Cerca: Saperi PA, Economia, Atti FORUM PA 2007

Risultati 51 - 60 di 263

Risultati

Criticità relative al settore della esternalizzazioni nella Pubblica Amministrazione

Giovanni Gorla racconta come FISE-Assioma, l’Associazione che raggruppa le imprese che gestiscono i servizi integrati ad organizzazione manageriale avanzata, stia riscontrando sul mercato un utilizzo strategicamente non adeguato della gestione integrata da parte della Pubblica Amministrazione. I problemi principali sembrano essere la carenza di definizione degli obiettivi e la corretta valorizzazione del costo dei disservizi.Leggi tutto

Territori in movimento. Rapporto sui mercati locali del lavoro in Provincia di Milano

Marcello Correra presenta il rapporto sul mercato del lavoro in Provincia di Milano, giunto quest’anno alla sua sesta edizione. Attraverso un Osservatorio permanente e attraverso un’analisi qualitativa e quantitativa dei flussi di occupazione e disoccupazione, vengono rilevate le indicazioni necessarie all’individuazione di politiche adeguate da parte dell’amministrazione.Leggi tutto

Le esperienze del Gruppo Romeo nelle esternalizzazioni della Pubblica Amministrazione

Manuela Rafaiani racconta come il Gruppo Romeo collabori con i Comuni di Roma, Napoli e Milano nell’ambito delle gestioni in appalto delle attività pubbliche. Una delle esperienze migliori è quella che vide il Comune di Napoli affidare al Gruppo l’intera gestione del patrimonio immobiliare, con risultati sorprendenti dal punto di vista del censimento dei beni e dell’efficienza economica.Leggi tutto

Aspetti positivi e criticità nei processi di esternalizzazione da parte della Pubblica Amministrazione

Per Bernardo Giorgio Mattarella vi sono funzioni cui le Pubbliche Amministrazioni non possono sottrarsi ed esistono attività che possono essere esternalizzate. Il confine non è netto e negli ultimi anni si assiste ad una tendenza, sia a livello centrale che a livello locale, verso l’outsourcing di attività che prima erano svolte da poteri pubblici.Leggi tutto

Il quadro normativo alla luce del progetto di riforma della legge urbanistica

Carlo Alberto Barbieri introduce il tema della trasformazione e riqualificazione urbana declinato sotto l’aspetto del processo. La trasformazione urbana non è un prodotto: concepirla, progettarla, coglierne le potenzialità e viverne i possibili esiti ha, infatti, natura processuale. Le occasioni per “trasformare” nella città contemporanea sono moltissime: aree industriali dismesse, caserme militari ormai obsolete, ospedali psichiatrici, grandi quartieri di edilizia economica e popolare costruiti per durare poco.Leggi tutto

Il sistema dei Centri per l’impiego della Provincia di Roma

Per Gloria Malaspina, le politiche sul lavoro rientrano tra le funzioni di governance territoriale di un’area vasta: il ruolo delle Province in questo ambito, quindi, deve passare dalla semplice delega ad una vera e propria competenza territoriale trasferita. In questo quadro la Provincia di Roma ha potenziato il contatto e la presenza sul territorio attraverso il sistema dei Centri per l’impiego che sono passati dal 3,5% di utilizzo nel 2003 al 12,5% nel 2006.Leggi tutto

La qualità dei capitolati di gara e dei contratti di esternalizzazione nella PA

Francesco Schinaia esprime un commento rispetto al problema della qualità dei capitolati di gara e dei contratti. In questo ambito si è ancora molto indietro, le imprese partecipanti lamentano il fatto che i capitolati di beni o servizi premino esclusivamente il prezzo, con la conseguenza, purtroppo sovente, di un contenzioso tra l’azienda che ha ricevuto l’appalto e la Pubblica Amministrazione poiché i prezzi non sono remunerativi.Leggi tutto

Il bando del Premio Pimby

Donata Cappelli spiega il bando che disciplina le modalità di assegnazione del Premio Pimby. La finalità è quella di far emergere i casi virtuosi di quelle amministrazioni che sono riuscite, attraverso il dialogo con la cittadinanza, a realizzare infrastrutture sul proprio territorio. Il Premio è indirizzato ad un pluralità di soggetti: Enti Locali, società partecipate da enti pubblici, agenzie di sviluppo e Società di Trasformazione Urbana.Leggi tutto

L’esperienza del Comune di Roma nella gestione della sindrome Nimby

Giancarlo D’Alessandro spiega gli aspetti negativi della sindrome Nimby (not in my backyard) e della “cultura del no” presentando l’esperienza del Comune di Roma nella gestione di tali casi. Il premio Pimby è l’inizio di una battaglia culturale che ponga la nozione di “interesse generale” al di sopra del “particolare”. Fondamentale è l’informazione preventiva che spieghi alla popolazione l’importanza di una determinata infrastruttura.Leggi tutto

L’Associazione Pimby per la democrazia partecipata e lo sviluppo

Patrizia Ravaioli parla di tre aspetti del Premio Pimby. Innanzitutto, il marchio è formato dai colori della bandiera italiana con forte prevalenza di verde. L’Associazione, infatti, vuole portare avanti un’idea di democrazia partecipata come unica ricetta che permetta al Paese di guardare al futuro e vuole promuovere lo sviluppo infrastrutturale nel rispetto dell’ambiente. Il secondo aspetto del Premio riguarda la centralità del coinvolgimento dei cittadini, come principali stakeholders.Leggi tutto