Cerca: Saperi PA, PA digitale, Governance, Atti FORUM PA 2010

Risultati 1 - 10 di 13

Risultati

Il frutto della cooperazione: verso la condivisione del patrimonio informativo pubblico digitale

Le tecnologie della cooperazione sono state fino al 2010 la frontiera da raggiungere per consentire la collaborazione tra i processi di organizzazioni pubbliche diverse. Oggi, mentre si moltiplicano le opportunità di collaborazione tra amministrazioni, ed è pienamente operativa la piattaforma di cooperazione tra sistemi regionali, è tempo di iniziare a ragionare sul nuovo ciclo di innovazione pubblica che la cooperazione rende possibile.

Leggi tutto

Lo sviluppo del Sistema Pubblico di Connettività

Elena Tabet introduce e coordina il convegno sull'interoperabilità, sulla cooperazione applicata e sul Sistema Pubblico di Connettività.

Il Sistema Pubblico di Connettività ha delineato negli anni l'importanza di associare ad un modello rigoroso dal punto di vista tecnologico e di standard, un percorso parallello di tipo organizzativo di crescita delle amministrazioni in termini di processi coinvolti nel sistema.

Non si parla più di sistema pubblico di connettività quanto piuttosto di "sistema  pubblico di cooperazione e connettività".

Leggi tutto

L'esperienza delle Regioni nello sviluppo della piattaforma condivisa di cooperazione applicativa ed interoperabilità (ICAR) e la sua evoluzione nello scenario dei nuovi progetti interregionali

L'interoperabilità migliora l'efficacia e l'efficienza dei servizi e l'innovazione si realizza solo attraverso una cooperazione tra le amministrazioni.
Le Regioni credono nel Sistema Pubblico di Connettività e cooperazione definito come “l’insieme di infrastrutture tecnologiche e di regole tecniche per lo sviluppo, la condivisione, l’integrazione e la diffusione del patrimonio
informativo e dei dati della pubblica amministrazione,

Leggi tutto

Interoperabilità e cooperazione applicativa nella Regione Siciliana

La Regione Siciliana ha avviato azioni programmatiche mirate alla riduzione del "digital divide" e all'introduzione degli strumenti dell'ICT e dell'e-government nei rapporti del cittadino e delle imprese con la Pubblica Amministrazione.

I settori di intervento sono stati la banda larga, la sanità elettronica, i sistemi informativi territoriali e i servizi di e-government.

Questi ambiti di intervento hanno sentito la necessità di una struttura informatica di base che è stata realizzata nel corso degli anni 2006-2008: la Piattaforma Telematica Integrata regionale.

Leggi tutto

Il Polo archivistico regionale dell'Emilia Romagna

Gabriele Bezzi presenta l'esperienza del Polo archivistico dell'Emilia Romagna (ParER). La missione del Polo archivistico è essere la struttura di riferimento della Pubblica Amministrazione in Emilia Romagna per la conservazione, archiviazione e gestione dei documenti informatici ed in generale di ogni  oggetto digitale a supporto dei processi di innovazione e semplificazione amministrativa.

Leggi tutto

La tecnologia come acceleratore per l'innovazione nella Pubblica Amministrazione: maggiore efficienza nei processi e migliore qualità del servizio

L'innovazione del settore pubblico dipende dalla capacità della pubblica amministrazione di muoversi su due fronti.

Leggi tutto

L’interoperabilità e l’Europa : il programma ISA

Operativo solo da pochi mesi, il programma ISA prosegue un'azione avviata nel 1995 dalla Commissione europea per promuovere le comunicazioni elettroniche tra pubbliche amministrazioni. Il programma di lavoro 2011-2015, di prossima adozione, prevede azioni nei campi dell’interoperabilità, della sicurezza, dello scambio di buone pratiche e della valutazione dell’impatto della normativa europea sulle infrastrutture e sui servizi ICT. Il programma è gestito direttamente dalla DG Informatica della Commissione con un budget annuo di circa 27 milioni.

Leggi tutto

Microsoft e l’interoperabilità per un mondo connesso

Oggi l’interoperabilità del software, ovvero la capacità di diversi sistemi e servizi tecnologici di comunicare e scambiare informazioni tra loro e con altri sistemi secondo standard condivisi, è considerata una caratteristica di primaria importanza.

Leggi tutto

Comunicare 2.0: dalla carta al bit. Lo scenario

Domenico Laforenza introduce il convegno “Comunicare 2.0: dalla carta al bit”, sottolienando i grandi cambiamenti che il 2.0 sta portando in campo sociale ed economico. Al centro della sua riflessione gli hot topics del web 2.0 summit di San Francisco. “Le opportunità sono incredibili – afferma – ma su questa strada ci sono questioni che vanno tenute sotto controllo.” Una su tutte, la privacy.

Comunicare 2.0: dalla carta al bit. Il caso Registro.it

Anna Vaccarelli presenta il Il Registro.it, il nuovo sistema di registrazione dei domini a suffisso .it e la campagna di comunicazione che porta lo stesso nome. "Registro.it  ha portato una serie di cambiamenti importanti - spiega - in termini di procedure, di immagine e di comunciazione". Presentando la campagna di comunicazione collegata, ne illustra gli obiettivi: contribuire alla diffusione della cultura di Internet  e a un uso consapevole della rete oltre che alla valorizzazione dei nomi a dominio a suffisso .it .