Cerca: Saperi PA, PA digitale, Qualità della vita, open data

6 risultati

Risultati

Data revolution: la rivoluzione possibile. Ne parliamo con Enrico Giovannini

Quali sono i punti centrali per ridurre i rischi e cogliere le opportunità offerte dalla Data revolution? Quali dati si possono considerare strategici per il supporto alle decisioni pubbliche? Ne abbiamo parlato con Enrico Giovannini, ex Ministro del Lavoro e Presidente Istat, attualmente alla guida dell’Independent Expert Advisory Group on the Data Revolution for Sustainable Development voluto dal segretario generale dell’Onu Ban Ki-moon. Giovannini è stato uno degli ospiti del convegno "Data driven decision: aumentare la capacità decisionale grazie alla disponibilità e all'interpretazione dei dati", in programma a FORUM PA 2015. 

Leggi tutto

Trattamento dei dati e privacy nei progetti di Smart City

Nei progetti di Smart City con vasta raccolta di dati personali, specialmente quelli  geolocalizzati, sorgono problematiche particolari che se considerati in fase di progettazione del servizio possono evitare numerosi grattacapi. Dalla quantità dei dati, alla necessità di renderli anonimi o aggregarli in una fase preliminare, la possibilità di dare ampio accesso come Dati Aperti, la geolocalizzazione degli apparati e la raccolta dei dati georeferenziati da altri servizi, sono solo un esempio delle tipologie di aree sensibili.

Leggi tutto

Messaggio in bottiglia da Helsinki: “Promuovere incontri faccia-a-faccia per quei dati che non si vendono da soli”

Il progetto Infoshare Open Data di Helsinki è una delle iniziative di open government più consolidate in Europa: in realtà, quello che Ville sta per dirci potrebbe essere visto come il “saggio consiglio” derivante da una lunga esperienza, e diretto a coloro che si apprestano per la prima volta a fare iniziative di open data nella PA.

Non c’è da meravigliarsi se Ville si focalizza principalmente sulla comunicazione con gli utilizzatori di open data, che come vedremo è di fatto il principale fattore critico di successo.

Leggi tutto

Open data: una visione al femminile

Il mondo è pensato ad immagine e somiglianza di un maschio normodotato. Partendo da una frase "rubata ad un amico",  Morena Ragone, Vice Presidente - Circolo dei Giuristi Telematici e co-founder Wikitalia apre una riflessione sulla "doverosa inclusione di una visione di genere nella co-progettazione di servizi al femminile". Al centro, lo strumento "open data" e la domanda: di quali dati aperti hanno bisogno le donne per valorizzare, valorizzarsi, inserirsi, lavorare, studiare, formarsi, o anche solo, semplicemente, vivere? Ci prepariamo così all'appuntamento delle WISTER - Women for Intelligent and Smart TERritories, dedicato alla scrittura partecipata del #PianoD: come liberare le risorse delle donne,  il 28 maggio a FORUM PA 2013

Leggi tutto

Donne e tecnologie: inclusione e partecipazione

L’analisi relativa al rapporto esistente fra donne e tecnologie è necessario punto di partenza per progettare strategie per il futuro. Bisogna infatti misurarsi con la realtà attuale per valutare il grado di pervasività delle tecnologie nel tessuto femminile della società e conseguentemente immaginare le condizioni da creare e le soluzioni da attivare. Diverse sono le dimensioni da considerare...

Leggi tutto

Come arrivare in Fiera. Segui la mappa "fatta" con gli open data

Prendiamo una informazione geografica che serve a noi tutti, per fare un esempio di open data. Cerchiamo di capire meglio, "vedendo" in cosa differiscono dai dati non aperti.

Leggi tutto