Cerca: Saperi PA, PA digitale, open data

Risultati 61 - 70 di 171

Risultati

PanelPA, "Open Data: l'Italia s'è desta" parte seconda. Aspettiamo le vostre risposte

A due anni dal primo panel in cui chiedevamo alla nostra community di esprimersi sulle proprie conoscenze in materia di open data, riproponiamo l'indagine in un contesto socio economico decisamente più maturo. Sedici domande a cui si potrà rispondere fino al 17 febbraio 2014 e che ci permetteranno di storicizzare le nostre informazioni, ponendo le basi per una analisi approfondita sul mutamento della percezione del panel.

Leggi tutto

Hai un open data based app nel cassetto? Partecipa a Apps for Europe Competition

Apps For Europe è alla ricerca di nuove applicazioni che siano facili da usare, orientate alla creazione di imprese e servizi, ma che soprattutto possano mostrare le potenzialità dell’utilizzo dei dati aperti.

Leggi tutto

EU Open Data, l'Italia in azione

Presentato il Piano d’azione sugli Open Data del Governo Italiano, primo passo di un accordo in sede europea tra i paesi membri del G8. Lo si può consultare on line e in attesa che venga sottoposto alla consultazione pubblica, che si spera arricchisca il testo, illustriamo gli impegni assunti dal nostro Paese per i prossimi anni in materia di Open Data.

Leggi tutto

PA digitale: calano gli investimenti, ma le città credono nella Smart City

Gli Open data targati PA non arrivano al 40% e, in quei pochi casi, ci si limita “a mettere on line” i dati senza nessun servizio aggiunto. E’ invece l’incertezza normativa e il timore di buchi nella sicurezza che blocca l’utilizzo del Cloud computing, relegandolo a un 20%. L’indagine dell’Osservatorio Assinform sull’ICT segna il livello di informatizzazione della pubblica amministrazione, analizzando la dotazione infrastrutturale e applicativa degli enti pubblici.  Una fotografia del sistema Italia: amministrazioni Centrali e Locali ancora a compartimenti stagni, mentre più del 60% imbocca la strada della città intelligente.

Leggi tutto

Un'amministrazione nuova e migliore: con GitHub la fanno i cittadini

Se le amministrazioni vogliono parlare alle comunità di innovatori e coinvolgerle in progetti di rinnovo della macchina pubblica o della città devono imparare ad usare i loro strumenti. E’ così che alcune amministrazioni (prima in USA, poi in tutto il mondo) hanno iniziato ad usare GitHub, il più grande strumento di scrittura collaborativa di software, per “creare” progetti insieme a cittadini e imprese. È nato così Governemnt.GitHub che ora è anche una banca dati di best practice davvero interessante.

Leggi tutto

Anche l’open gov cambia: i nuovi scenari

Come sta evolvendo l’open government nello scenario mondiale? E quali sono i temi e gli strumenti che stanno assumendo maggior peso nei processi di creazione di fiducia e partecipazione, attivati dalle istituzioni governative? Abbiamo provato a tracciare lo stato dell’arte Europeo con Salvatore Marras, che ha seguito la conferenza annuale dell’ Open Government Partnership in rappresentanza dell’Italia.

Leggi tutto

Messaggio in Bottiglia dalla Regione di Parigi: “L’hackathon è solo l’inizio di una strategia di open data di lungo termine!”

La terza bottiglia che raccogliamo contiene un messaggio proveniente da Parigi, più precisamente dall’area Ile-de-France, dove Gregoire Odou, con l’azienda per cui lavora, La Fonderie, ha contribuito alla nascita di un’iniziativa open data a livello comparabile ad un nostro ente regionale.

Leggi tutto

Messaggio in bottiglia da Zurigo: “Ci vediamo al ristorante per uno Stammtisch sugli Open Data!”

Il secondo racconto ci viene riportato da Micha Rieser dalla Città di Zurigo, dove un gruppo molto motivato sta lavorando da tempo per portare la città ai massimi livelli di innovazione in Europa.

Quello di Zurigo è il portale open data principale fra le città della Svizzera, nonostante la piattaforma ed il quadro di regolamentazione siano stati sviluppati in un tempo brevissimo:

Leggi tutto

Messaggio in bottiglia da Helsinki: “Promuovere incontri faccia-a-faccia per quei dati che non si vendono da soli”

Il progetto Infoshare Open Data di Helsinki è una delle iniziative di open government più consolidate in Europa: in realtà, quello che Ville sta per dirci potrebbe essere visto come il “saggio consiglio” derivante da una lunga esperienza, e diretto a coloro che si apprestano per la prima volta a fare iniziative di open data nella PA.

Non c’è da meravigliarsi se Ville si focalizza principalmente sulla comunicazione con gli utilizzatori di open data, che come vedremo è di fatto il principale fattore critico di successo.

Leggi tutto

Messaggi in bottiglia nel mare di dati aperti del Vecchio Continente

Gli open data non sono più una grande novità. Pochi Paesi al giorno d’oggi non hanno mai parlato almeno una volta di open data, e pochi non hanno mai fatto un documento di strategia o di regolamentazione su questo tema. D’altra parte, secondo quanto ci dice Google Trends, l’intesse nel termine “open data” è piuttosto stabile, a dei livelli significativamente alti, dal 2004.

Leggi tutto