’Innovazione e delle Riforme della PA e con il CNIPA, che svolge sullo stesso una funzione di monitoraggio.

Il modello di Formazione

Il primo breve intervento di Walter Gatti è incentrato sull’utilità della formazione e dell’e-learning nella TV Digitale e sul senso del T-Learning nei processi formativi universitari. Walter Gatti, nel secondo intervento, presenta la K Communication e la sua attività e i progetti realizzati di T- Learning con particolare attenzione agli aspetti formativi sulla piattaforma del Digitale Terrestre e all’elemento di interattività che trasforma l’utente da passivo ad attivo.

Gli strumenti gestionali di riorganizzazione della pubblica amministrazione

Stefano Paneforte sostiene che la riorganizzazione dell’amministrazione pubblica passi attraverso due strumenti gestionali: politiche mirate di reclutamento e selezione; la cultura della valutazione. La selezione è una leva strategica. E’ sempre più centrale il comportamento organizzativo delle persone e la responsabilità della valutazione. Nel suo quarto intervento Paneforte si sofferma sul tema dell’oggettività della valutazione e sulla valutazione gerarchica.Leggi tutto

L’information management del World Food Program

Il World Food Program, nell’ambito delle Nazioni Unite vanta un alto sistema di information managment, ha come compito principale quello di gestire le informazioni e di finalizzarle. La tecnologia in tale ambito serve non solo per veicolare le informazioni, ma anche per consentire un preposizionamento utile ad anticipare i possibili scenari di un emergenza.Leggi tutto

I progetti finanziati dalla fondazione: le eccellenze, prospettive di sviluppo, possibilità di trasferimento

Sebastiano Trigila presenta l’esperienza della Fondazione Ugo Bordoni relativamente ai vari progetti di TV Digitale analizzando prevalentemente le caratteristiche dei progetti cofinanziati, dei servizi in onda e del monitoraggio dei progetti in sperimentazione con gli utenti presi a campione.Leggi tutto

I Servizi web dell’arma dei Carabinieri

Pier Vittorio Romano sottolinea l’importanza che l’arma dei Carabinieri dedica alla comunicazione attraverso vari canali per raggiungere ogni fascia di popolazione. Romano aggiunge che molto si è investito in comunicazione interna realizzando una serie di servizi che viaggiano su un’intranet e su un’extranet per il personale distaccato. Romano descrive le evoluzioni, l’architettura e i servizi offerti dal portale web e presenta il servizio interattivo dell’operatore virtuale che sfrutta vari canali di comunicazione.Leggi tutto

Il percorso di cambiamento del distretto socio sanitario dell’Azienda Sanitaria n°7 di Catanzaro

Il percorso di innovazione e di ricerca della qualità attraverso una rimodulazione organizzativa, sostiene Rocca, parte nel 2003, ma subisce una spinta significativa nel 2006 attraverso l’utilizzo della formazione e, con la partnership dell’azienda USL di Reggio Emilia, l’applicazione di un metodo organizzativo per processi. Si è passati, quindi, da una cultura dell’agire per competenze incentrata sull’autoreferenzialità, ad una cultura dell’agire per processi, dove il cittadino riveste un ruolo centrale.

Un centro servizi per il digitale a Torrevecchia Teatina

Maurizio Preziuso presenta Udanet e l’attività di gestione dell’infrastruttura telematica nell’ambito dell’e-learning svolta all’interno dell’Università Telematica “Leonardo Da Vinci” dal un punto di vista tecnico e funzionale.