Cerca: Saperi PA, Intervento, risparmio energetico

Risultati 11 - 20 di 24

Risultati

Il quadro tecnico-normativo e lo stato del mercato

In Italia non esistono ad oggi dei censimenti a livello nazionale, delle stime globali sulla consistenza dell’intero patrimonio pubblico e, laddove esistono delle stime, i dati non sono aggiornati. La mancanza di censimenti si ripercuote sull’impossibilità di fare una valutazione adeguata dei costi che il sistema sostiene per il riscaldamento e per l’energia elettrica.

Leggi tutto

La nuova normativa sugli appalti e le ripercussioni sulla partnership pubblico-privato

La nuova normativa sugli appalti rende complessa l’attività di tutti gli operatori, compresa la commissione valutatrice, non fornendo delle indicazioni chiare, semplici e snelle sulle modalità di azione. L’insieme dei cavilli normativi di fatto annullano l’azione di orientamento che l’impianto normativo dovrebbe invece fornire agli attori interessati, pubblici e privati, provocando delle ripercussioni a livello economico, in termini di fattibilità e di risultati, incidendo negativamente sull’efficienza, sulla competitività  e sulla qualità del servizio offerto.

Leggi tutto

La semplificazione normativa: necessaria per il sistema economico, inattuabile per il sistema culturale

Il TAIS – Tavolo Interassociativo Imprese di Servizi – presta e vuole ottenere attenzione dalle istituzioni e dai partiti sui temi che sono comuni al settore dei servizi. Una delle azioni svolte dal TAIS è stata ed è quella di chiedere una determina – circolare – dall’Autorità per la Vigilanza dei Contratti Pubblici al fine di meglio regolare il concetto di offerta economica più vantaggiosa.

Leggi tutto

Il programma "Energy Platform" per il monitoraggio e il controllo dei consumi energetici

Oggi i settori della comunicazione e informazione (ICT) producono più del 2% delle emissioni globali, con un crescita che rappresenterà un forte impatto futuro. Si calcola che un operatore di telecomunicazioni consuma mediamente come un città di 100-300 mila abitanti.

Leggi tutto

Il programma "Ener.Loc." per l'attivazione di consorzi regionali per il risparmio energetico

Ener.Loc nasce nel 2007, a Sassari, a valle di un’indagine effettuata da Promo PA Fondazione in collaborazione con i principali stakeholder del territorio. La scelta del tema rispetto al territorio è stata strategica per spingere il nord Sardegna ad individuare nel comparto un nuovo settore produttivo. Dal 2007 al 2010 il coinvolgimento e la condivisione degli obiettivi di progetto sono stati ampliati ad associazioni di categoria e ordini.

Leggi tutto

Intervento al convegno "La torsione verde: opportunità imprenditoriali e occupazionali della green economy"

Secondo Carlo Galuppi è necessaria una torsione nel modo di vedere le cose e di fare economia. Riguardo la green economy vi è un gap tra gli studi effettuati e la vera consapevolezza politico-culturale che deve portare alla torsione.

Il territorio è alla base di qualunque attività e l'attuale economia sembra non coglierne l'importanza e lo ha abbandonato. Galuppi si sofferma sulle potenzialità del territorio montano e del bosco: il sistema montagna è una ricchezza che va riconsiderata alla luce della green economy.

I green jobs nel settore delle energie rinnovabili

Serena Rugiero presenta i risultati della ricerca condotta dall'IRES sulle nuove professionalità nell'ambito della green economy energetica con specifico focus sulle fonti rinnovabili. Si tratta di un settore molto dinamico che consente di toccare con concretezza la green economy energetica per comprendere se essa è in grado di svolgere il ruolo di leva per il rilancio produttivo ed occupazionale coniugando la sostenibilità ambientale con quella economica valorizzando quella sociale.

Leggi tutto

Intervento al convegno "La torsione verde: opportunità imprenditoriali e occupazionali della green economy"

Antonio Strambaci Scarcia parla degli strumenti strategici necessari per una pervasività territoriale di utilizzo sincronico e sistemico delle risorse che purtroppo sono scarse. Non vanno attuati interventi micro ma interventi integrati di grandi dimensioni dove è possibile anche sperimentare le innovazioni tecnologiche. In tali progetti però lo sforzo deve essere rivolto al territorio, cercando di trasferirvi le conoscenze tecnologiche per creare effetti di filiera.

Leggi tutto

Introduzione al convegno "La torsione verde: opportunità imprenditoriali e occupazionali della green economy"

Giuseppe Roma afferma che siamo di fronte ad un nuovo paradigma tecnologico che si fonda su un uso più razionale e prduttivo delle risorse energetiche esistenti. La green economy ha un contatto diretto con la capacità di applicare al mondo delle imprese il progresso tecnologico e scientifico. E' necessario però che cambi l'atteggiamento delle persone e che l'opinione pubblica sia più attenta a questi temi. Bisogna capre se l'Italia vuole "cavalcare" questo nuovo paradigma tecnologico per risollevare il futuro economico e ambientale del nostro Paese.

Leggi tutto

Intervento al convegno "La torsione verde: opportunità imprenditoriali e occupazionali della green economy"

Silvano Falocco afferma che la green economy ha un peso rilevante, si tratta di una rivoluzione silenziosa alla fine della quale qualche assetto di potere economico, territoriale e geopolitico cambia. Chi è in grado di raccogliere le sfide poste dalla torsione verde farà grandi passi avanti, chi invece non coglie tale opportunità e vi resiste si troverà indietro.

Leggi tutto